03:16 giovedì 17.10.2019
Inaugurato il NATO SFA COE
Il Centro di Eccellenza della NATO per la Security Force Assistance,progetto nato nel 2016 su proposta del Ministero della Difesa italiano, a Cesano, all’interno del comprensorio della Scuola di Fanteria
fotografie di: Cybernaua

30-03-2019 - Il 26 marzo scorso, alla presenza del Capo di Stato Maggiore della Difesa, generale Enzo Vecciarelli, del Capo di Stato Maggiore della Difesa della Repubblica Albanese, generale Bardhyl Kollcaku, del vice Capo di Stato Maggiore della Difesa della Repubblica Slovena, generale Robert Glavas e del rappresentante dell’Allied Command Trasformation della NATO, generale Nerim Bitlislioglu, si è svolta la Cerimonia di Inaugurazione del NATO SFA COE, il Centro di Eccellenza della NATO per la Security Force Assistance, di cui è direttore il colonnello paracadutista Franco Merlino, un basco amaranto di provata esperienza in missioni internazionali e come addetto militare in Egitto, nella sede di Cesano di Roma, all’interno del comprensorio della Scuola di Fanteria.
Il NATO SFA COE, di cui sono Sponsoring Nations l’Italia, la Slovenia e l’Albania, è un progetto nato nel 2016 su proposta del Ministero della Difesa italiano, con lo scopo di creare un hub di riferimento dedicato alla promozione degli sforzi dell’Alleanza per la stabilizzazione e la ricostruzione in qualsiasi scenario di crisi. Il Centro è stato formalmente istituito il 13 dicembre 2017 con la firma di un Memorandum of Understanding tra le nazioni partecipanti e l’Allied Command Transformation (ACT) ed ha conseguito l’accreditamento NATO nel Dicembre del 2018.
Questo Centro – ha detto Vecciarelli  - fa parte di un più ampio sforzo volto a sostenere i tre impegni della Nato: difesa collettiva, gestione della crisi e cooperazione nel settore della sicurezza”.
Il compito del Centro è quello di concorrere allo sviluppo e alla sperimentazione di concetti, dottrina, lezioni apprese nei teatri operativi e alla standardizzazione delle capacità in seno all’Alleanza nel settore SFA nell’ambito delle attività formative e addestrative a favore delle Forze di Sicurezza Locali (Local Security Forces) guidate a creare e a sviluppare capacità sostenibili nel tempo.
Bitlislioglu ha sottolineato come “sia indispensabile la competenza specifica del NATO COE per il sostegno alla struttura di comando dell’Alleanza, alle forze in campo e agli altri enti decentrati della NATO“.
L’evento, che ha avuto come cornice scenografica il parco in cui la Scuola di Fanteria è inserita, ove liberi e a proprio agio vivono centinaia di cervi, si è concluso con la visita dell’infrastruttura e la firma dell’albo d’onore da parte del Capo di Stato Maggiore della Difesa.
Maria Clara Mussa


Extrema Ratio Knives Division

‘’Arab Geopolitics after the Caliphate. How to exit the fragmentation trap’’
Questo il tema della conferenza organizzata dalla NDCF (NATO Defense College Foundation)...
Un popolo è formato, plasmato anche grazie alla memoria
‘’’Culto della Memoria – Diffusione, tutela e rispetto’’ al Centro...
Argentina e Italia per una settimana enogastronomica
Nell’aeroporto di Fiumicino in area di imbarco E degustazione di ricette tipiche...
Il valore della marittimità
Presentato a Palazzo Marina il programma del ''Regional Seapower Symposium'' forum...
“Innovation day”: evoluzione delle strategie di cambiamento nelle organizzazioni
Illustrato, alla presenza del Sottosegretario di Stato alla Difesa, On. Angelo...
Intelligenza Artificiale, ma l’uomo sempre al centro di ogni processo
Sarà possibile rendere più umana e più etica la società dell’Intelligenza...
''Interagency Effort 2019''
Durata dal 2 al 13 settembre con l’obiettivo di schierare sul campo un Posto...
Jesolo Air Show 2019
Protagonista della manifestazione l'AMX che lo scorso 13 settembre ha compiuto...
Soldato Pelliccia, presente!
L’ultimo saluto al Leone della Folgore a Roma, nella cappella del policlinico...
L'India consegna all'Afghanistan due elicotteri Mi-24V che sostituiscono i quattro donati in precedenza negli anni 2015-2016
La Brigata Aosta impegnata nella missione UNIFIL inaugura una ristrutturazione infrastrutturale a favore delI’stituto Tecnico di Bint Jubayl
A colloquio con il generale Mario Arpino, sull'attuale situazione del programma di ammodernamento dell'Aeronautica e delle esigenze operative
Il Regional Command West dona un ponte Bailey alla municipalità di Deçan/Dečani, in Kosovo
Occasione per parlare direttamente a tutto il personale militare e civile degli Enti, esprimendo il proprio ringraziamento per il lavoro svolto
Il Gruppo Supporto di Aderenza (GSA) si addestra alla condotta di attività mirate a garantire la libertà di movimento delle unità di KFOR
Il Contingente Italiano e l’Arma dei Carabinieri, impegnati nella missione UNIFIL, portano per la prima volta in Libano la Terapia Multisistemica in Acqua
Lo leggiamo in una nota dell'Ufficio Stampa dell'ammiraglio Giuseppe De Giorgi, già capo di Stato maggiore della Marina Militare