03:21 giovedì 18.08.2022

Politica

Home   >>  News - Politica   >>  Articolo


foto di: MInistero difesa
Alla Tavola Rotonda sulla Cooperazione la sottosegretaria Pucciarelli
Nell’ambito del Ventesimo anniversario OCCAR, cooperazione tra nazioni, tra partner industriali e tra organizzazioni internazionali
07-07-2022 - In occasione del ventennale operativo dell’Organizzazione Congiunta per la Cooperazione in materia di Armamenti (OCCAR) - calendarialmente ricaduto nel 2021 ma con celebrazioni posticipate di un anno a causa pandemia - la sottosegretaria di Stato alla Difesa Stefania Pucciarelli ha partecipato alla due-giorni di attività presso la sede centrale dell’organizzazione a Bonn insieme ai rappresentanti delle sei nazioni ad oggi ad essa aderenti.
Dopo gli interventi di apertura del direttore di OCCAR-EA, Matteo Bisceglia, della ministra della Difesa Tedesca Hon Lambrecht e del presidente di turno del Board of Supervisors di OCCAR, ingegner generale Pintard, l'apice del programma protocollare sono state le due cerimonie di ufficializzazione della Joint Declaration ratificata dai ministri della Difesa dei sei Stati membri - Belgio, Francia, Germania, Gran Bretagna, Italia e Spagna - e le firme apposte sul Golden Book di OCCAR da tutti i capi delegazione delle sei nazioni, che ha visto Pucciarelli rappresentare l'Italia.
Altro momento topico della giornata è stata la tavola rotonda dal tema “Cooperation, cooperation, cooperation” in cui hanno preso la parola i capi delegazione degli Stati membri.
Ciascuno di essi ha risposto a due domande poste loro dal moderatore. In tale ambito gli argomenti trattati dal Senatore Pucciarelli a nome della Difesa italiana sono stati i seguenti: il processo di integrazione della Difesa comune europea e, in relazione al procurement, quale ruolo riveste l’Italia in OCCAR nella visione del progetto europeo.
“La guerra d’aggressione sull’Ucraina, unitamente alla complessità dell’attuale e prevedibile contesto di sicurezza internazionale, confermano l’esigenza non più differibile che l’Unione Europea assuma un ruolo di attore geopolitico credibile”, dichiara Pucciarelli. “Tutto questo richiede di sviluppare nella sua completezza una Politica di Sicurezza e Difesa Comune dell’Unione, rendendosi autonoma nelle relative capacità militari. Questo sta avvenendo e ne sono conferma le recenti iniziative del Consiglio e della Commissione sul futuro della difesa europea, come il passaggio fondamentale e affatto scontato del 23 marzo scorso con l’approvazione della Bussola Strategica”.
“Oggi cresce fortunatamente l’attenzione anche sul tema del procurement congiunto.” Continua la sottosegretaria “L’evento odierno, nel dare giusto riconoscimento alla ventennale storia di successo di OCCAR, ci dimostra in modo concreto – attraverso i programmi, le consegne, gli investimenti realizzati – che una Difesa comune europea, un mercato europeo della difesa e una base industriale e tecnologica europea sono obiettivi perseguibili se sostenuti dalla comune volontà politica degli Stati e dalla propensione delle industrie nazionali a riconoscere nell’integrazione europea la via per una maggiore competitività e non un ridimensionamento”.
“L’Italia preferisce parlare di 'procurement cooperativo'; intendendo con ciò l’obiettivo di comprare – tutti e insieme – le stesse cose, ma dopo aver deciso – sempre, tutti e insieme – cosa ci serve, cosa è meglio comprare e come produrlo. Ciò richiede - come ha ricordato anche il Direttore di OCCAR-EA Bisceglia - una cooperazione coordinata e sinergica su 3 livelli simultanei: tra le nazioni, tra partner industriali e tra organizzazioni internazionali”.
Al termine del proprio intervento, Pucciarelli ha sottolineato come l’Italia creda in questa visione, che è una delle direttrici strategiche della propria ‘Direttiva per la politica industriale della Difesa’ recentemente emanata dal ministro della Difesa Lorenzo Guerini.
“Il ruolo di OCCAR quindi può e deve essere centrale per il progetto di Difesa comune europea, valorizzando l’azione di OCCAR in ottica europea, raccordandola ai processi della UE, considerando la flessibilità nella gestione dei Paesi terzi e costruendo su accordi e relazioni già esistenti. In particolare con EDA, in cui l’Italia vede l’elemento di sintesi in cui realizzare la convergenza di gap capacitivi e requisiti operativi; il punto di partenza per la cooperazione”, ha concluso la sottosegretaria.
 
Nota

1) L'OCCAR è un'organizzazione che gestisce programmi interamente europei di cooperazione nel campo degli armamenti, è stata fondata il 12 novembre 1996 dai ministri della Difesa di Francia, Germania, Italia e Regno Unito. Dopo la firma della "OCCAR Convention" nel 1998, ha acquisito personalità giuridica propria nel gennaio 2001, quando i parlamenti dei quattro Paesi fondatori hanno ratificato la stessa Convenzione. Belgio e Spagna hanno aderito all'organizzazione rispettivamente nel 2003 e nel 2005.
2) Altre nazioni europee possono aderire all'OCCAR, subordinatamente alla loro effettiva partecipazione a un programma di cooperazione significativo che coinvolga almeno un altro Stato membro dell'OCCAR e all'accettazione dei principi, delle norme, dei regolamenti e delle procedure dell'OCCAR. Le nazioni europee possono partecipare ai programmi gestiti dall'OCCAR senza essere membri dell'OCCAR. Questo è attualmente il caso di Turchia, Finlandia, Svezia, Paesi Bassi, Polonia, Lussemburgo e Lituania.
3)L'OCCAR-EA impiega circa 200 persone ed il suo obiettivo è quello di promuovere la cooperazione ed uniformare gli armamenti dei Paesi Europei, migliorare l’efficienza (evitare duplicazioni di studi e sperimentazioni tra Nazioni Europee per analoghi programmi) e ridurre i costi dei programmi di acquisizione, il tutto nella prospettiva di diventare un centro di eccellenza europeo nella gestione dei programmi, per giungere a realizzare i sistemi di difesa necessari a colmare i vuoti nelle capacità militari del vecchio continente, evitando la sterile competizione interna per diventare competitivi verso l’esterno.
 

Redazione
 
  


 
Missione in Bulgaria
Partito l’82° reggimento fanteria ‘’Torino’’, impiegato nella enhanced...
Prima missione operativa  per nave Thaon di Revel
L’unità sarà impegnata nelle missioni Atalanta in Oceano Indiano, EMASoH nello...
Navarm: collaborazioni con Marina Militare brasiliana
Il direttore degli Armamenti Navali del Segretariato Generale della Difesa e Direzione...
  Politica
11-08-2022 - “Nel solco della tradizione comunista, il Partito Democratico continua ad attingere alle proprie riserve culturali,...
04-08-2022 - “Sono molto soddisfatto per l’approvazione definitiva del disegno di legge sulla revisione dello strumento...
04-08-2022 - Nonostante la legislatura sia ai titoli di coda, il Senato approva oggi in via definitiva la revisione del modello...
31-07-2022 - In un comunicato stampa inviato alle redazioni della stampa, l'onorevole Giorgio Mulè dichiara: “Il segretario...
29-07-2022 - Il generale di Corpo d’Armata Francesco Paolo Figliuolo, comandante Operativo di Vertice Interforze (COVI),...
27-07-2022 - Il direttore generale dell’Agenzia Industrie Difesa (AID), Nicola Latorre, e il responsabile Italia di Enel...
Rubriche
Un campionato di volo libero in parapendio a senso unico verso la Francia quello che si...
C’è il drone bagnino capace di individuare un bagnante in difficoltà e lanciargli un...
Continua la serie positiva di titoli internazionali vinti dal team azzurro di volo libero...
“Ucraina e Mediterraneo sono l'esempio della connessione tra l'elemento operativo di una...
Le malattie sensibili al clima comprendono circa il 70% dei decessi globali, di cui quelle...
A Milazzo mercoledì 27 luglio alle 19 a villa Vaccarino si terrà la presentazione del...
A Milazzo mercoledì 27 luglio alle 19 a villa Vaccarino si terrà la presentazione del...