20:46 domenica 18.02.2018
Afghanistan, pronte a comunicare
Continua il progetto gender, quattro nuove specialiste in comunicazioni operative
fotografie di:

13-02-2018 -  Alla fine di gennaio, è terminato il corso per specialisti nelle comunicazioni operative a favore di 13 militari del 207^ corpo d’armata afghano, abilitati alle procedure di concezione e di diffusione dei messaggi in supporto alle operazioni. Tra loro anche quattro donne, divenute le prime professioniste nelle campagne informative. Tali presenze, inserite nell’ambito dei progetti gender sostenuti dal contingente italiano, contribuiscono ad incrementare il personale femminile capace di operare in incarichi ad elevata specializzazione nelle istituzioni afgane.
Il corso sulle comunicazioni operative si è svolto presso la base italiana di Camp Arena, Herat, sede del Train Advise Assist Command West (TAAC-W) nella missione RS (Resolute Support) in corso dal 2015, ed è stato sviluppato nell’ambito del programma formativo condotto dal Military Advising Team (MAT). Le lezioni si sono tenute con l’ausilio di istruttori provenienti dal comando di Resolute Support ed hanno riguardato principalmente lo sviluppo di procedure per favorire il consenso della popolazione locale nei confronti delle forze di sicurezza afgane. Sono stati inoltre approfonditi i metodi per l’impiego degli altoparlanti, radio, televisione, internet ma anche dei tradizionali volantini e poster particolarmente efficaci in aree a elevato tasso di analfabetismo e basso sviluppo tecnologico.
Il responsabile delle comunicazioni operative del 207° Corpo d’armata afghano, presente alla cerimonia di consegna degli attestati, ha pronunciato parole di ringraziamento per l’impegno del contingente italiano a favore dei propri militari, evidenziando che il livello di professionalità espresso dall’esercito, nell’area ovest, è in costante crescita. Ha infine chiesto di proseguire nelle attività addestrative relative alla specifica branca in modo tale da coprire, in breve tempo, le esigenze di tutte le brigate e i battaglioni del corpo d’armata.
Redazione


Extrema Ratio Knives Division

Libano, caschi blu italiani in cooperazione con le forze locali
Corsi di addestramento con le forze di sicurezza, incontri con le autorita’...
Le foibe, un ricordo indelebile
Si è celebrata la cerimonia a Marino Laziale, organizzata dall'Associazione ''Casa...
Esercito: cambio del comandante logistico 
Il generale di Corpo d’Armata Leonardo di Marco lascia il servizio attivo dopo...
Somalia, poliziotti e gendarmi addestrati
I militari italiani concludono l’ottava missione di addestramento a favore  delle...
Paralimpici, orgoglio italiano
Presentato a Palazzo Barberini “Rivincita”, la storia, le vite, le vittorie...
Memoria, Ricordo e Vittoria: l'Italia di oggi e i conti con la propria storia
Convegno nella sala Nilde Iotti, Camera dei deputati a Roma, organizzato dal...
''Close quarter Battle skill''
In Libano il Corso organizzato dai caschi blu italiani a favore della general...
Lo giuro
Gli allievi ufficiali dell’Accademia Militare di Modena hanno prestato giuramento...
''Sharpshooter skills''
I paracadutisti della Folgore addestrano le forze di sicurezza libanesi al tiro...
I quindici ministri riuniti hanno fatto un aggiornamento del quadro di riferimento politico-strategico della coalizione
Gli istruttori italiani addestrano al Team building le Forze di Sicurezza irachene
Il programma formativo condotto dal Military Advising Team (MAT) è terminato mercoledì 14 febbraio, dopo due settimane di lezioni teoriche e pratiche
Porto Recanati, misura cautelare nei confronti di 4 cittadini albanesi per importazione, via mare dall’Albania, di oltre 900 kg di marijuana
Primo corso a favore della general directorate of state security (GDSS) e della securite’ general
Accordo per l'addestramento piloti e l'impiego nella ricerca e soccorso
Nell'area addestrativa della Brigata Marina San Marco a Massafra, il personale sanitario si forma per affrontare l’attività operativa
La fregata Euro della Marina Militare partita da Taranto l’8 febbraio raggiungerà le altre Unità NATO a Cartagena