05:40 sabato 27.11.2021

Politica

Home   >>  News - Politica   >>  Articolo


foto di: ministero difesa
Incontro con due rifugiate afghane a Roma
Necessario assicurare assistenza umanitaria e promozione diritti umani per tutti per non tornare indietro di 20 anni
21-10-2021 - Il ritorno al potere dei talebani in Afghanistan continua a destare profonda amarezza e preoccupazione per le gravi ripercussioni che inevitabilmente ne stanno derivando anche sulla stessa popolazione ed in particolare sulle categorie più deboli, come donne, ragazze e minoranze.
Sull’Afghanistan, infatti, dopo la straordinaria operazione di evacuazione condotta a fine agosto, incombe già il pericolo della bancarotta e si profila un’emergenza umanitaria di grandi proporzioni, senza contare il rischio latente legato alla possibile ricomparsa di integralismi e derive terroristiche. Il vertice straordinario del G20 sul tema afghano tenutosi il 12 ottobre scorso su spinta della presidenza di turno italiana ha registrato una sostanziale convergenza di vedute sulla necessità sia di affrontare l’emergenza umanitaria, aiutando direttamente agli afghani, sia di continuare nella promozione dei diritti umani per tutti, comprese donne, bambine e minoranze, per non tornare indietro di vent’anni. Agli Afghani diciamo che l’Italia continuerà ad avere un occhio vigile per verificare il rispetto del riconoscimento dei diritti di tutti – a partire dalle categorie più fragili e a rischio –, in quanto conquistati con tanta fatica e a caro prezzo.” Con queste le parole di vicinanza e sostegno si è espressa la sottosegretaria alla Difesa, Stefania Pucciarelli, nel corso dell’incontro con la signora Sakinah H., politica afghana, laureata in legge e attivista per i diritti delle donne che ha dovuto lasciare la sua terra insieme alla figlia Fateme, anch’ella presente all’incontro, perché oggetto di minacce da parte dei taliban.
Le due cittadine afghane, accompagnate in visita alla sede del Sottosegretario a Palazzo Marina dall’Europarlamentare Anna Bonfrisco, il 20 ottobre scorso, stanno trovando accoglienza in Italia insieme alle altre migliaia di connazionali, in tutto circa 4.900, tra cui oltre 1.300 donne e oltre 1.400 minori, evacuati la scorsa estate grazie all’Operazione militare nazionale ‘Aquila Omnia’ gestita dal nostro Comando Operativo di Vertice Interforze. Afghani che hanno collaborato con il contingente italiano in tutti i venti anni di “missione di pace” e che ora stanno cercando di ritrovare in Italia un po’ di serenità, al contrario di tanti altri, donne e uomini, rimasti a Kabul e ad Herat, che ancora ci inviano messaggi in cui chiedono aiuto, temendo fortemente per la propria vita, cercando di sottrarsi alle azioni violente dei taliban.
Pucciarelli ha rivolto parole di apprezzamento: “Il prezioso lavoro che lei, signora Sakinah, ha svolto in Afghanistan attraverso i numerosi progetti che ha portato avanti a favore delle donne del Paese, dalla loro istruzione alle iniziative per affermare il riconoscimento dei loro diritti, è assolutamente meritorio e non deve andare perduto. L’Italia, l’Europa e le Organizzazioni Internazionali dovranno continuare a vigilare sul pieno rispetto dei vostri diritti, dei diritti di tutti gli Afghani. Al tempo stesso, il nostro Paese dovrà individuare un percorso agevolato per il riconoscimento dello status di rifugiato ai cittadini afghani arrivati in Italia lo scorso mese di agosto e che in passato hanno collaborato fattivamente con il contingente italiano, facilitandone, inoltre, il loro inserimento nell’ambito scolastico e del lavoro.” Particolarmente toccanti sono state le parole di ringraziamento che Sakinah e la figlia Fateme hanno espresso, per la preziosa opera di supporto svolta dalla Difesa e dal Comando Operativo di Vertice Interforze nell’operazione di evacuazione dei connazionali a rischio e per l’assistenza sanitaria loro assicurata dal Policlinico Militare del Celio una volta arrivati in Italia lo scorso mese di agosto.


Redazione
 
  


 
Termina la quarta edizione della “Vardirex”
Si prefigge lo scopo di ottimizzare il supporto dell'Esercito in attività emergenziali...
Conclusa l’esercitazione ‘’Mangusta2021’’
Circa 700 militari impegnati nell’attività addestrativa condotta dalla Brigata...
E’ emergenza antisemitismo in Europa: occorre fermare atti ostili contro gli ebrei
Da Cracovia l’appello a non dimenticare e far in modo che la tragedia dell’Olocausto...
  Politica
26-11-2021 - La scorsa settimana il Segretario Generale della NATO Stoltenberg è stato a Roma per festeggiare i 70 anni...
26-11-2021 - Islamabad, 26/11/2021. “Da 70 anni Italia e Pakistan sono legati da solidi rapporti di amicizia e da una...
23-11-2021 - “Occorre che il rapporto tra le Forze Armate e l’industria evolva verso una sinergia tra tutte le componenti...
17-11-2021 - ROME – NATO Supreme Allied Commander Transformation gen. Philippe Lavigne opened the NATO-Industry Forum (NIF)...
16-11-2021 - A Bruxelles, nella sede del Consiglio Europeo è giunto il ministro della Difesa Lorenzo Guerini per un primo...
12-11-2021 - Si è svolto dall’8 al 12 novembre al Comando Operativo di Vertice Interforze (COVI) il 165° Corso di Diritto...
Rubriche
Proseguono le manifestazioni per sottolineare la necessità di lottare contro la violenza...
L'Associazione Nazionale Alpini A.N.A., nella riunione tenutasi a Bergamo il 20 Novembre...
Si è tenuta a Forte Cavalli una manifestazione organizzata dal Museo Storico di Forte Cavalli...
Da venerdì scorso, una troupe televisiva della BIA (Bravery In Arms) diretta dal regista...
Una celebrazione speciale quella organizzata dal Comune di Marino per la Giornata internazionale...
La presentazione di un libro è sempre un evento entusiasmante per coloro che traggono dalla...
Questa settimana il Segretario Generale della NATO Stoltenberg è stato a Roma per festeggiare...