02:30 giovedì 23.11.2017
Continua la caccia ai pirati
Operazione Atalanta: fermati da nave Virginio Fasan sei sospettati di pirateria ad est delle coste della Somalia
fotografie di: MM

20-11-2017 - Nave Virginio Fasan ha intercettato e sottoposto a fermo un gruppo di sei persone sospettate di atti di pirateria.
I sei, tutti di nazionalità somala a bordo di due piccole imbarcazioni, nei giorni precedenti avevano tentato l’abbordaggio di un portacontainer e di un peschereccio d’altura, battenti rispettivamente bandiera Panamense e delle Seychelles.
Le attività di contrasto che hanno impegnato nave Fasan si sono svolte tra il 17 e 19 Novembre a circa 320 miglia nautiche a SE dalle coste somale all’altezza della città di Mogadiscio, in Oceano Indiano.
Nell’azione, diretta dal comandante in mare dell’Operazione EU NAVFOR Somalia - Atalanta, contrammiraglio Fabio Gregori imbarcato su Nave Virginio Fasan, è stato l’intervento congiunto della fregata italiana con l’elicottero di bordo insieme al team della Brigata Marina San Marco e di un aereo da pattugliamento marittimo spagnolo (MPRA), appartenente anch’esso alle Forze Europee dell’Operazione Atalanta.
In particolare, nave Fasan, che si trovava il giorno 17 Novembre in pattugliamento a circa 60 miglia nautiche dalla costa sud della Somalia, dopo aver ricevuto informazioni su un attacco di pirateria al portacontainer, si è diretta alla massima velocità verso la posizione segnalata, mentre veniva ordinato all’aereo da pattugliamento spagnolo di sorvolare la stessa zona di mare per effettuare una ricerca approfondita in area.
Lo stesso velivolo, durante la mattina del 18 Novembre, ha acquisito notizia che un peschereccio era stato anch’esso attaccato da un gruppo di pirati armati. Intensificando le ricerche in area, la sera del 18 Novembre, l’elicottero di bordo di Nave Fasan è riuscito ad identificare due piccole imbarcazioni in una posizione coerente e correlabile con quella degli avvenuti attacchi.
La mattina del 19 Novembre, Nave Fasan ha abbordato alcuni barchini per effettuare l’ispezione del personale e del carico. Gli elementi caratteristici riscontrati durante l’ispezione delle imbarcazioni hanno permesso di riconoscere quest’ultime come le imbarcazioni responsabili degli attacchi alle unità mercantili. Ciò è stato possibile anche grazie alle informazioni fotografiche e alle testimonianze fornite dagli equipaggi delle stesse.
Queste evidenze, unite all’infondatezza e alla incoerenza di alcune informazioni fornite dai sei sospettati durante l’ispezione, ha portato il comandante di Nave Fasan, c.f. Sebastiano Rossitto, a procedere al fermo degli equipaggi.
Quindi, i sospetti pirati sono stati portati a bordo della fregata Virginio Fasan in attesa che si concludano ulteriori accertamenti che confermino la possibilità di perseguirli legalmente in virtù degli accordi internazionali esistenti in materia tra l’Unione Europea e gli Stati costieri maggiormente attivi nel contrasto al fenomeno della pirateria.
 
Redazione


Extrema Ratio Knives Division

S.I.O. e “Livex” in primo piano al Cesiva
Completata la 2^ parte della Sessione Integrazione Operativa 2017 (S.I.O.) e chiuse...
Combattimento in quota, abilitato il primo plotone afghano
Continua l’impegno dei soldati italiani in Afghanistan nelle attività di addestramento...
4 Novembre, Esercito al servizio del Paese
Le celebrazioni per il 4 Novembre, Giorno dell’Unità Nazionale e Giornata delle...
Con Telethon, la Banda della Marina Militare al Parco della Musica a Roma
Il 30 ottobre, serata di grande musica diretta dal capitano di fregata Antonio...
‘’Joint Stars 2017’’, conclusa la più grande esercitazione interforze delle forze armate
Attività addestrativa organizzata dal Comando Operativo di vertice interforze...
Potenziato in Abruzzo il servizio meteomont dell’Esercito
Installata una nuova stazione automatica per il rilevamento e il monitoraggio...
Afghanistan nuovo Centro addestrativo del TAAC W
Allestita una parete di roccia artificiale per l’addestramento alpinistico delle...
Kirkuk sotto assedio
I Peshmarga sono determinati, come lo sono i civili che li affiancano armati per...
Kirkuk, pronta a difendersi ancora
Peshmerga e cittadini pronti ad imbracciare le armi se la minaccia di Baghdad...
Il Contingente italiano ha formato specialisti in comunicazione
Saranno impiegati dall’Aeronautica Militare norvegese e sostituiranno gli elicotteri Sea King attualmente in servizio
Nuove tecnologie tra sostenibilità e competitività nei progetti vincitori del Premio Innovazione 2017
Seconda tappa della cattedra itinerante organizzata dal comandante di Sanità e Veterinaria dell’Esercito
Convalidato l’arresto e disposto per l’indagato gli arresti domiciliari, nonché il sequestro preventivo del denaro rinvenuto
Carabinieri recuperano merce occultata in borse schermate
A La Spezia salvate le vittime di un’intossicazione da monossido di carbonio
La ministra della difesa Roberta Pinotti si congratula con il generale per l'obiettivo raggiunto