05:37 martedì 26.09.2017
Seoul Defense Dialogue 2017
Per l'Italia ha partecipato il generale Domenico Rossi, sottosegretario alla Difesa
fotografie di: M.R.

11-09-2017 - Si è concluso nella capitale coreana il Seoul Defense Dialogue 2017 che ha visto la partecipazione dell’Italia, rappresentata dal sottosegretario di Stato alla Difesa Domenico Rossi, di oltre 40 nazioni, tra cui Australia, Canada, Francia, Germania, Giappone, Inghilterra e Russia, nonché dei rappresentanti delle istituzioni internazionali (Onu, Nato, Ue). Le nuove forme di minacce terroristiche, lotta al terrorismo, sicurezza cibernetica, tecnologia militare, sicurezza marittima e minaccia nucleare sono stati i principali temi trattati nelle sessioni del convegno. 
“La considerevole presenza a Seoul di così tante nazioni è stata la dimostrazione di unità rispetto a quanto sta avvenendo nella penisola coreana”, ha commentato Rossi, “Una crisi non solo regionale che preoccupa il mondo intero”. 
Dopo la cerimonia di apertura e i saluti iniziali del Primo Ministro Coreano Lee Nak-yeon, la prima sessione del convegno è stata dedicata alla minaccia nucleare e alla sicurezza nella penisola coreana. 

Rossi nel suo intervento ha riportato la posizione dell’Italia, da inizio anno e fino a dicembre 2017 tra i Paesi del Consiglio di Sicurezza Onu e alla presidenza  del Comitato di sanzioni, che “condanna fortemente i test nucleari eseguiti dalla Corea del Nord, una evidente violazione del diritto internazionale e delle pertinenti risoluzioni del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite” ribadendo poi: “L’Italia è favorevole all’adozione di misure restrittive nei confronti della Corea del Nord e punta a farle applicare con vigore, invitando tutta la comunità internazionale e gli Stati membri del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Uniti a indirizzare i propri sforzi verso questa direzione”. 
È la prima volta che l’Italia partecipa a questo convegno annuale avviato nel 2012 e giunto alla sua sesta edizione. “Nel confronto tra i Paesi presenti è emersa la preoccupazione di una pericolosa escalation della minaccia nordcoreana nell’area”, ha sottolineato Rossi, “Seoul sta continuando a vivere la sua vita, una città in mano ai giovani. Nello stesso tempo dal punto di vista istituzionale si segue l’evolversi della situazione con preoccupazione”. 
Il sottosegretario Rossi, accompagnato dall’ambasciatore italiano Marco della Seta, ha avuto l’opportunità di incontrare il vice ministro della Difesa della Repubblica di Corea, Suh Choo-suk con il quale ha discusso di collaborazioni nel settore della difesa tra Italia e Corea del Sud, in vista della firma del memorandum che prevede anche training congiunto e scambi di informazioni. 
Nella base militare americana di Seoul il Rossi, ricevuto dal generale Vincent K. Brooks, comandante delle forze armate statunitensi in Corea, ha parlato delle missioni militari italiane in atto e della lotta al terrorismo. Brooks da parte sua ha espresso apprezzamento per l’impegno della Difesa italiana che opera in oltre 30 missioni internazionali.  
La visita in Corea del Sud del sottosegretario Rossi si è conclusa a Panmunjeom, dove è situata l’Area di sicurezza congiunta (JSA), l’unico punto di incontro tra le milizie di Corea del Nord e Corea del Sud di tutta la zona demilitarizzata coreana.
    
Massimiliano Rizzo


Extrema Ratio Knives Division

ll mondo deve sapere cosa vuole il Kurdistan
Tra i votanti il Referendum per l’indipendenza del Paese dall’Iraq
Kurdistan, la grande sfida (Esclusiva)
Allo stadio di Erbil standing ovation per il Presidente Barzani alla chiusura...
Joint Amphibious Raid
A Venezia l’esercitazione interforze svolta presso la caserma dei Lagunari,...
Conclusa  l’Esercitazione ‘’Grifone 2017’’
460 tra uomini e donne, oltre 50 ore di volo, 95 sortite e 28 interventi delle...
Jesolo European Air Show 2017
Seicentomila persone ad ammirare le Frecce tricolori e non solo, che hanno attraversato...
La Vergine Maria unisce cristiani e musulmani
Caschi blu e popolazione libanese hanno celebrato insieme la festa dell'Assunzione...
Lotta senza tregua agli ordigni improvvisati
Continua l'attività di istruzione delle forze di sicurezza afghane da parte dei...
''Green Market II'', Virtual Battlespace di terza generazione
Attività addestrativa di simulazione avanzata presso il 5° Reggimento AVES
Folgore, cambio di comando
La Grande Unità ha salutato il generale Vannacci che ha lasciato l'incarico e...
Among the voters the Referendum for Independence of the Country from Iraq
Oggi la popolazione compatta vota per l'indipendenza dall'Iraq
Partecipa terza edizione degli Invictus Games 2017, alla quale prendono parte i militari affetti da disabilità permanenti.
At the Erbil standing ovation stage for President Barzani at the end of the campaign for YES to the referendum
Per recepire nuove tecniche, soluzioni od accorgimenti qualora ritenuti funzionali ad elevare il livello addestrativo dei militari. 
Battezzata ''Monte Nero'' a memoria della vetta conquistata dal 3° alpini nella Prima Guerra Mondiale
Il generale Graziano: combattere indirettamente il terrorismo stabilizzando le aree di crisi
Siglata la convenzione tra Esercito e Università La Sapienza