08:31 martedì 25.04.2017
Newroz 2017, Kurdistan
Erbil, capoluogo del governatorato di Erbil e del Kurdistan iracheno, è una città vivace con gente affabile e disponibile al contatto sociale, generosa e colta
fotografie di: Cybernaua

21-03-2017 - Se non sapessimo, per averlo constatato anche di persona, che a pochi chilometri dalla città si continua a combattere, a perdere vite umane, a lanciare colpi di mortaio per la conquista di un confine e di una vita più equilibrata, potremmo definirla una meta interessante per il turismo storico-culturale.
Negozi in cui tutto ciò che è esposto offre girandola di colori e di profumi: spezie, dolci, frutta, abiti, oggetti per la casa…un centro commerciale all’aperto o racchiuso nel dedalo di stradine del suk.
Ristoranti in cui domina il profumo di carni arrostite, di vegetali cucinati in salse di vario colore, profumo di coriandolo e zafferano, piatti fatti di pane, cotti sulla piastra rovente come nei tempi andati…
Domina il centro la “cittadella”, il cuore di Erbil, nucleo originario della città.
Struttura tra le più antiche (pare risalire a tempi antecedenti all’epoca delle piramidi d’Egitto), è attualmente in fase di ristrutturazione avanzata, con luoghi in cui si respira la storia della regione.
Libri che narrano delle ricchezze culturali passate, minerali preziosi esposti in un piccolo museo, oggetti di artigianato locale danno l’idea di una città ospitale, generosa ed accogliente, da inserire nei percorsi dei viaggi turistici.
Ulteriore conferma delle attività culturali curde ci viene dall’incontro con un’Associazione di artisti, che ha sede in una delle stradine della città, da noi scoperta per caso.
Sono poeti, attori, scrittori, cantanti e musicisti, che ci hanno accolto nella loro sede illustrando con entusiasmo le loro personali attività.
“We are irrepressible, we are Kurds”, dice il titolo del libro di canzoni dell’artista Fuad Nanakaly. Egli è famoso per la sua attività di sostegno ai Peshmerga, presso i quali si reca al fronte contro il Daesh, per allietarli con le sue interpretazioni poetiche e musicali.
Una testimonianza di amore per la propria terra, di cui i Peshmerga intendono conservare la proprietà nel limite dei confini che ogni giorno difendono.
Ci chiedono, gli artisti curdi, di far conoscere in Italia la loro esistenza, di rendere note le loro attività culturali e l'amore che hanno per le tradizioni del loro popolo.
L’Italia è da loro considerata un Paese in cui la cultura è protagonista e quindi un partner possibile.
In occasione del capodanno curdo, che ricorre proprio oggi, 21 marzo, li vogliamo ricordare, augurando loro e a tutto il popolo del Kurdistan un meraviglioso 2017, che sia introduttivo di un futuro migliore per tutti.
Maria Clara Mussa


Extrema Ratio Knives Division

‘’Lo giuro’’ del 19° Corso ‘’Saldezza’’
L’atto più solenne della vita di un soldato che suggella una scelta che abbraccia...
''Shark Games'', addestramento e competizione
Presso la base di Villaggio Italia, grazie al supporto logistico fornito dal contingente...
''1917-2017: la Sanità Militare dalla Grande Guerra ai giorni nostri. Le ferite da guerra''
Convegno organizzato presso l'Università di Roma ''Tor Vergata'', nell’ambito...
Centrale operativa dei Carabinieri: San Lorenzo in Lucina, a Roma
Fiore all'occhiello dell'Arma, per intuito e coordinamento operativo al servizio...
La signora dei mari in ''campagna d'istruzione 2017''
La nave scuola Amerigo Vespucci al porto di Civitavecchia, pronta per salpare
''Zeravani Tiger Training Center'', dove l'Italia addestra le forze di polizia del Kurdistan
I Carabinieri contribuiscono ad accrescere le competenze in ogni settore, compresa...
''Giochi'' faticosi e prove estreme, sulle cime del Pustertal
I CaSTA 2017 disputati a Dobbiaco e a San Candido hanno testimoniato la preparazione...
Iraq, con le Forze Speciali Peshmerga a Makhmur
A pochi chilometri da Mosul hanno il compito di controllare e difendere i confini...
Tre technical arrangement con la Marina del Qatar
Documenti che si inseriscono nel quadro della collaborazione tra le Forze armate...
Arrestati dai Carabinieri di Roma 16 pusher e sequestrati centinaia di dosi di droga
Da cinque anni le polizie di tutto il mondo gli davano la caccia perché doveva scontare 25 anni per traffico di stupefacenti
Concluso presso la Scuola di Fanteria dell'Esercito un ciclo addestrativo a favore dei marescialli allievi della Scuola sottufficiali di Viterbo
La Difesa ricorre in Cassazione contro la sentenza di condanna dell'allora comandante, generale Bruno Stano
Dopo le soste in Arabia Saudita, Sri Lanka, Australia, Indonesia, Singapore, Malesia, Pakistan, e Oman
Carabinieri hanno arrestato i responsabili e sequestrato marijuana in quantità, a Roma ed in provincia
Arrestato un cittadino romeno, di 27 anni, domiciliato presso l’ex campo nomadi Casilino 900, nullafacente e con precedenti
Recuperati dai Carabinieri della tutela del patrimonio culturale con il contributo dell'HSI-ICE statunitense