04:39 martedì 23.01.2018
NRDC guida la Land Component Command della NATO Response Force
Per la quarta volta la responsabilità di guidare la componente terrestre è affidata al'Italia, con il generale Perretti
fotografie di: SME

12-01-2018 - Presso la Caserma “Ugo MARA”, a Soliate Olona, il 10 gennaio scorso ha avuto luogo la cerimonia che ha sancito il passaggio del testimone nel comando della componente terrestre della NATO Response Force (NRF) tra l’Allied Rapid Reaction Corps (ARRC) comandato dal generale di Corpo d’Armata Tim Radford e il Nato Rapid Deployable Corps – Italy (NRDC-ITA) comandato dal generale di Corpo d’Armata Roberto Perretti.
Erano presenti il Capo di Stato Maggiore dell’Esercito, generale di Corpo d’Armata Danilo Errico, il comandante del Comando Operativo Alleato Interforze di Brunssum in Olanda generale di Corpo d’Armata Salvatore Farina e il comandante del Comando Terrestre Alleato (LANDCOM) generale di Corpo d’Armata Darryl A. Williams.
Il Nrdc-Ita assume per la quarta volta la responsabilità di guidare la componente terrestre (Land Component Command) della NATO Response Force, dopo un lungo e articolato periodo di preparazione durato oltre un anno, che ha visto il Comando impegnato in numerose e complesse attività addestrative finalizzate a completare l’addestramento individuale del personale, a testare ed affinare le procedure di lavoro, prima di essere dichiarato “combat ready” con l’esercitazione “Brilliant Ledger 2017” che, sotto l’attenta supervisione di un team di 40 esperti valutatori militari, ha visto impegnati a Solbiate Olona (VA) e Bellinzago Novarese (NO) oltre 1000 militari provenienti da 15 nazioni dell’Alleanza e 85 reparti diversi delle forze armate italiane.
//www.cybernaua.it/news/newsdett.php?idnews=6019
Nota
La NATO Response Force, creata nel 2002, è un complesso di forze ad elevata prontezza, tecnologicamente avanzata e altamente addestrata, costituita da componenti terrestre, marittima, aerea, di forze speciali e di supporto logistico con personale e mezzi forniti a rotazione dai Paesi membri, per consentire all’Alleanza di far fronte prontamente a tutte le sfide alla sicurezza, dalla difesa collettiva alla gestione delle crisi. A seguito delle decisioni assunte nel vertice del Galles del 2014, l’Nrf è stata potenziata con un’aliquota di forze in altissima prontezza denominata Very High Readiness Joint Task Force (VJTF), estremamente flessibile e modulare, capace di spiegarsi con immediatezza. Nel suo insieme l’Nrf è composta da circa 40.000 uomini.
//www.cybernaua.it/news/newsdett.php?idnews=6025
Il NATO Rapid Deployable Corps – Italy è un Comando multinazionale con sede a Solbiate Olona (VA), è alle dipendenze del Comandante Supremo delle Forze Alleate in Europa (SACEUR). L’Italia ne è la nazione guida e fornisce circa il 75% del personale. Il rimanente 25% è costituito da militari provenienti da altre dodici nazioni: Albania, Bulgaria, Francia, Germania, Grecia, Paesi Bassi, Slovenia, Spagna, Turchia, Regno Unito, Stati Uniti e Ungheria per un totale di circa 400 uomini e donne. Prossimamente, altre 4 nazioni: Canada, Lettonia, Lituania, e Romania entreranno a far parte del Comando portando così a diciassette il numero dei paesi contributori.
Redazione


Extrema Ratio Knives Division

L'Arma ha il nuovo comandante generale
Il generale Tullio Del Sette ha ceduto il comando al generale Giovanni Nistri,...
Educazione ambientale all'italiana
Tasse, imposte, obblighi per un sistema che di ecologico ancora ha molto da imparare...
Iraq, Task Force ‘’PRAESIDIUM’’, visita del comandante della coalizione anti ISIS
Da parte del Counter Terrorism Service parole di apprezzamento per il lavoro svolto...
Ce lo dice l’Europa?
Come l’Italia ha recepito la direttiva europea che impone la riduzione dell’uso...
Pronti per l'impiego operativo in Kososvo
Il Multinational Battle Group West dopo intenso addestramento dimostra capacità...
Cento anni in Terrasanta
Era il 12 dicembre del 1917 e questi militari e i loro colleghi, 150 in totale,...
Iraq, importanza strategica della Diga di Mosul
Visita del generale David Hill, comandante della Divisione Transatlantica di...
Alto livello di addestramento, interoperabilità e conoscenza delle procedure
Esercitazione APT II 2017 della Brigata Aeromobile Friuli, svolta nell'aeroporto...
Steel Barrier 17
Esercitazione multi-arma a guida Comando Divisione Acqui che ha visto la partecipazione...
Lungi dal limitarsi alle commemorazioni, la forza evocativa di questi anniversari deve spingere a interrogarsi sull’attualità
Il Blitz dei Carabinieri di Agrigento e Cacciatori di Sicilia contro le famiglie mafiose di ''Cosa Nostra''
Con il più moderno elicottero leggero bimotore oggi disponibile si rafforza la leadership di Leonardo in questo mercato
Un team di istruttori italiani, con il supporto dell’aviazione dell’Esercito Italiano, ha svolto attività di consulenza “a domicilio”
Centro di Eccellenza per le Stability Police Units dell’Arma dei Carabinieri.
Il supporto alla popolazione, è una delle attività che si affianca a quella principale di addestramento e assistenza alle Forze di Sicurezza afghane
Iraq: militari italiani coadiuvano le forze di sicurezza irachene per assicurare la libertà di movimento nel nord Iraq
I militari italiani incontrano oltre 50 Sindaci delle municipalità di Tiro presso il comando del settore ovest di Unifil