21:41 domenica 20.05.2018

Notizie dall'Italia

Home   >>  News - Notizie dall'Italia   >>  Articolo
L’Aviazione dell’Esercito compie 67 anni
Dall’impiego in missioni internazionali alla campagna antincendi ai trasporti sanitari d’urgenza: l’AVES pedina fondamentale della Forza Armata e della Difesa
10-05-2018 - Si è celebrato, il 10 maggio, il 67° Anniversario della costituzione dell’Aviazione dell’Esercito (AVES), nata nel 1951 con lo scopo di consentire alla Forza Armata di concepire, organizzare e condurre operazioni terrestri nella terza dimensione.
Alla cerimonia, svolta all’interno dell’hangar del 28° Gruppo Squadroni “Tucano” nell’Aeroporto Militare “Fabbri”, ha partecipato il Capo di Stato Maggiore dell’Esercito, generale di Corpo d’Armata Salvatore Farina, accompagnato dal comandante delle Forze Operative Terrestri e comando Operativo Esercito, generale di Corpo d’Armata Federico Bonato e le autorità civili, militari e religiose della Città e della Provincia di Viterbo unitamente ai Labari e le Associazioni Combattentistiche e d’Arma.
Prima della cerimonia, il comandante dell’Aviazione dell’Esercito, generale di Brigata Paolo Riccò, accompagnato dai vertici dell’Associazione Nazionale e dai rappresentanti della Città e della Provincia viterbese, ha deposto una corona di alloro al monumento ai Caduti dell’AVES in Largo Caduti Aviazione dell’Esercito, per onorare la memoria di quanti, nell’adempimento del proprio dovere, hanno donato la vita alla Patria.
In 67 anni di storia, ovunque l’AVES sia stata impiegata, ha disegnato un percorso evolutivo basato  su un unico filo conduttore: la passione per il proprio lavoro.
Concetto enfatizzato dalle parole di Riccò che, ringraziando tutti gli uomini e le donne della Specialità, ha posto l’accento sui passi compiuti durante questo anno di comando durante il quale, i Baschi Azzurri, si sono dimostrati aderenti nel rispondere alle mutevoli esigenze d’impiego, mantenendo sempre alti i propri standard operativi, grazie all’addestramento svolto nelle molteplici esercitazioni con scenari nazionali e internazionali e alla preparazione e professionalità dei propri militari.
In un contesto dove l’Aviazione dell’Esercito si prefigura quale “importante pedina operativa della Forza Armata e della Difesa”, sempre pronta e in prima linea sia nelle attività e operazioni sul territorio nazionale sia in quelle internazionali, è doveroso porre l’accento sull’impiego “duale” che ha coinvolto i diversi assetti della Specialità su più fronti: dalla campagna antincendi per circa 350 ore di volo, al trasporto sanitario d’urgenza, dall’impiego di unità a supporto dell’Operazione “Strade Sicure”, ai più recenti interventi a favore della comunità come lo scorso gennaio in Val Venosta dove gli elicotteri dell’Esercito sono stati impiegati per portare in salvo 70 turisti rimasti bloccati dalle valanghe.
A dare alla cerimonia una nota di maggiore solennità, anche le parole del Capo di Stato Maggiore dell’Esercito, che ha voluto congratularsi con il personale dell’Aviazione dell’Esercito per la passione, lo spirito di corpo che contraddistinguono la più giovane Specialità tra le Armi dell’Esercito.
"Giorno dopo giorno, sono cresciute le capacità dell'AVES per merito di tutti voi che ci lavorate oggi e di quelli che vi hanno preceduto in un segno di continuità che caratterizza ed è la forza dell'Esercito Italiano. L'Aviazione dell'Esercito ha una chiara attitudine all'impiego duale che le permette di operare in ogni contesto operativo e a supporto della popolazione. L'AVES è una realtà moderna e all'avanguardia, unica, che vive e opera da sempre in contesti tecnologicamente avanzati, multiarma, interforze e internazionali."
Al termine della cerimonia, gli ospiti presenti hanno potuto visitare una mostra statica dei principali mezzi (aerei ed elicotteri) in uso nella Forza Armata.

Redazione
 
  


 
Porte aperte a Palazzo Marina
Grande successo di pubblico nazionale ed internazionale all’open day del 13...
Alla grande sfilata delle penne nere, ospite d’onore il Presidente Sergio Mattarella
Alla 91a Adunata degli Alpini, circa 600mila persone sono state accolte dalla...
Bersaglieri al 66° raduno nazionale
Nella città di San Donà di Piave, alla presenza delle autorità militari e civili,...
  Notizie dall'Italia
15-05-2018 - Mercoledì 16 maggio alle ore 10.30, alla Foiba di Basovizza – Monumento Nazionale, avrà luogo la cerimonia...
15-05-2018 - Gli artificieri del 21° Reggimento Genio Guastatori, in collaborazione con il personale del Centro Tecnico...
15-05-2018 - Dal 14 al 16 maggio, la fregata Espero della Marina Militare sosterà nel porto di Souda, nell’isola di Creta...
15-05-2018 - Un elicottero HH-212 dell'80° Centro SAR dell’Aeronautica Militare è intervenuto, nel pomeriggio del 14...
15-05-2018 - L'11 maggio scorso, presso il Centro Addestramento Tattico di Monteromano, si è conclusa l'esercitazione livex...
11-05-2018 - Settimana intensa per gli Allievi Marescialli del XIX corso “Saldezza”, impegnati dal 7 al 10 maggio nell’esercitazione...
Rubriche
"Ricordati che devi morire...ricordati che devi morire..." Questo è il messaggio che arriva...
Presso la Foiba di Basovizza – Monumento Nazionale, nel comune di Trieste il 16 maggio...
Caro sindaco, chi scrive è un semplice e normale cittadino come tantissimi altri, nato...
"Quest'opera vuole essere un omaggio ai 650 mila soldati caduti e ai 600 mila civili che...
Da Riad, capitale dell’Arabia Saudita, ci dicono che attualmente nelle strade si sentono...
La caserma “Soccorso Saloni”, sede della Scuola Sottufficiali dell’Esercito, ha aperto...
C’era una volta Crotone, così potrebbe iniziare la fiaba di Crotone una piccola, bellissima...