21:04 martedì 16.10.2018
Gli allievi dell’Accademia Navale di Livorno hanno giurato
Alla cerimonia erano presenti la ministra della Difesa Pinotti, il capo di stato maggiore della Difesa generale Graziano e il capo di stato maggiore della Marina ammiraglio Girardelli
fotografie di: Giuseppe Lami

02-12-2017 - Il 2 dicembre 2017 resterà nella memoria degli ufficiali della Marina Militare che hanno gridato "Lo giuro".
Il Giuramento alla Patria contrassegna in modo significativo il percorso compiuto nell’Accademia Navale di Livorno per raggiungere la preparazione professionale che li vedrà operativi nella Forza Armata.
I percorsi di selezione e di formazione sono impegnativi ed estremamente selettivi; i giovani devono possedere qualità come motivazione, dedizione, spirito di sacrificio, capacità di applicazione, resistenza fisica e mentale.
Nell’occasione del Giuramento, li abbiamo seguiti sin dalle prime ore della giornata, nei frenetici preparativi non privi di sensazioni emotive significanti.
Dalla camerata, in cui si aiutavano a vicenda ad indossare la divisa per l’importante cerimonia, alla corsa nel piazzale dell’edificio storico che dal 1881 forma gli ufficiali marinai italiani, all foto ricordo a termine della cerimonia.
Seri, professionali, consapevoli dell’importanza del momento che per loro rappresenta un traguardo da cui proseguire in una carriera dedicata alla Difesa del Paese.
 “Il Giuramento che oggi prestate, in questo prestigioso Istituto che assolve le sue funzioni da più di 130 anni, è la promessa solenne di impegnare tutte le vostre capacità per proseguire lungo la strada del dovere tracciata da generazioni di ufficiali che, prima di voi, hanno avuto l’onore e la responsabilità di servire la Patria nei ranghi della Marina Militare e nella grande famiglia delle Forze Armate”.
Queste le parole rivolte dal Capo di Stato Maggiore della Difesa, generale Claudio Graziano, ai 203 allievi dell’Accademia Navale di Livorno che oggi hanno prestato solenne Giuramento di fedeltà alla Repubblica, alla presenza della ministra della Difesa, Roberta Pinotti e del Capo di Stato Maggiore della Marina, ammiraglio Valter Girardelli.
“Negli attuali scenari internazionali, che si presentano estremamente dinamici, complessi ed in continua evoluzione”, ha continuato Graziano,  “il nostro strumento militare si caratterizza per la capacità di operare, trasformandosi al fine di rispondere in maniera adeguata ed efficace alle sfide che minacciano la nostra sicurezza. La vostra generazione avrà l’onere di continuare a portare avanti questo cambiamento, in una dimensione sempre più marcatamente interforze, internazionale e anche interagenzia.
Fate tesoro degli insegnamenti che riceverete qui in Accademia, poiché vi saranno forniti gli strumenti, culturali e professionali, per operare nel dominio marittimo e per portare avanti le tradizioni di Forza Armata. Per questo, vi esorto già da ora a guardare più in alto, ad una dimensione più ampia, quella interforze e internazionale, che sarà la costante dei vostri impieghi operativi futuri, al fianco dei colleghi di altre Forze Armate e di altri Paesi, nell’ambito delle principali Organizzazioni Internazionali”.
In particolare, tra le più recenti iniziative, Graziano ha ricordato l’accordo siglato da 23 Paesi dell’UE sulla Cooperazione Strutturata Permanenti (Pesco), il cui avvio consentirà una graduale transizione militare in ambito europeo da mere cooperazione a concrete integrazioni capacitive.
Ha poi così concluso il suo discorso “Voi siete il nostro futuro! Il Giuramento è il solenne momento che accomuna gli Allievi di tutte le Accademie e di tutti i tempi, siate orgogliosi di essere la parte migliore della nostra società e di camminare con affianco tutte le altre Forze Armate”.
Al termine della cerimonia, per la prima volta, il defilamento degli allievi lungo il Viale Italia, per un abbraccio simbolico a tutta la cittadinanza livornese fortemente colpita dall’alluvione del 10 settembre scorso, quando, per il soccorso alla popolazione, anche gli Allievi che oggi hanno giurato, erano intervenuti fianco a fianco con i paracadutisti della Brigata Folgore e con gli operatori delle altre Istituzioni e della Protezione Civile e dei volontari. 
Maria Clara Mussa


Extrema Ratio Knives Division

Ammodernamento delle Forze Armate in sinergia con il ‘’Sistema Paese’’
Cerimonia d’insediamento del nuovo Segretario Generale, alla presenza della...
9° ''Col Moschin'', cambio di comando
Il colonnello Giuliano Angelucci ha ceduto il comando al colonnello Yuri Grossi,...
‘’Visioni’’ mostra pittorica al Vittoriano
Nelle sale del Museo del Risorgimento, Marcella Mencherini ha presentato le sue...
Fly Donna - 8a edizione
Donne che del volo hanno fatto la propria passione e ogni anno la esprimono ritrovandosi...
Spending review, innovare per risparmiare
L'Aeronautica militare ha intrapreso la strada dell'innovazione, seguendo le indicazioni...
la ''Madonna della Montagna'' santuario sull'Aspromonte
Per molti anni luogo di un legame forte tra ‘ndrangheta ed il sacro, oggi Polsi...
Il cane è il sesto senso dell’uomo
Come lavorano le ‘’Unità Cinofile’’ del Corpo Nazionale dei Vigili del...
“Non si può far politica sulla pelle dei poveri, che siano cittadini o che siano migranti”
Migranti a Rocca di Papa, ospiti di un mondo che si spera diventi migliore per...
La nave più bella del mondo in Inghilterra
Quinta tappa all'estero della Campagna d'istruzione 2018 per la Nave Scuola della...
Giunto a Messina, concluderà il viaggio a Palermo dopo aver attraversato a piedi l'Italia e la Sardegna
In attesa della ratifica da parte del Consiglio dei Ministri, attualmente impegnato sulla questione finanziaria
Il sottosegretario Angelo Tofolo visita il Reggimento Carabinieri Paracadutisti nella loro sede a Livorno
Lezioni di tiro, topografia e metodo di combattimento militare per gli allievi marescialli del XX corso ''Certezza''
Il sottosegretario alla Difesa Raffaele Volpi sottolinea l'importanza dell'Italia nel compito di dirimere la questione
Elisabetta Trenta: ''Forze armate sempre al servizio della collettività e dei cittadini''
La Scuola Interforze per la Difesa NBC ha ospitato due importanti attività di carattere internazionale che hanno visto operare molteplici team specialistici nell’ambito CBRN
Intervista con un tenente di vascello della Marina Militare presente a ''Bergamo Scienza''