08:29 sabato 18.08.2018
Afghanistan, pronte a comunicare
Continua il progetto gender, quattro nuove specialiste in comunicazioni operative
fotografie di:

13-02-2018 -  Alla fine di gennaio, è terminato il corso per specialisti nelle comunicazioni operative a favore di 13 militari del 207^ corpo d’armata afghano, abilitati alle procedure di concezione e di diffusione dei messaggi in supporto alle operazioni. Tra loro anche quattro donne, divenute le prime professioniste nelle campagne informative. Tali presenze, inserite nell’ambito dei progetti gender sostenuti dal contingente italiano, contribuiscono ad incrementare il personale femminile capace di operare in incarichi ad elevata specializzazione nelle istituzioni afgane.
Il corso sulle comunicazioni operative si è svolto presso la base italiana di Camp Arena, Herat, sede del Train Advise Assist Command West (TAAC-W) nella missione RS (Resolute Support) in corso dal 2015, ed è stato sviluppato nell’ambito del programma formativo condotto dal Military Advising Team (MAT). Le lezioni si sono tenute con l’ausilio di istruttori provenienti dal comando di Resolute Support ed hanno riguardato principalmente lo sviluppo di procedure per favorire il consenso della popolazione locale nei confronti delle forze di sicurezza afgane. Sono stati inoltre approfonditi i metodi per l’impiego degli altoparlanti, radio, televisione, internet ma anche dei tradizionali volantini e poster particolarmente efficaci in aree a elevato tasso di analfabetismo e basso sviluppo tecnologico.
Il responsabile delle comunicazioni operative del 207° Corpo d’armata afghano, presente alla cerimonia di consegna degli attestati, ha pronunciato parole di ringraziamento per l’impegno del contingente italiano a favore dei propri militari, evidenziando che il livello di professionalità espresso dall’esercito, nell’area ovest, è in costante crescita. Ha infine chiesto di proseguire nelle attività addestrative relative alla specifica branca in modo tale da coprire, in breve tempo, le esigenze di tutte le brigate e i battaglioni del corpo d’armata.
Redazione


Extrema Ratio Knives Division

Kabul non trova pace
L'Italia, con le altre forze NATO, è ancora impegnata nell'affiancare le forze...
Ferragosto di lavoro per 18.000 soldati
L’Esercito in campo per il supporto alla popolazione e la sicurezza del Paese...
Il generale Stefano Del Col al comando della missione Unifil
La ministra della Difesa Elisabetta Trenta ha presenziato alla cerimonia di cambio...
Modulo addestrativo a Pristina ''Swat Team and Close Protection''
I carabinieri del MSU in Kosovo, a favore di venti agenti della squadre speciali...
Sul Lago di Bolsena, il tricolore per Paolo Scoponi
Primo Airshow organizzato dal comune di Montefiascone con il supporto dell'Aero...
Spartan Alliance, Aeronautica 4.0
A Pratica di Mare, presentata l'esercitazione che coinvolge Paesi dell'Alleanza...
L’influenza russa in Grecia: il caso Zoran Zaev vs Ivan Savvidis
Una visione generale su temi che interessano i Paesi del Mediterraneo ed i rapporti...
Fratellanza d’armi nella palestra naturale delle Dolomiti
Conclusa l’Esercitazione ‘’5 Torri 2018’’ con la partecipazione dei...
XXX Raduno Nazionale Artiglieri
Più di 15000 partecipanti hanno sfilato a Montebelluna alla presenza del Capo...
Il Comando carabinieri per la Tutela Agroalimentare effettua controlli su tutto il territorio nazionale
La FREMM è salpata dal porto di Taranto lo scorso 6 agosto per prendere parte all’ Op. Atalanta
Il Mobile Training Team CBRN del KTCC della missione in Iraq, ha concluso il primo corso in favore delle Kurdistan Security Forces
Due pusher utilizzavano le aiuole come nascondiglio delle dosi di droga
Il concetto educativo nelle nuove generazioni oscilla tra il polo delle competenze e quello del mito del buon selvaggio
Parole di apprezzamento per l’elevata professionalità e le competenze riconosciute in ambito internazionale
Il piano industriale di Leonardo vede nella leadership di prodotto un elemento importante per una crescita sostenibile di lungo periodo
La squadra a contatto del 44°battaglione sostegno telecomunicazioni lascia il Libano