00:23 mercoledì 24.07.2019

Notizie dal Mondo

Home   >>  News - Notizie dal Mondo   >>  Articolo


foto di: Cybernaua
Il potere del pallone
In Arabia Saudita, le donne non possono assistere alla partita se non accompagnate da maschi
03-01-2019 - Un numero grande di voci femminili si eleva dai social media scandalizzate e pronte alla lotta politica a favore delle donne arabe che non possono entrare nello stadio di Jeddah da sole.
In Arabia Saudita, Paese che dal 24 giugno 2018 ha dato il via libera alle sue cittadine di guidare, (primi passi verso l'indipendenza) ancora vige la legge dettata dagli Ulema che impone alle donne di prendere decisioni solo se autorizzate dall’uomo.
Dunque, a fronte della proibizione di assistere da sole all’incontro Iuve-Milan prevista per il 16 gennaio prossimo a Jeddah, si erge la voce (e ben venga) di Giorgia Meloni che invita ad …”individuare un’altra sede per questo trofeo italiano, in uno Stato che riconosca pari diritti alle donne”.
Suggerirei, allora, di far giocare la partita a Kabul.
Visto che il calcio smuove le menti e le dichiarazioni politiche, l’Afghanistan potrebbe essere il Paese adatto.
E’ più dirompente la notizia della partita di calcio giocata a Jedda, per rivelare che le donne per legge islamica sono schiave?
Mentre il reportage, con interviste autentiche e dati reali, su come la situazione delle donne in Afghanistan sia ancora sottoposta alle leggi di Ulema integralisti non ha smosso un animo.
//www.cybernaua.it/photoreportage/reportage.php?idnews=6852 "Libertà vo cercando"
Le donne afghane, non solo non possono prendere decisioni da sole o assistere alle partite di calcio senza l’ala protettiva del maschio alfa islamico, ma sono anche soggette a violenze domestiche inaudite, con il placet della società e con l’assenza totale della legge.
E sperano in un contributo, almeno di battaglia culturale, da noi donne occidentali.
Ricevo da loro lettere accorate, ove vedono il proprio suicidio come l'unica via di scampo
Associazioni e reti femminili, a fronte di un calcio giocato in Arabia in cui è proibita la presenza di donne non accompagnate, non si sono lasciate commuovere dalla situazione tragica delle donne di Kabul.
Già: l’Afghanistan è considerato pericoloso, mica si può andare là di persona, a rischio della propria pelle.
Ma almeno creare una rete femminile da cui lanciare, periodicamente, senza sosta, messaggi chiari ai governi che chiudono tutte e due gli occhi sulla tragedia femminile non sarebbe pericoloso; forse con una partita di calcio si coinvolgerebbero anche gli uomini occidentali.

Maria Clara Mussa
 
  


 
Una giornata tra le pilote europee
Elisabetta Perrotta racconta come si è svolto l’incontro della FEWP (Federazione...
Una Acies, dual opportunities
Per formare un’unica schiera è basilare la formazione e l’addestramento dei...
‘’Lavaredo 2019’’ non solo esercitazione
Le Truppe Alpine in Cadore hanno mostrato la propria capacità operativa nello...
  Notizie dal Mondo
22-07-2019 - Nell'ambito della missione in Kosovo, si è svolta dal 9 al 10 luglio scorso l’esercitazione congiunta tra...
22-07-2019 - Nei giorni scorsi, il contingente italiano del Sector West di UNIFIL, è intervenuto, a seguito di espressa...
20-07-2019 - Si è svolta, a camp Singara, la cerimonia di avvicendamento tra i generali di Brigata Nicola Terzano e Paolo...
19-07-2019 - Si è concluso nei giorni scorsi il secondo ciclo di appuntamenti che ha visto la distribuzione di farmaci,...
19-07-2019 - Il comandante della missione Resolute Support (RS), Generale (USA) Austin Scott Miller, ha tenuto a Herat un...
19-07-2019 - E' di pochi giorno or sono l'arresto a Kabul di tre persone tra cui un professore dell'Università considerato...
Rubriche
In occasione della 30° Summer Universiade, tenutosi nella regione Campania, il Comando...
20 Luglio 1969. Tutti con il fiato sospeso in diretta Tv, per quei fortunati che ne erano...
Dalle stelle nell'universo ai batteri, dall’archeologia ai calcoli informatici, dalle...
‘’La difesa dell’Europa’’ è un libro di grande attualità, scritto da Pasquale...
L'11 luglio scorso, il Commissario Generale per le Onoranze ai Caduti, generale Alessandro...
Il 3 luglio scorso, firmata la nuova convenzione tra il Comando Logistico dell'Esercito...
E' stato presentato il programma della ormai tradizionale esercitazione che si organizza...