00:16 mercoledì 20.03.2019

Manifestazioni ed Eventi

Home   >>  News - Manifestazioni ed Eventi   >>  Articolo
Complex Aviation Exercise 2018 (CAEX)
Attività addestrative per mantenere e implementare le capacità operative e garantire l’impiego e l’interoparabilità di assetti aeromobili di livello Task Group (TG)
25-10-2018 - Il 15 ottobre scorso, l’Aves, (Aviazione dell’Esercito) ha dato il via all’Esercitazione CAEX II 2018 (Complex Aviation Exercise), il cui filo conduttore è l’obiettivo di rendere sempre più performante le complesse operazioni che ruotano intorno alla realtà dell’Aves.
Scopo dell’esercitazione è pianificare, organizzare e condurre un’esercitazione complessa che includa attività addestrative mirate a mantenere e implementare le capacità operative, nonché garantire l’impiego e l’interoparabilità di assetti aeromobili di livello Task Group (TG) al fine di amalgamare il personale delle differenti unità e sviluppare in condotta la capacità di gestire situazioni di crisi.
In una prima fase di pianificazione, alla Task Force “Angel” è stata assegnata una missione che prevedeva la simulazione del contrasto delle attività di rifornimento logistico di armi e munizioni di due cellule nemiche dislocate nelle zone di Capalbio e Monteromano.
Pianificata la missione, i tre Task Group, inquadrati all’interno della Task Force, hanno impiegato assetti CH-47, A 129, UH-90 e UH-205 A.
Quindi, due gli atti tattici diurno e notturno svolti nella giornata del 16 ottobre hanno previsto l’impiego di due plotoni di paracadutisti del 186° Reggimento “Folgore” e un plotone di fanteria aeromobile del 66° Reggimento “Trieste”.
Durante l’azione di assalto dei paracadutisti, si è simulato il ferimento di uno dei componenti del plotone. È stato quindi necessario attuare le procedure per il recupero del ferito tramite il team di Evacuazione Medica Avanzata (MEDEVAC), prontamente giunto sul luogo del ferimento su un elicottero UH – 205. Al termine dell’assalto, i paracadutisti hanno rinvenuto un carico di armi e munizioni trappolato con esplosivo. Per gestire l’evento, sono stati predisposti gli assetti K9 (binomio uomo cane) e la squadra IEDD per la bonifica dell’esplosivo, trasportati da due elicotteri UH-90 e scortati da due elicotteri A-129.
Contemporaneamente, anche l’atto tattico di assalto a fuoco, condotto dal plotone di fanteria aeromobile, è stato messo a dura prova a causa della cattura di due unità del plotone. I due soldati fatti prigionieri sono riusciti a scappare attivando le procedure previste per il Personell Recovery (recupero di personale rimasto isolato). Contestualmente un altro CH-47, con a bordo il secondo plotone di fanteria paracadutisti, è stato attivato per contrastare l’azione ostile di un obbiettivo in movimento, prontamente neutralizzato.
Nell’arco notturno, a seguito della riconfigurazione delle cellule nemiche, il secondo atto tattico ha previsto un’altra complessa azione offensiva che si è conclusa con la disfatta degli insurgent.
Conclusa questa fase, i reparti in addestramento, saranno in Sardegna, per la condotta della parte Real Life che li vedrà impiegati nella zona di Capo Teulada.
Nota
Ente pilota dell’esercitazione: il Comando Aviazione dell’Esercito, sotto la guida del generale di Brigata Paolo Riccò.
Numerosi reparti interessati: Centro Addestrativo Aviazione dell’Esercito, Comando Sostegno Aviazione dell’Esercito, Comando Brigata Aeromobile “Friuli”, Policlinico Militare “Celio”, Centro Militare Veterinario, 1° Reggimento Aviazione dell’Esercito “Antares”, 2° Reggimento Aviazione dell’Esercito “Sirio”, 3° Reggimento Elicotteri per Operazioni Speciali “Aldebaran”, 4° Reggimento Aviazione dell’Esercito “Altair”, 5° Reggimento Aviazione dell’Esercito “Rigel”, 7° Reggimento Aviazione dell’Esercito “Vega”, 4° Reggimento di Sostegno “Scorpione”, 66° Reggimento Fanteria Aeromobile “Trieste”, 186° Reggimento Paracadutisti “Folgore”, 41° Reggimento “Cordenons”, 11° Reggimento Trasmissioni e Reparto Eliassalto Marina Militare.

Maria Clara Mussa
 
  


 
''Difesa collettiva'', l'Esercito Italiano
Il Seminario è il secondo di una serie di incontri programmati per far conoscere...
Alpini, soldati al quadrato
Con la cerimonia di chiusura dei CaSTA 2019, conclusa una settimana di dure prove...
Obiettivo: raggiungere il perfetto equilibrio
Ingrid Qualizza, la ‘’sergente di ferro’’, racconta la sua passione per...
  Manifestazioni ed Eventi
19-03-2019 - Al match tra Italia e Francia, giocato sabato scorso allo Stadio Olimpico, la Difesa ha partecipato con atleti...
19-03-2019 - Il 18 marzo scorso, firmata a Palazzo Arsenale il rinnovo della convenzione fra il Comando per la Formazione...
14-03-2019 - Il 14 marzo scorso, nell’Aula “M.O.V.M. Capitano Veterinario Paolo Braccini” del Centro Militare Veterinario...
12-03-2019 - Il 10 marzo scorso, trenta atleti della Scuola sottufficiali dell’Esercito hanno partecipato alla 45ª edizione...
11-03-2019 - Circuiti stampati, microprocessori, led, ma anche cellulari, computer, video, robot e droni. Saranno questi...
09-03-2019 - Nella storica cornice dell’Accademia Militare di Modena gli allievi ufficiali del 200° Corso “Dovere”...
Rubriche
Al match tra Italia e Francia, giocato sabato scorso allo Stadio Olimpico, la Difesa ha...
Il 18 marzo scorso, firmata a Palazzo Arsenale il rinnovo della convenzione fra il Comando...
Il 14 marzo scorso, nell’Aula “M.O.V.M. Capitano Veterinario Paolo Braccini” del Centro...
Il 10 marzo scorso, trenta atleti della Scuola sottufficiali dell’Esercito hanno partecipato...
Circuiti stampati, microprocessori, led, ma anche cellulari, computer, video, robot e droni....
Nella storica cornice dell’Accademia Militare di Modena gli allievi ufficiali del 200°...
Il 25 febbraio scorso, il generale di Divisione Salvatore Cuoci, comandante per la Formazione...