00:26 mercoledì 20.03.2019

Notizie dal Mondo

Home   >>  News - Notizie dal Mondo   >>  Articolo
Colloqui di pace sull’Afghanistan con un tweet
Khalilzad ha detto che la pace richiede un accordo su quattro questioni, ma ancora molti punti sono da definire
13-03-2019 - Al quinto round degli incontri a Doha, Qatar, tra i rappresentanti dei Taliban e l’inviato speciale degli USA, Zalmay Khalilzad, concluso dopo sedici giorni di discussioni con un accordo in bozza tra le parti, ne apprendiamo la notizia dall’inviato americano in un suo ‘’cinguettìo’’.
Khalilzad, in un tweet, ha detto che la pace richiede un accordo su quattro questioni: assicurazioni antiterrorismo, ritiro delle truppe, dialogo intra afghano e un cessate il fuoco globale.
"Nei colloqui di gennaio, abbiamo concordato in linea di principio su questi quattro elementi. Ora siamo "d'accordo in bozza" sui primi due ".
Ha inoltre aggiunto che le condizioni per la pace sono migliorate e che è chiaro che tutte le parti vogliono porre fine alla guerra.
"Nonostante gli alti e bassi, abbiamo tenuto le cose in pista e fatto passi da gigante“.
Quando l'accordo in bozza sui tempi richiesti per il ritiro e le misure antiterrorismo efficaci sarà completato, i talebani e altri afghani, incluso il governo, avvieranno negoziati intra-afghani su una soluzione politica e un cessate il fuoco globale.
"Il mio prossimo passo sono le discussioni a Washington e le consultazioni con altri partner. Ci rivedremo presto; e non ci sarà un accordo definitivo fino a quando non sarà tutto condiviso“, ha concluso Khalilzad.
Anche i taliban hanno dichiarato che con gli Stati Uniti hanno discusso approfonditamente sulle due questioni concordate a gennaio; nessun accordo è stato firmato dai team di negoziazione e che si riuniranno dopo aver consultato i loro dirigenti sugli attuali sviluppi.
Ci si aspetta che un paio di basi statunitensi rimangano in Afghanistan.
Nel frattempo, un incontro tra un certo numero di politici afghani e talebani, che si sarebbe dovuto tenere nelle prossime due settimane, è stato rimandato.
Resta sempre innominata la questione relativa alla condizione della donna in Afghanistan, di cui, dalle trattative di pace tra rappresentanti politici afghani, taliban, e rappresentanti americani per ora non è stato fatto alcun cenno.
Ci aspettiamo almeno un tweet.



Maria Clara Mussa
 
  


 
''Difesa collettiva'', l'Esercito Italiano
Il Seminario è il secondo di una serie di incontri programmati per far conoscere...
Alpini, soldati al quadrato
Con la cerimonia di chiusura dei CaSTA 2019, conclusa una settimana di dure prove...
Obiettivo: raggiungere il perfetto equilibrio
Ingrid Qualizza, la ‘’sergente di ferro’’, racconta la sua passione per...
  Notizie dal Mondo
18-03-2019 - Concluso in Afghanistan il corso in Explosive Hazard Reduction, organizzato a favore dei militari delle Afghan...
16-03-2019 - Dopo 4 settimane di addestramento, il corso di tecniche di combattimento in quota pianificato e condotto dal...
12-03-2019 - La donna preziosa risorsa per la pace e lo sviluppo, è questo il tema della tavola rotonda organizzata a Camp...
09-03-2019 - Il comandante del NATO Joint Force Command di Brunssum (JFCBS), generale di Corpo d’Armata Riccardo Marchiò,...
06-03-2019 - I militari italiani della Joint Task Force Lebanon (JTF-L) hanno condotto, nel training hub di Chawakeer (Tiro)...
27-02-2019 - Presso la sala Consiliare del comune di Istok in Kosovo, si è svolto un corso di BLSD (Basic Life Support and...
Rubriche
Al match tra Italia e Francia, giocato sabato scorso allo Stadio Olimpico, la Difesa ha...
Il 18 marzo scorso, firmata a Palazzo Arsenale il rinnovo della convenzione fra il Comando...
Il 14 marzo scorso, nell’Aula “M.O.V.M. Capitano Veterinario Paolo Braccini” del Centro...
Il 10 marzo scorso, trenta atleti della Scuola sottufficiali dell’Esercito hanno partecipato...
Circuiti stampati, microprocessori, led, ma anche cellulari, computer, video, robot e droni....
Nella storica cornice dell’Accademia Militare di Modena gli allievi ufficiali del 200°...
Il 25 febbraio scorso, il generale di Divisione Salvatore Cuoci, comandante per la Formazione...