02:03 venerdì 10.07.2020
Dakota DC3 tornano al Nicelli
Definito uno tra gli aeroporti più belli al mondo, ha ospitato per tre giorni l'evento ''Ali storiche su Venezia'' che passerà alla storia
fotografie di: Renato Allesina e Vago

28-06-2019 - Quattro DOUGLAS DC 3 DAKOTA provenienti dagli Stati Uniti, in occasione delle celebrazioni per il 75mo anniversario dello Sbarco in Normandia, sono atterrati all’aeroporto San Nicolo’ del Lido “Nicelli”, nei giorni 21-22-23 giugno scorsi.
Un evento che, per tutti gli appassionati e non dell’aviazione, ha dell’incredibile.
Coordinati dal team manager Moreno Aguiari, i velivoli erano decollati da Oxford (New Haven Connecticut), Goose bay, effettuando varie tappe: Narsarsuaq, Reykjavik, Prestwick e Duxford per giungere a Caen in occasione del 75° D-DAY il 6 Giugno ed esibendosi per le giornate commemorative in una cerimonia davanti al presidente Donald Trump e al presidente francese Emanuel Macron.
Moreno Aguiari ha dichiarato la sua profonda emozione per aver visto i velivoli esibirsi al cospetto dei due Presidenti e ancor di più davanti ai reduci che con gli occhi lucidi guardavano il cielo, sicuramente pensando al loro passato.
Altra tappa importante è stata la commemorazione a Berlino dei 70 anni del ponte aereo dove i C47, versione militare dei DC3, hanno effettuato migliaia di voli, creando di fatto una via che ha permesso lo svolgimento e lo spiegamento di importanti operazioni, anche di sostegno alla popolazione civile piegata dalla guerra e bisognosa di tutto.
//www.cybernaua.it/news/newsdett.php?idnews=7206
Nella tappa italiana, sono giunti all’aeroporto Nicelli al Lido di Venezia il 21 giugno.
La visita ha assunto una forte valenza storica per l’aeroporto, in quanto il “rapporto Nicelli-DC3 “ inizia da documentazione storica il 21 maggio 1943, quando l’unico in Italia viene ceduto alla Lufthansa in cambio di 5 aerei di preda bellica francese.
Il personale della Lufthansa lo preleva all’aeroporto del Lido entro il 31 luglio di quell’anno.
In seguito, Umberto Klinger, pilota, presidente dell’Ala Littoria, manager aeronautico, fonda le Officine Aeronavali per la revisione dei C47 surplus lasciati dagli alleati alla fine della guerra; una volta ricondizionati sono usati per il servizio civile che riattiva i collegamenti di linea.
Tra questi utilizzatori vi è anche la Transadriatica, con sede nell’aeroporto NicellI, dove nell’aprile del 1947 inaugura i servizi regolari di linea introducendo la figura della prima hostess Ivonne Girardello.
//www.cybernaua.it/news/newsdett.php?idnews=7223
In questo memorabile giorno a Nicelli, la famosa prima hostess alla giovane età di 96 anni, piena di entusiasmo, ha voluto partecipare volando sul mitico DC3 “Spirit of Benovia”.
Ho chiuso gli occhi, mi sono sentita leggera; è come se mi fossero spuntate le ali, è stato un volo bellissimo” le prime parole di questa ragazza dell’aria, quando è atterrata.
Oltre a Ivonne, a bordo ha preso posto la signora Mary De Wane moglie del proprietario del velivolo, fortemente emozionata da una esperienza unica: volare sul lido di Venezia, vedere il nostro patrimonio di cultura e bellezza ineguagliabile.
Abbiamo raccolto il commento di Lilly Vago, pilota di idrovolante dell’aeroclub di Como, entusiasta spettatrice dell’evento che passerà alla storia nel volo italiano, a cui ha partecipato nella stessa giornata in cui è volata anche a Bagnoli.
Amare il volo porta anche a questo: la mattina ad una kermesse, il pomeriggio all’altra!
Non tanto a Venezia, ma a Bagnoli si respirava il calore (oltre che fisico) di una grande festa di paese, dove tutti erano vivacizzati dalla presenza di aerei storici. 
I DC 3 hanno fatto da  padrone, ma non di meno si sono dimostrati i piccoli aerei storici che si sono ripetutamente esibiti in evoluzioni separate o in formazione, degni delle frecce tricolore, anche con i fumi colorati del tricolore italiano. 
Tutti a testa in su, per il succedersi molto stretto di decollo e atterraggi , organizzati come in un vero Aeroporto
”. 
Nel pubblico sicuramente non erano solo piloti, ma sicuramente tutti erano appassionati spettatori.
Ce li descrive ancora Lilly:
2Anche chi era lì come accompagnatore o famigliare era coinvolto dalle tante bancarelle di vestiti d’epoca, di vestiti militari, di libri e di oggetti aeronautici. 
L’altoparlante spiegava tutto, dalla tecnica di pilotaggio, alla storia degli aerei, alla memoria dei tempi passati, con musiche e citazioni commoventi. 
La partecipazione è stata straordinaria e tutto ha funzionato perfettamente, lasciando in chiunque vi abbia partecipato una pienezza e una soddisfazione di aver condiviso con tutti i presenti una bella giornata fatta tutta di volo
.” 
R.Allesina e Lilly Vago


Extrema Ratio Knives Division

Cinquemila ore di volo per l’NH-90 in Afghanistan
Elicottero da trasporto tattico del progetto europeo sviluppato a partire dagli...
Ai Sacrari il giusto decoro con un piano di riqualificazione
Accordo di collaborazione tra il Commissariato Generale per le Onoranze ai Caduti...
''Steel Forge'': Brigata Folgore in addestramento
Conclusa intensa settimana addestrativa per i paracadutisti dell’183 ‘’Nembo’’...
Blue Storm 2020 con i Granatieri di Sardegna
Esercitazione in Libano, missione UNIFIL, per la verifica dell’efficacia delle...
GOS: per la sicurezza della balneazione e della navigazione
Nella quarta settimana di giugno il Gruppo Operativo Subacquei della Marina Militare...
La ‘’Signora dei mari’’ apre le vele per la campagna 2020
L’Amerigo Vespucci riparte per il tradizionale programma didattico-addestrativo...
Stabilimento Farmaceutico militare di Firenze, orgoglio d'Italia
Lo ha detto il ministro della Difesa Lorenzo Guerini nel corso della sua visita...
Nave Alliance da La Spezia all'Artico
Dal 22 giugno al 16 agosto la nave polivalente da ricerca porterà la Marina Militare...
Esercitazioni Kinetic per la ‘’Friuli’’
La Brigata Aeromobile impegnata in esercitazioni congiunte tra equipaggi di volo...
Bilaterale presso il Circolo Ufficiali Pio IX e visita congiunta al Quartier Generale della Missione Irini
Calvisi: attesi benefici sull’indotto locale in termini di occupazione diretta ed indiretta
Le recenti azioni di Pechino a Hong Kong e altrove in Asia sollevano domande preoccupanti sui suoi obiettivi in ​​evoluzione
Gli Istituti di Formazione dell’Esercito Italiano in addestramento  
Guerini nell’incontro con l’omologo turco: moderazione e fermezza su Libia e Mediterraneo Orientale
Il sottosegretario Tofalo a colloquio con omologo inglese. Siglato accordo che rafforza cooperazione da programma Typhoon a Tempest
If explosive material is present she can indicate this by sitting before it
Copasir: fondate le preoccupazioni circa l’ingresso delle aziende cinesi nelle attività di installazione. Ne parliamo con Mario Arpino