11:52 martedì 19.02.2019

Notizie dall'Italia

Home   >>  News - Notizie dall'Italia   >>  Articolo
Nella casa circondariale Borgo San Nicola di Lecce, si coltivano pomodori e zafferano
Un progetto di Maria Antonietta Zecca per la coltivazione di ortaggi in serra, con la collaborazione della cooperativa san Rocco
31-12-2018 - Il carcere deve essere luogo di “ricostruzione” dell’individuo, non solo di detenzione.
E la cura della terra, con progetto di coltivazione di ortaggi ideato da Maria Antonietta Zecca, con il supporto della cooperativa San Rocco di Leverano, raggiunge lo scopo.
In una dichiarazione rilasciata a Lecceprima.it, la direttrice del carcere Rita Russo, che ha fortemente voluto realizzare il progetto, afferma: “E’ un’idea che ci è sembrata fondamentale per il percorso trattamentale dei detenuti; è un’attività che dimostra cosa si possa ottenere imparando un mestiere, perché la terra, rifritti te li fa vedere e, se sono buoni, nessuno può dire il contrario indipendentemente da chi li coltivi”.
Semi liberi” è il nome dato al progetto da Maria Antonietta Zecca, che lo ha ideato nel 2015, impiegando inizialmente 15 detenuti per coltivare 1000 metri quadri di terra.
E’ molto soddisfatta nel presentarci gli ottimi risultati del lavoro dei carcerati, i quali sono a loro volta entusiasti di applicarsi ad una attività che li rende partecipi del lavoro svolto con lo scopo di riappropriarsi una dignità civile.
La Cooperativa Agricola San Rocco è una cooperativa agricola specializzata nella produzione di ortaggi e frutta in regime di Agricoltura Integrata in ambiente protetto.
Fondata nel 1973, è composta da 229 soci con oltre 300 ettari di colture protette; ed è una realtà dinamica ed efficiente sotto il profilo tecnico, produttivo, amministrativo e distributivo, fortemente orientata alla Produzione Sostenibile.
Dunque, un'accoppiata vincente ove l’esperienza aiuta la volontà di crescere, di integrarsi in ambiente lavorativo, producendo dai 40 ai 45 quintali annui di pomodori nel ‘’deserto’’ della casa circondariale di Borgo San Nicola; e, da quest’anno, anche lo zafferano si è aggiunto ai prodotti coltivati, quello zafferano di cui va orgoglioso il Salento.



Maria Clara Mussa
 
  


 
Correre nel mondo superando difficoltà e confini pericolosi
Intervista con Giovanni Salvioli, maratoneta per amore dell'Arte, della Cultura...
''Defence 5+5 Initiative'' un ponte tra i parlamenti dell’area del mediterraneo
Un confronto tra esperti, alla presenza della ministra della Difesa Trenta, sull'importanza...
Freedom seeking, in Afghanistan
For now it is impossible to predict when the hope of Afghan women will find comfort,...
  Notizie dall'Italia
19-02-2019 - ELITE è il programma internazionale del Gruppo London Stock Exchange dedicato alle aziende più ambiziose,...
16-02-2019 - Leonardo ha inaugurato oggi un nuovo stabilimento a Pisa dedicato allo sviluppo e alla produzione dell'elicottero...
13-02-2019 - Il 16 ed il 17 febbraio 2019 La Scuola Navale Militare “Francesco Morosini” di Venezia aprirà le porte...
12-02-2019 - I Carabinieri della Stazione di San Vittorino Romano hanno arrestato tre persone, due uomini ed una donna, D.G....
11-02-2019 - Nelle giornate del 30 gennaio e 6 febbraio, presso la Caserma “Soccorso Saloni” sede della Scuola Sottufficiali...
11-02-2019 - Il comandante Logistico dell’Esercito, generale di Corpo d’Armata Francesco Paolo Figliuolo e il comandante...
Rubriche
L’accensione del tripode in piazza del Magistrato a San Candido in Pusteria ha dato ufficialmente...
I campionati Sciistici delle Truppe Alpine, giunti alla 71esima edizione, prenderanno avvio...
Significativo il contributo dell'Esercito al Grand Prix FIE – Trofeo “Inalpi”, la...
L'appuntamento con il Sei Nazioni 2019 è in piena attività: un'occasione per immergersi...
L’evoluzione che i concetti di difesa e di sicurezza hanno avuto negli ultimi anni, sia...
Quasi a conclusione del centenario della Prima Guerra mondiale è arrivato questo libro,...
Il 24 gennaio scorso, ha avuto inizio il ciclo di conferenze di orientamento organizzate...