14:33 venerdì 15.11.2019

Notizie dall'Italia

Home   >>  News - Notizie dall'Italia   >>  Articolo


foto di: CC
Titolare di un’azienda zootecnica arrestato dai Carabinieri dell'anticaporalato
Contro lo sfruttamento del lavoro nero un'operazione del Comando Provinciale Carabinieri di Taranto e della Stazione Carabinieri di Ginosa
07-09-2019 - La Task Force “anticaporalato” istituita dal Comando Provinciale Carabinieri di Taranto, supportata dai militari della Stazione Carabinieri di Ginosa (TA), è ancora una volta intervenuta in aiuto di tre lavoratori in stato di bisogno costretti a lavorare in condizioni di manifesto sfruttamento all’interno di un’azienda zootecnica.
I Carabinieri hanno infatti tratto in arresto, per “intermediazione illecita e sfruttamento del lavoro irregolare”, un 54enne di Laterza, titolare della suddetta struttura, ubicata nelle campagne del Comune di Ginosa, ritenuto responsabile di aver impiegato con mansioni di pastori e custodi di bovini ed ovini - senza un regolare contratto di assunzione e imponendo condizioni di lavoro di oggettivo sfruttamento – due lavoratori albanesi, clandestini.
Nello specifico, i militari, all’esito di mirata attività d’indagine, hanno accertato che i 2 extracomunitari, retribuiti giornalmente per circa 15 ore di lavoro al giorno, con appena 25,00 euro ( 1,50 euro all’ora), venivano costretti a lavorare in violazione delle più elementari norme sulla sicurezza nei luoghi di lavoro venendo alloggiati in un rudere con copertura in eternit in avanzato stato di sfaldamento ed in precarie condizioni igienico - sanitarie.
All’arrestato, quale datore di lavoro, sono state contestate violazioni amministrative ed ammende per un totale di 106.600,00 euro, con conseguente sospensione dell’attività imprenditoriale, per varie violazioni dei ”testi unici sulla salute e sulla sicurezza nei luoghi di lavoro e sulle disposizioni concernenti la disciplina dell’immigrazione” ed in particolare per: mancata consegna dei dispositivi di protezione individuale, omessa informazione ai lavoratori sui rischi per la salute, inosservanza dei requisiti minimi degli ambienti di lavoro e dormitori nelle aziende agricole, omessa sorveglianza sanitaria, occupazione di lavoratori clandestini e favoreggiamento alla loro permanenza sul territorio nazionale.
Al termine delle formalità di rito, il 54enne, già condannato per analoghi reati, su disposizione dell’A.G., è stato sottoposto agli arresti domiciliari presso la propria abitazione mentre l’immobile adibito ad alloggio è stato sottoposto a sequestro.
I due albanesi sono stati condotti all’Ufficio Stranieri della Questura di Taranto per le incombenze del caso.




Redazione
 
  


 
Donne militari innovative e geniali
Presentato a Napoli il ''calendario 20Venti venti anni con le donne nelle forze...
Noi siamo soldati, noi siamo Esercito
Presentato il ''Calendesercito 2020'' che quest'anno contribuirà a sostenere...
Ricordare è un dovere
Il 4 novembre Festa dell’Unità Nazionale e Giornata delle Forze Armate è una...
  Notizie dall'Italia
14-11-2019 - In linea con il processo già intrapreso per la formazione e la continua specializzazione del personale militare...
14-11-2019 - La Brigata “Pinerolo” compie oggi 198 anni Il 13 novembre 1821, il reggimento “Saluzzo”, che tra 1672...
10-11-2019 - La seconda edizione dell’esercitazione “Vardirex”, che nella scorsa settimana ha visto molti comuni di...
10-11-2019 - Una neonato di appena tre giorni in imminente pericolo di vita è stato trasportato d’urgenza da Lamezia a...
08-11-2019 - Quotidiana l’attività degli oltre 300 soldati del 7° reggimento alpini impegnati dal 14 giugno nell’operazione...
07-11-2019 - Nell’Accademia Aeronautica di Pozzuoli, alla presenza del ministro della Difesa, Lorenzo Guerini, si è svolta...
Rubriche
Nel 2018 intraprendemmo un'altra missione in terra afghana. Ci recammo, embedded, ad Herat...
L'11 novembre scorso, nella sala dell'Istituto di Santa Maria in Aquiro, una delle sedi...
Nel giorno in cui la comunità internazionale celebra la Giornata Mondiale del Diabete (GMD)...
Lo scorso 12 novembre, presso il Circolo Unificato dell’Esercito, nel complesso monumentale...
Si è svolta il 9 novembre scorso a Forlì, alla presenza del Prefetto della provincia di...
Le carrozze dell'evento Paradriving 2019 partite da Modena il 5 novembre scorso sono arrivate...
“Antinfortunistica e Ambiente” sono i temi trattati durante il seminario fortemente...