02:45 giovedì 21.03.2019
Alla grande sfilata delle penne nere, ospite d’onore il Presidente Sergio Mattarella
Alla 91a Adunata degli Alpini, circa 600mila persone sono state accolte dalla città di Trento
fotografie di: SME

13-05-2018 - Circa 100.000 Alpini hanno sfilato a Trento, salutati dalle massime autorità del Paese, nel giorno conclusivo della 91^ Adunata Nazionale degli Alpini.
Alla presenza del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, del presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati, della ministra della Difesa, Roberta Pinotti, insieme al Capo di Stato Maggiore della Difesa, generale Claudio Graziano, il Capo di Stato Maggiore dell'Esercito, generale di Corpo d'Armata Salvatore Farina, il comandante delle Truppe Alpine, generale di Corpo d'Armata Claudio Berto.
Un fiume di Penne Nere ha percorso le vie della città, scelta per la quinta volta come luogo di svolgimento della manifestazione.
Una scelta particolarmente significativa nell'anno in cui si ricorda il centesimo anniversario della fine della Prima Guerra Mondiale, evento drammatico che, come ricordato da Graziano, vide l’Esercito quale elemento aggregante tra soldati provenienti da tutte le Regioni d’Italia e protagonista della nascita dell'Identità nazionale del Paese e che oggi è ancora fortemente impegnato in Italia e all’estero in numerose operazioni.
In città circa 600.000 persone, salutate anche da un passaggio delle “Frecce Tricolori“. Una giornata di grande festa ed emozioni che, come ha sottolineato Farina, testimonia quanto le donne e gli uomini dell’Esercito siano vicinissimi ai cittadini italiani. Il Capo di SME ha poi ribadito la centralità dell’uomo nell’Esercito continuando “la componente umana è fondamentale nelle operazioni in Italia e all’estero per comprendere, coordinare, prevenire e intervenire dove necessario per garantire la sicurezza e la pace”.
Nota
Le Truppe Alpine rappresentano una componente fondamentale dell’Esercito, che si caratterizza per le capacità peculiari di saper operare in montagna, ambiente duro ed altamente selettivo, capace di formare soldati di prim'ordine a livello internazionale.
Circa 11.000 effettivi, dislocati su tutto l’arco alpino e nell’Appennino abruzzese, sono costantemente impiegati nei Teatri di Operazione internazionali e in Patria, in molteplici attività di controllo del territorio in concorso alle Forze di Polizia e in connotazione “dual use” al fianco della Protezione Civile.
Il particolare senso di appartenenza che si viene a creare tra gli Alpini è ulteriormente rafforzato dall’azione dell’Associazione Nazionale Alpini, custode di valori e tradizioni del Corpo, che vanta circa 350 mila soci con 80 Sezioni in Italia e 30 nelle varie Nazioni del mondo. Fedele a sentimenti quali amor di Patria, amicizia, solidarietà e senso del dovere, cementato durante il servizio nell’Esercito, l’ANA esprime ancora oggi queste doti intervenendo con i propri volontari a fianco della Forza Armata a favore delle popolazioni colpite da calamità naturali.
L’Adunata 2019, nel centesimo compleanno dell’Associazione, tornerà a Milano dove si trova la sede nazionale.
Maria Clara Mussa


Extrema Ratio Knives Division

''Difesa collettiva'', l'Esercito Italiano
Il Seminario è il secondo di una serie di incontri programmati per far conoscere...
Alpini, soldati al quadrato
Con la cerimonia di chiusura dei CaSTA 2019, conclusa una settimana di dure prove...
Obiettivo: raggiungere il perfetto equilibrio
Ingrid Qualizza, la ‘’sergente di ferro’’, racconta la sua passione per...
Nello spazio per la terra
Incontro ravvicinato con Paolo Nespoli, per festeggiare i cinquant’anni dall’allunaggio...
Impegno, sforzo, capacità e professionalità
In ogni fase delle esercitazioni ai CaSTA 2019, gli alpini hanno espresso al meglio...
Da Roma alla terra degli aquiloni
Per onorare la memoria dei caduti italiani in Afghanistan un convegno al Campidoglio,...
''Aquila Blu 2019'' verifica addestrativa di alto livello
L'esercitazione sulle nevi della val Pusteria ha dato un’ulteriore prova della...
Diamo voce alle donne dell'Afghanistan
Dobbiamo anche noi urlare con loro e non sederci assuefatte alla nostra condizione...
Correre nel mondo superando difficoltà e confini pericolosi
Intervista con Giovanni Salvioli, maratoneta per amore dell'Arte, della Cultura...
Monsignor Santo Marcianò, in visita al contingente italiano in missione in Libano, inaugura la prima Chiesa di Rito Latino del Libano del Sud
Corsi di specializzazione condotti dai militari italiani della missione in Afghanistan per garantire l'autoprotezione delle forze e la salvaguardia dei civili
Presso la caserma “Mameli” di Bologna, terminata l’esercitazione quadri che ha visto impegnato il Distaccamento della Brigata Aeromobile ''Friuli''
Una delegazione di docenti del Dipartimento di Scienze Politiche in visita al Centro Simulazione e Validazione dell'Esercito
Abilitazione all’elitrasporto tattico per gli allievi marescialli del XXI corso ‘’Esempio’’
Assistenza e consulenza in favore delle Istituzioni e delle Forze di Sicurezza locali, formando nuovi istruttori (''train the trainers'')
Una vittoria italiana: riconosciuto l’alto valore tecnologico dei progetti nel settore ATM (Air Traffic Management) in Italia
Khalilzad ha detto che la pace richiede un accordo su quattro questioni, ma ancora molti punti sono da definire