12:00 mercoledì 21.02.2018
Monastero di Decane, addestramento per proteggerlo
Dichiarato dall’UNESCO Patrimonio dell’Umanità e protetto dal contingente KFOR, un gioiello storico del Kososvo
fotografie di: SME

16-07-2017 - I militari italiani impiegati nella missione KFOR nei giorni scorsi hanno concluso un’articolata esercitazione sulle procedure di controllo della folla e sulla gestione dell’ordine pubblico in occasione di turbative o di concentrazione di masse ostili in prossimità del Monastero di Decane, dichiarato dall’UNESCO Patrimonio dell’Umanità e protetto dal contingente KFOR.
L’esercitazione ha visto il coinvolgimento di un Battaglione di manovra multinazionale, formato da militari del 3° Reggimento Artiglieria da Montagna della Brigata Alpina "Julia", un assetto di ricognizione e sorveglianza tramite velivoli a pilotaggio remoto del 41° Reggimento "Cordenons", e unità di manovra composte da militari italiani, sloveni e austriaci, rinforzati da una Compagnia ungherese.
E’ così stata messa alla prova la capacità di reazione rapida delle forze del MNBG-W, primo responsabile (first responder) in caso di turbative all’ordine pubblico ed eventuali escalation di violenza in prossimità di un’area sensibile come quella del Monastero di Decane.
Nel prosieguo dell’attività, le unità di manovra in assetto anti-sommossa hanno applicato le procedure tecnico-tattiche per respingere l’ammassamento della folla ostile ed evitare l’invasione del perimetro del complesso.
L’esercitazione ha contribuito a tenere alto il livello di addestramento, capacità operativa e standardizzazione delle procedure tecnico-tattiche, come previsto dalla Risoluzione 1244 del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite che prevede di garantire la sicurezza al Monastero di Decane, mantenere la libertà di movimento, impedire il ricorso alla violenza e sviluppare progetti della Cooperazione Civile e Militare tesi a supportare il processo di crescita economica grazie allo sviluppo delle istituzioni locali. 
Redazione


Extrema Ratio Knives Division

''Gelone, la Spada e la Gloria''
Docu-film storico di Giovanni Virgadaula proiettato alla Casa del Cinema, racconto...
Libano, caschi blu italiani in cooperazione con le forze locali
Corsi di addestramento con le forze di sicurezza, incontri con le autorita’...
Afghanistan, pronte a comunicare
Continua il progetto gender, quattro nuove specialiste in comunicazioni operative...
Le foibe, un ricordo indelebile
Si è celebrata la cerimonia a Marino Laziale, organizzata dall'Associazione ''Casa...
Esercito: cambio del comandante logistico 
Il generale di Corpo d’Armata Leonardo di Marco lascia il servizio attivo dopo...
Somalia, poliziotti e gendarmi addestrati
I militari italiani concludono l’ottava missione di addestramento a favore  delle...
Paralimpici, orgoglio italiano
Presentato a Palazzo Barberini “Rivincita”, la storia, le vite, le vittorie...
Memoria, Ricordo e Vittoria: l'Italia di oggi e i conti con la propria storia
Convegno nella sala Nilde Iotti, Camera dei deputati a Roma, organizzato dal...
''Close quarter Battle skill''
In Libano il Corso organizzato dai caschi blu italiani a favore della general...
I quindici ministri riuniti hanno fatto un aggiornamento del quadro di riferimento politico-strategico della coalizione
Gli istruttori italiani addestrano al Team building le Forze di Sicurezza irachene
Il programma formativo condotto dal Military Advising Team (MAT) è terminato mercoledì 14 febbraio, dopo due settimane di lezioni teoriche e pratiche
Porto Recanati, misura cautelare nei confronti di 4 cittadini albanesi per importazione, via mare dall’Albania, di oltre 900 kg di marijuana
Primo corso a favore della general directorate of state security (GDSS) e della securite’ general
Accordo per l'addestramento piloti e l'impiego nella ricerca e soccorso
Nell'area addestrativa della Brigata Marina San Marco a Massafra, il personale sanitario si forma per affrontare l’attività operativa
La fregata Euro della Marina Militare partita da Taranto l’8 febbraio raggiungerà le altre Unità NATO a Cartagena