10:12 martedì 07.02.2023

Notizie dall'Italia

Home   >>  News - Notizie dall'Italia   >>  Articolo
Italia eccellenza nel settore dello spazio
Presentato il Master di II livello in Satelliti e Piattaforme Orbitanti dell'Università ''La Sapienza'' di Roma
21-01-2023 - Con un webinar organizzato da DIMA (Dipartimento di Ingegneria meccanica e aerospaziale) venerdì 20 gennaio scorso, per la presentazione del Master di II livello in Satelliti e Piattaforme Orbitanti, ai giovani partecipanti è stato offerto un ampio panorama di temi interessanti che riguardano il settore dello spazio.
“Quali opportunità per i giovani dell'ingegneria italiana nelle missioni spaziali del prossimo futuro”
All'incontro in rete, moderato dal professor Luciano Iess, Ordinario di Impianti e Sistemi e Aerospaziali e Direttore del Master, ha partecipato il presidente dell’ASI (Agenzia Spaziale Italiana) Giorgio Saccoccia che ha espresso importanti considerazioni sull’attuale situazione del settore.
“Intanto, non è facile trovare talenti” sostiene Saccoccia, “ma l’Italia, che da anni è in grado di operare nel settore dei satelliti, può a ragione essere considerata capofila di molti nuovi progetti”.
Anche gli investimenti legati al settore dello spazio, ha ancora detto il presidente di ASI, sono in fase di perfezionamento, tanto che l’Italia ha assunto un ruolo importante in ambito europeo.
Saccoccia, in chiusura del proprio intervento, ha parlato di progetti dedicati alla sopravvivenza sulla luna: dunque, non più viaggi di pochi giorni, ma programmi organizzati con strutture dedicate che permettano all’essere umano di sopravvivere alle radiazioni ed al periodo di esperienza sul nostro satellite.
Un futuro ormai presente, cui i giovani potranno accedere frequentando il master che li preparerà professionalmente, abbiamo intuito dalle parole del professor Paolo Gaudenzi, Ordinario di Costruzioni e Strutture Aerospaziali già Direttore del Dipartimento di Ingegneria meccanica e aerospaziale.
Gaudenzi, complimentandosi con Saccoccia per gli ottimi risultati raggiunti nei rapporti di ASI con le aziende, ha sottolineato come “sia molto importante la partecipazione di Università e di Imprese, per il raggiungimento dei successi nel settore Spazio”.
“E’ un lavoro di frontiera”, è intervenuto Iess, “stiamo vivendo un momento particolare con il programma Artemis, per il quale ci sarà bisogno di professionalità di alta qualità”.
Da parte di Massimo Comparini, CEO di Thales, è stato sottolineato come le sfide siano diventate globali; neppure la NASA può pensare di porsi obiettivi sfidanti da sola, perché ormai è indispensabile la cooperazione globale. Ecco, dunque, la “grande importanza delle competenze, da applicare nel vasto programma delle attività relative allo spazio, ove ciascuno mette in campo le proprie capacità”.
Facendo cenno alla ‘’Città dello spazio di Torino’’, Comparini ha messo l’accento sull’importanza della multidisciplinarità, che si acquisisce con la formazione, condivisa con Università, piccole e medie imprese e industria.
Ha chiuso lanciando un appello ai giovani che intendono iscriversi al master: “Non serve uscire dall’Italia per lavorare nel settore dello spazio, l’Italia è un’eccellenza nel mondo per le proprie competenze”.
Da Telespazio è intervenuto il Chief Technology & Innovation Officer, Marco Brancati, anch’egli convinto assertore dell’importanza del Master.
“I ragazzi iscritti al percorso del Master devono essere orgogliosi di essere parte della famiglia nazionale di estrema importanza, rappresentata dall’industria italiana che è alla pari dei giganti internazionali”.
Ma devono anche essere soddisfatti di partecipare a progetti di sostenibilità da applicare allo spazio ove sempre più numerosi sono i detriti che vi circolano: le competenze necessarie sono la chiave del successo.
In chiusura, con i saluti e gli auguri del professor Iess e del professor Gaudenzi, si è ribadita l’importanza dell’esperienza vissuta nel Master ove i frequentatori potranno sperimentare la multidisciplinarità, anche grazie alle borse di studio che le imprese, anche questa volta, intenderanno offrire, seguendo l’iniziativa di formazione condivisa con il mondo industriale e delle imprese incominciata due decenni fa.






Maria Clara Mussa
 
  


 
Difesa: “Chinook” compie 50 anni
Il glorioso elicottero CH-47 “Chinook” compie 50 anni nell’AVES (Aviazione...
Difesa: ‘’Rudis Trium’’
Attività addestrativa di ''Personnel Recovery’' svolta presso 5° Reggimento...
A Roma per i diritti delle donne afghane
Manifestazione in piazza SS Apostoli contro le pesanti restrizioni del governo...
  Notizie dall'Italia
06-02-2023 - Gli Interventi Assistiti con i cavalli dell'Esercito sono dedicati al trattamento di militari vittime di Eventi...
06-02-2023 - Dal 21 al 28 di gennaio si è svolto, presso il Distaccamento Aeronautica Militare di Dobbiaco (BZ), il "Corso...
06-02-2023 - Si è appena concluso a Palazzo Guidoni, sede di Segredifesa, il Comitato bilaterale tra Italia e Serbia. Le...
03-02-2023 - La Guardia di Finanza ha inaugurato il suo Centro di Simulazione di Operazioni Aeronavali nella base aerea di...
27-01-2023 - Si è tenuta nella mattinata di oggi, a bordo di nave Caio Duilio, la firma dell’accordo di collaborazione...
24-01-2023 - Leonardo e la Guardia di Finanza hanno celebrato oggi la consegna del primo dei loro elicotteri AW169M caratterizzati...
Rubriche
L'auto della strage di Capaci in cui morì Giovanni Falcone è stata esposta a Crotone. Io...
Raccontare il Sinodo di una Chiesa in cammino anche nella società, essere testimoni di...
Audrey Azoulay, direttrice generale dell'UNESCO, ha deciso di dedicare la Giornata internazionale...
La FIR (Federazione Italiana Rugby) e l’Esercito Italiano hanno sottoscritto a Roma una...
La comunità afghana a Roma si è riunita nell’ambasciata della Repubblica islamica di...
Annunciate le date di “Fly Future 2023”: la seconda edizione dell’unico evento nazionale...
Venerdì 20 Gennaio prossimo ore 18.00, al via la prima edizione  del premio artistico...