02:50 giovedì 17.10.2019
Con Resolute Support, l'addestramento continua
Gli advisor italiani concludono con successo un corso di addestramento C-IED a favore dei futuri istruttori delle forze armate afghane
fotografie di: Cybernaua

28-12-2018 - Si è concluso un altro ciclo di addestramento pianificato e condotto da personale appartenente al Military Advisor Team (MAT) nella missione in Afghanistan, unità del Train Advise and Assist Command West (TAAC-W) a guida Brigata Aeromobile “Friuli” in collaborazione con il Joint-Engineer (J-ENG), la cellula di specialisti che, in seno al Comando a guida italiana, si occupa di analizzare, prevenire e contrastare la minaccia degli ordigni esplosivi improvvisati nel teatro operativo afghano.
Il corso, della durata di tre giorni, si è svolto dal 22 al 24 dicembre presso le strutture didattiche, l’Engineer Training Area (ETA) e il C-IED Training Building di Camp Arena, dove gli specialisti italiani hanno riprodotto, grazie alla loro lunga esperienza nella lotta agli ordigni improvvisati, una striscia addestrativa molto realistica, nella quale condurre gli allievi alla ricerca e alla bonifica di ordigni improvvisati tipici della minaccia terroristica in Afghanistan.
Il luogo in cui si svolge l'attività di addestramento rappresenta un villaggio, dalle abitazioni distrutte, che simula in modo eccellente gli scenari in cui si possono trovare reali situazioni di pericolo: mine, ordigni esplosivi, IED; la "scenografia" è suggestiva, coinvolgente, per chi osservi lo svolgimento dell'esercitazione non solo dal punto di vista "tecnico".
La nostra redazione, ad Herat nel mese di Novembre, mentre il contingente era a guida ''Brigata Pinerolo'', ha potuto apprezzare sia la capacità degli advisor italiani, sia la determinazione dei militari afghani in addestramento, sia la "location" in cui si svolgono le attività addestrative. Mezzi militari in movimento e uomini in silenziosa concentrazione, i cani specialisti in ricerca esplosivi, esprimono la capacità operativa che si prefigge lo scopo di opporsi con professionalità alla minaccia degli ordigni improvvisati.
Le esercitazioni addestrative sono organizzate per dar modo al personale militare delle forze di sicurezza afghane (ANDSF), di formare a loro volta istruttori afghani, dai quali saranno selezionati i team impiegati presso i reparti delle forze di sicurezza locali nella lotta contro le minaccia terroristiche..
L’attività di addestramento e consulenza nei confronti delle Forze di Difesa e Sicurezza afgane (ANDSF) attraverso il principio del “train the trainers”, ha il duplice scopo di creare nuove capacità specialistiche e di rendere le forze di sicurezza afgane sempre più autonome nella fase formativa.
Al termine della fase di apprendimento, gli specialisti italiani valutano le capacità di insegnamento dei futuri istruttori afgani, certificandone le abilità dimostrate.
Gli ordigni improvvisati rappresentano in Afghanistan una delle peggiori minacce sia per le forze di sicurezza che per la popolazione locale, coinvolta in maniera indiscriminata durante i normali spostamenti sugli itinerari che collegano le città e i villaggi del Paese.
Nota
La missione RS, (Resolute Support) si prefigge lo scopo di creare uno stato di diritto, istituzioni credibili e trasparenti e soprattutto delle Forze di Sicurezza afghane (ANSDF) autonome e ben equipaggiate, in grado di assumersi autonomamente il compito di garantire la sicurezza del Paese.
La comunità internazionale è sempre al fianco del popolo afghano e prosegue nel proprio impegno fornendo addestramento, consulenza ed assistenza alle attività delle istituzioni afghane.
Maria Clara Mussa


Extrema Ratio Knives Division

‘’Arab Geopolitics after the Caliphate. How to exit the fragmentation trap’’
Questo il tema della conferenza organizzata dalla NDCF (NATO Defense College Foundation)...
Un popolo è formato, plasmato anche grazie alla memoria
‘’’Culto della Memoria – Diffusione, tutela e rispetto’’ al Centro...
Argentina e Italia per una settimana enogastronomica
Nell’aeroporto di Fiumicino in area di imbarco E degustazione di ricette tipiche...
Il valore della marittimità
Presentato a Palazzo Marina il programma del ''Regional Seapower Symposium'' forum...
“Innovation day”: evoluzione delle strategie di cambiamento nelle organizzazioni
Illustrato, alla presenza del Sottosegretario di Stato alla Difesa, On. Angelo...
Intelligenza Artificiale, ma l’uomo sempre al centro di ogni processo
Sarà possibile rendere più umana e più etica la società dell’Intelligenza...
''Interagency Effort 2019''
Durata dal 2 al 13 settembre con l’obiettivo di schierare sul campo un Posto...
Jesolo Air Show 2019
Protagonista della manifestazione l'AMX che lo scorso 13 settembre ha compiuto...
Soldato Pelliccia, presente!
L’ultimo saluto al Leone della Folgore a Roma, nella cappella del policlinico...
L'India consegna all'Afghanistan due elicotteri Mi-24V che sostituiscono i quattro donati in precedenza negli anni 2015-2016
La Brigata Aosta impegnata nella missione UNIFIL inaugura una ristrutturazione infrastrutturale a favore delI’stituto Tecnico di Bint Jubayl
A colloquio con il generale Mario Arpino, sull'attuale situazione del programma di ammodernamento dell'Aeronautica e delle esigenze operative
Il Regional Command West dona un ponte Bailey alla municipalità di Deçan/Dečani, in Kosovo
Occasione per parlare direttamente a tutto il personale militare e civile degli Enti, esprimendo il proprio ringraziamento per il lavoro svolto
Il Gruppo Supporto di Aderenza (GSA) si addestra alla condotta di attività mirate a garantire la libertà di movimento delle unità di KFOR
Il Contingente Italiano e l’Arma dei Carabinieri, impegnati nella missione UNIFIL, portano per la prima volta in Libano la Terapia Multisistemica in Acqua
Lo leggiamo in una nota dell'Ufficio Stampa dell'ammiraglio Giuseppe De Giorgi, già capo di Stato maggiore della Marina Militare