07:37 domenica 24.01.2021

Politica

Home   >>  News - Politica   >>  Articolo
Difesa: ok al progetto Tempest
Firmato memorandum of understanding tra Italia, Regno unito e Svezia: l'aereo di 6^ generazione é la naturale transizione tecnologica del programma Eurofighter-Typhoon
02-01-2021 - Il 21 dicembre scorso, il ministro della Difesa Lorenzo Guerini ha sottoscritto insieme al segretario di Stato per la Difesa del Regno Unito Ben Wallace e della Svezia Peter Hultkvist, un accordo trilaterale per lo sviluppo del nuovo sistema d'arma Tempest, determinante per gli equilibri delle capacità militari e industriali a livello europeo e globale.
L'accordo, denominato Future Combat Air System Cooperation MoU (Memorandum of Understanding), disciplina i principi generali per una collaborazione paritaria tra i tre Paesi e riguarda tutte le attività comprese la ricerca, lo sviluppo e il joint concepting necessarie ai governi per operare la scelta dell'acquisizione di un sistema aereo avanzato in sostituzione dell'Eurofighter.
All'accordo seguiranno i Project Arrangement e la fase di Full Development, attualmente prevista a partire dal 2025.
Il programma Tempest figura tra i programmi prioritari della Difesa. Nel Documento Programmatico Pluriennale, recentemente presentato al Parlamento, una prima importante linea di finanziamento per la partecipazione italiana a Tempest é stata chiaramente individuata nell'ambito del programma Eurofighter, per consentire il concreto avvio delle attività., attraverso la cosiddetta transizione "Typhoon to Tempest".
Il FCASC MoU, sottoscritto tra le uniche nazioni europee che conoscono, producono e giá utilizzano tecnologie aeronautiche di 5ª generazione, base necessaria per la costruzione dei futuri velivoli, consentirà di valorizzare l' industria nazionale, garantendo l'accrescimento del know-how in un settore pregiato come quello delle tecnologie abilitanti ai velivoli di sesta generazione.
In tale contesto, un ulteriore fattore di crescita economica per il Paese sarà rappresentato dal coinvolgimento delle piccole e medie imprese nazionali e il programma Tempest potrà riversare i propri effetti benefici anche sull'aspetto occupazionale nel settore dell'industria della difesa, nei Centri di Ricerca e nelle Università.
Sempre nell'ambito della realizzazione dei velivoli di sesta generazione l'Italia ritiene auspicabile, come pure altri Paesi partecipanti sia a Tempest sia al progetto FCAS trilaterale (Francia, Germania e Spagna) l'opportunitá di valutare nel tempo una possibile convergenza dei due programmi, per rendere il prodotto europeo ulteriormente competitivo su scala globale, anche per non rischiare l'avvio di una concorrenza tra gruppi europei, non facilmente sostenibile e che rischierebbe probabilmente di andare a beneficio di altri attori regionali con capacità globali, che stanno sviluppando analoghe tecnologie.




Redazione
 
  


 
‘’Leon’’ la lama venexiana
Storia di vita e di coltelli da combattimento militare creati dal Maestro Sandro...
1^ BAOS (brigata aerea operazioni speciali) da oggi nella nuova sede sull’aeroporto di Furbara
Generale Rosso: ‘’Una tappa fondamentale del processo di razionalizzazione...
Terminata la campagna ''Fari 2020''
La Marina Militare impegnata nella sicurezza dei segnalamenti per tutti i naviganti...
  Politica
21-01-2021 - Dopo l'articolo del presidente della BCE apparso sul “Financial Times”, con il quale Mario Draghi sostiene...
12-01-2021 - Si è svolto nel tardo pomeriggio dell’11 gennaio scorso a Roma presso Palazzo Baracchini, sede del ministero...
11-01-2021 - “La creazione di un polo di ricerca e sviluppo di produzione di vaccini ed anticorpi, grazie ad un'intesa...
07-01-2021 - Il cambiamento climatico e la scarsità di risorse influenzeranno sempre più gli equilibri di potere in diverse...
02-01-2021 - Come di consueto, nel corso delle festività di fine anno, le autorità in comando si recano in visita ai contingenti...
30-12-2020 - La Difesa sta fornendo aiuto alla popolazione croata, duramente colpita dal sisma Su indicazione del ministro...
Rubriche
Trent’anni fa, fra gennaio e febbraio del 1991, la Guerra del Golfo vedeva la sua fine...
Chi è Stefano De Grandis: un fotografo nato e vissuto a Venezia, che durante la sua carriera...
Dopo aver assistito, tramite le emittenti televisive, alle manifestazioni di protesta dei...
L'evento formativo in webinar dedicato alla formazione professionale dei giornalisti, è...
Il titolo richiama esplicitamente ai “Signori di Notte”, una delle numerose magistrature...
I mondi virtuali non sono che una estensione del pianeta reale e non solo MMORPG “Massive...
Il Sindacato ‘’Marinai e Guardiacoste’’, nell'ambito del Concorso denominato "luoghi...