20:52 giovedì 18.04.2019
Con Resolute Support, l'addestramento continua
Gli advisor italiani concludono con successo un corso di addestramento C-IED a favore dei futuri istruttori delle forze armate afghane
fotografie di: Cybernaua

28-12-2018 - Si è concluso un altro ciclo di addestramento pianificato e condotto da personale appartenente al Military Advisor Team (MAT) nella missione in Afghanistan, unità del Train Advise and Assist Command West (TAAC-W) a guida Brigata Aeromobile “Friuli” in collaborazione con il Joint-Engineer (J-ENG), la cellula di specialisti che, in seno al Comando a guida italiana, si occupa di analizzare, prevenire e contrastare la minaccia degli ordigni esplosivi improvvisati nel teatro operativo afghano.
Il corso, della durata di tre giorni, si è svolto dal 22 al 24 dicembre presso le strutture didattiche, l’Engineer Training Area (ETA) e il C-IED Training Building di Camp Arena, dove gli specialisti italiani hanno riprodotto, grazie alla loro lunga esperienza nella lotta agli ordigni improvvisati, una striscia addestrativa molto realistica, nella quale condurre gli allievi alla ricerca e alla bonifica di ordigni improvvisati tipici della minaccia terroristica in Afghanistan.
Il luogo in cui si svolge l'attività di addestramento rappresenta un villaggio, dalle abitazioni distrutte, che simula in modo eccellente gli scenari in cui si possono trovare reali situazioni di pericolo: mine, ordigni esplosivi, IED; la "scenografia" è suggestiva, coinvolgente, per chi osservi lo svolgimento dell'esercitazione non solo dal punto di vista "tecnico".
La nostra redazione, ad Herat nel mese di Novembre, mentre il contingente era a guida ''Brigata Pinerolo'', ha potuto apprezzare sia la capacità degli advisor italiani, sia la determinazione dei militari afghani in addestramento, sia la "location" in cui si svolgono le attività addestrative. Mezzi militari in movimento e uomini in silenziosa concentrazione, i cani specialisti in ricerca esplosivi, esprimono la capacità operativa che si prefigge lo scopo di opporsi con professionalità alla minaccia degli ordigni improvvisati.
Le esercitazioni addestrative sono organizzate per dar modo al personale militare delle forze di sicurezza afghane (ANDSF), di formare a loro volta istruttori afghani, dai quali saranno selezionati i team impiegati presso i reparti delle forze di sicurezza locali nella lotta contro le minaccia terroristiche..
L’attività di addestramento e consulenza nei confronti delle Forze di Difesa e Sicurezza afgane (ANDSF) attraverso il principio del “train the trainers”, ha il duplice scopo di creare nuove capacità specialistiche e di rendere le forze di sicurezza afgane sempre più autonome nella fase formativa.
Al termine della fase di apprendimento, gli specialisti italiani valutano le capacità di insegnamento dei futuri istruttori afgani, certificandone le abilità dimostrate.
Gli ordigni improvvisati rappresentano in Afghanistan una delle peggiori minacce sia per le forze di sicurezza che per la popolazione locale, coinvolta in maniera indiscriminata durante i normali spostamenti sugli itinerari che collegano le città e i villaggi del Paese.
Nota
La missione RS, (Resolute Support) si prefigge lo scopo di creare uno stato di diritto, istituzioni credibili e trasparenti e soprattutto delle Forze di Sicurezza afghane (ANSDF) autonome e ben equipaggiate, in grado di assumersi autonomamente il compito di garantire la sicurezza del Paese.
La comunità internazionale è sempre al fianco del popolo afghano e prosegue nel proprio impegno fornendo addestramento, consulenza ed assistenza alle attività delle istituzioni afghane.
Maria Clara Mussa


Extrema Ratio Knives Division

Interesse nazionale è anche prendersi la briga di spiegare
‘’Gli Italiani e la Difesa’’, indagine IAI-LAPS sulle minacce alla sicurezza...
Difesa collettiva, interoperabilità e interforze per il Sistema Paese
Una giornata dedicata alla Marina Militare e al suo ruolo nel comparto della Difesa,...
Il ''dual use'' nel ''Vigorous Warrior 2019''
Una dimostrazione della collaborazione dello strumento militare, in cooperazione...
Sistema Paese, il futuro sta nell'integrazione tra Industria e Difesa
Se n'è parlato al convegno ''La Difesa come volano di crescita dell'economia...
Live-Virtual and Constructive, Ce.Si.Va.
A Civitavecchia il Centro di Simulazione e Validazione dell'Esercito: un ruolo...
Cambio al comando della scuola di Fanteria 
Dopo oltre tre anni alla guida della scuola di fanteria il generale Massimo Mingiardi...
Inaugurato il NATO SFA COE
Il Centro di Eccellenza della NATO per la Security Force Assistance,progetto nato...
Impegno sempre più alto per l'Aeronautica Militare
Celebrato nell'Aeroporto di Ciampino il 96° anniversario della Fondazione dell'Arma...
Culto della memoria della libertà che respiriamo
L'impegno del ''Commissariato Generale per le Onoranze ai Caduti'' nella ricerca...
Il generale Marlow visita Camp Arena, ove l’Italia addestra la polizia della provincia di Herat
I velivoli italiani hanno effettuato 145 sortite per un totale di circa 250 ore di volo addestrativo
Le Autorità hanno invitato i residenti di Tajoura ad abbandonare la propria casa e cercare rifugio presso parenti o amici
Sarà presentato alla Camera dei Deputati al convegno ''Difesa e Sicurezza: prevenire il radicalismo per contrastare il terrorismo’' alla presenza della ministra Trenta
Primo “scramble” operativo nell’ambito della missione NATO di Air Policing sul Montenegro attivata lo scorso giugno con comando in Spagna  
Le attività di controllo, ricerca e arresto di malavitosi dei carabinieri non hanno sosta, allerta giorno e notte per la sicurezza dei cittadini
Apprendiamo dalla sua pagina di Facebook che ha intrapreso il viaggio per visitare la base italiana nel Corno d'Africa
Il Sottosegretario alla Difesa Angelo Tofalo è intervenuto all’evento, organizzato dall'Aeronautica Militare per mettere a sistema conoscenze e progetti tecnologici