18:39 domenica 19.05.2019
9° ''Col Moschin'', cambio di comando
Il colonnello Giuliano Angelucci ha ceduto il comando al colonnello Yuri Grossi, con cerimonia alla caserma Vannucci
fotografie di:

02-10-2018 - Venerdì 28 settembre scorso, alla Caserma Vannucci di Livorno, si è svolta la cerimonia militare del cambio del comandante del 9° Reggimento d’Assalto “Col Moschin” dell’Esercito.
Alla presenza dell’ammiraglio di Squadra Giuseppe Cavo Dragone, comandante del Comando Operativo di Vertice interforze (COI), del generale di Divisione Nicola Zanelli, comandante del Comando interforze per le Operazioni delle Forze Speciali (COFS), del generale Ivan Caruso, comandante del Comando Forze Speciali dell’Esercito (COMFOSE), del sindaco di Livorno,Filippo Nogarin e del prefetto della città Gianfranco Tomao, il colonnello Giuliano Angelucci ha ceduto il comando al colonnello Yuri Grossi.
La cerimonia è iniziata con il lancio di quattro Incursori istruttori di paracadutismo sulla città di Livorno, atterrati nel piazzale della caserma, portando la bandiera italiana e quella del 9° Reggimento “Col Moschin”.
Schierati in armi per l’occasione tre componenti del 9° Reggimento: l’addestrativa del RAFOS, l’operativa del 1° Battaglione e quella di comando e supporto, rappresentate dalle Compagnie Comando e Supporto Logistico, C4 e dalla Base Addestramento Incursori, nota come Base a Mare.
Alle loro spalle i mezzi per la mobilità terrestre, anfibia e per il Contro Terrorismo in dotazione agli Incursori.
Numerosi anche i membri dell’Associazione Nazionale Incursori Esercito (ANIE) e simpatizzati che hanno partecipato alla cerimonia, tra cui il soprano Sara Cappellini-Maggiore, la cui voce, oltre ad aver accompagnato gli uomini del “Nono” nell’esecuzione dell’inno nazionale, ha creato emozione con l’esecuzione di “Un bel dì vedremo”, di Giacomo Puccini.
Angelucci lascia il Comando dopo un intenso anno durante il quale il Reggimento è stato impegnato sia nei diversi Teatri Operativi di interesse, sia sul territorio nazionale.
Nel suo discorso di commiato, oltre alle autorità presenti, ha ringraziato sia gli uomini del Reparto, sia le famiglie dei caduti presenti alla cerimonia.
Ora andrà a ricoprire l’incarico di Sottocapo di stato Maggiore Operativo del COFS a Roma.
Grossi, che proviene dallo Stato Maggiore dell’Esercito, nella sua carriera ha ricoperto numerosi incarichi di prestigio sia in Italia, sia all’estero.
Incursore dal 2000, ha ricoperto tutti gli incarichi di comando del Reparto, dal comandante di Distaccamento Operativo, comandante Compagnia Incursori e comandante del 1° battaglione Incursori.
Il 9° Reggimento “Col Moschin” è l’unico Reparto di Forze Speciali Incursori dell’Esercito Italiano.
Redazione


Extrema Ratio Knives Division

Un gioiello italiano nella città dei due mari
La Marina Militare ha siglato una convenzione con il Comune di Taranto per attività...
Applausi agli Alpini alla 92a adunata, alla presenza della ministra Trenta
Un breve reportage fotografico dal nostro corrispondente a Milano, che ha seguito...
Dalle glorie del passato ai traguardi raggiunti verso le nuove sfide del futuro
L’Aviazione dell’Esercito compie 68 anni: cerimonia con la riconsegna delle...
Esercito impegnato a 360° per l’Italia da 158 anni
Alla presenza della ministra della Difesa Trenta, celebrato l’anniversario presso...
La Difesa come sistema integrato in sinergia con tutti i settori dello Stato
E' quanto si è voluto dimostrare nell'esercitazione ''Duplice uso sistemico:...
L'Italia accoglie i rifugiati dalla Libia
Missione umanitaria in collaborazione con UNHCR e autorità libiche per soccorrere...
Operazione Herring, l’185 Rao commemora lo squadrone F
In ricordo del sacrificio dell'impresa dei Paracadutisti Italiani che effettuarono...
Folgore! Basco grigio verde per il 9° reggimento Col Moschin
Ricordando il plotone speciale e la successiva compagnia speciale, embrione delle...
ReaCT, il terrorismo sotto la lente d'ingrandimento
Con il patrocinio del ministero della Difesa, presentato l'Osservatorio sul radicalismo...
Il generale Austin Scott Miller, ha incontrato le più importanti Autorità politiche e militari della Regione Ovest dell’Afghanistan
Presentate le campagne d'istruzione 2019 delle navi scuola della Marina Militare
Ha annunciato che il sistema di protezione elettronica BriteCloud sarà testato dalla Guardia Nazionale USA
Camp Arena, Herat, la cerimonia con il cappellano militare per celebrare l'anniversario della costituzione dell'Aviazione dell’Esercito
Intervento dell'Esercito in Emilia, attivata la Brigata Aeromobile Friuli di Bologna
''Cy4games - capture the flag on trial'' vince il team Unipg1 dell’Universita’ di Perugia che rappresenterà l’Italia a Singapore
Si tratta del dodicesimo radar che completa così il programma di Difesa Aerea Nazionale, sviluppato in sinergia con Leonardo e altre primarie imprese italiane
L’attività addestrativa rivolta alle forze di sicurezza afghane si svolge mediante esercitazioni, seminari, workshop formativi insieme agli advisor italiani preposti