11:50 mercoledì 21.02.2018
Libano, caschi blu italiani in cooperazione con le forze locali
Corsi di addestramento con le forze di sicurezza, incontri con le autorita’ del territorio, attivita’ di supporto per la popolazione
fotografie di: SME

15-02-2018 - Nei primi tre mesi della missione, sono circa 6mila le attivita’ svolte dai peacekeepers della Brigata Paracadutisti Folgore, inquadrati in ITALBATT.
Oltre 500 di queste attivita’ operative sono state svolte per la maggior parte lungo la linea di demarcazione denominata Blue Line, dai militari italiani di "Savoia Cavalleria" e del 183” Reggimento Paracadutisti “Nembo" che hanno operato in stretto coordinamento anche con le Forze Armate libanesi.
Le attività, che vanno dai corsi di addestramento con le forze di sicurezza locali, agli incontri con le autorita’ del territorio, alle attivita’ di supporto per la popolazione, hanno garantito in questi mesi un deciso incremento della stabilita’ dell’area, favorendo una maggiore sensazione di sicurezza e di miglioramento delle condizioni di vita  per i cittadini, nonché una accresciuta libertà e sicurezza di movimento in tutta l’area di operazione.
In questi giorni è in atto il secondo corso in favore degli sharpshooters della General State Security; a breve, inizierà un addestramento mirato al perfezionamento dell'uso dell'armamento individuale in dotazione.
Sono circa 70 gli incontri avvenuti nelle trenta scuole che insistono sul territorio, con oltre 15 donazioni di materiale didattico; mentre 800 i pazienti che hanno ricevuto assistenza, nel corso delle attività di Medical Care portate avanti dai medici del battaglione italiano.
Nel corso di uno degli ultimi incontri, il colonnello Cristian Margheriti, comandante di ITALBATT, ha sottolineato le ottime relazioni esistenti con gli abitanti ed i leaders locali. Il sindaco, Bahji Husseini, sempre vicino ad UNIFIL, ha ringraziato commentando: “Il battaglione italiano è il polmone attraverso il quale respiriamo”.
I militari italiani di "Leonte XXIII", hanno organizzato una serie di donazioni a favore di alcune scuole, nelle aree dove attualmente operano, nel sud del Libano.
Di pari passo alle molte attività operative, i caschi blu di ITALBATT, grazie alla generosità di alcune associazioni italiane, hanno potuto donare ai giovani studenti libanesi diversi materiali e supporti didattici utili a poter svolgere al meglio le lezioni nei loro primi anni di studio.
Il direttore della scuola del paese di Al Naqoura ed il colonnello Margheriti hanno evidenziato come il sostegno allo sviluppo dei piccoli studenti di oggi sia un passo concreto verso un futuro migliore per la nazione, in qualunque parte del mondo si trovi.
Le attività di supporto alla popolazione locale ed il contatto con gli istituti scolastici locali ed i loro dirigenti costituiscono un aspetto essenziale per la missione degli italiani di UNIFIL, sia perché garantiscono la massima aderenza alle esigenze della popolazione ma anche perché rappresentano un indubbio supporto alla manovra delle unità operative.
Capacità operativa, presenza costante in tutta l'area, cooperazione con le forze di sicurezza libanesi e supporto alla popolazione sono i punti di forza su cui ruota giornalmente l'impegno del caschi blu della Brigata paracadutisti Folgore nel Sud del Libano.
 
Redazione


Extrema Ratio Knives Division

''Gelone, la Spada e la Gloria''
Docu-film storico di Giovanni Virgadaula proiettato alla Casa del Cinema, racconto...
Afghanistan, pronte a comunicare
Continua il progetto gender, quattro nuove specialiste in comunicazioni operative...
Le foibe, un ricordo indelebile
Si è celebrata la cerimonia a Marino Laziale, organizzata dall'Associazione ''Casa...
Esercito: cambio del comandante logistico 
Il generale di Corpo d’Armata Leonardo di Marco lascia il servizio attivo dopo...
Somalia, poliziotti e gendarmi addestrati
I militari italiani concludono l’ottava missione di addestramento a favore  delle...
Paralimpici, orgoglio italiano
Presentato a Palazzo Barberini “Rivincita”, la storia, le vite, le vittorie...
Memoria, Ricordo e Vittoria: l'Italia di oggi e i conti con la propria storia
Convegno nella sala Nilde Iotti, Camera dei deputati a Roma, organizzato dal...
''Close quarter Battle skill''
In Libano il Corso organizzato dai caschi blu italiani a favore della general...
Lo giuro
Gli allievi ufficiali dell’Accademia Militare di Modena hanno prestato giuramento...
I quindici ministri riuniti hanno fatto un aggiornamento del quadro di riferimento politico-strategico della coalizione
Gli istruttori italiani addestrano al Team building le Forze di Sicurezza irachene
Il programma formativo condotto dal Military Advising Team (MAT) è terminato mercoledì 14 febbraio, dopo due settimane di lezioni teoriche e pratiche
Porto Recanati, misura cautelare nei confronti di 4 cittadini albanesi per importazione, via mare dall’Albania, di oltre 900 kg di marijuana
Primo corso a favore della general directorate of state security (GDSS) e della securite’ general
Accordo per l'addestramento piloti e l'impiego nella ricerca e soccorso
Nell'area addestrativa della Brigata Marina San Marco a Massafra, il personale sanitario si forma per affrontare l’attività operativa
La fregata Euro della Marina Militare partita da Taranto l’8 febbraio raggiungerà le altre Unità NATO a Cartagena