03:29 giovedì 17.10.2019
''Difesa collettiva'' l'Arma azzurra sinonimo di eccellenza tecnologica
Al servizio del Paese, la più giovane delle Forze Armate con le sue molteplici professionalità e le svariate possibilità per coloro che vogliono farne parte
fotografie di: Cybernaua

28-07-2019 - Difesa Collettiva, tappa di un ciclo di incontri programmati ed aperti ai cittadini, allo scopo di coinvolgerli attivamente ed avvicinarli al mondo militare al fine di diffondere la cultura della Difesa, alla sua ultima puntata, il 25 luglio scorso, è stata dedicata all’Aeronautica Militare, riunendo, oltre ad esperti e responsabili dei vari settori delle forze Armate, anche studenti delle scuole italiane, a cui in modo particolare si rivolge la presentazione e la descrizione delle caratteristiche delle Forze Armate, differenti e diversificate ma unite verso l’unico obiettivo: la sicurezza del Paese e della popolazione.
All’apertura del convegno “Difesa collettiva”, insieme al saluto di benvenuto al pubblico in sala, il sottosegretario alla difesa Angelo Tofalo ha rimarcato come: “L’Aeronautica Militare è la più giovane tra le Forte armate della Difesa, dall’anima spiccatamente tecnologica. Una grande squadra affiatata di donne e uomini altamente specializzati. Dalla Squadra Aerea, vero e proprio braccio operativo, al Comando Logistico che assicura il supporto necessario a mantenere l’operatività, passando per il Comando delle Scuole per la selezione e l’addestramento di tutto il personale. Il fattore umano resta la risorsa più pregiata dell’Arma azzurra.
Un assetto strategico al servizio del Paese, 365 giorni all’anno, 24 ore su 24, perfettamente integrato in ambito Difesa e con le Forze dell’Ordine
”.
Ospiti dell’auditorium di Palazzo Aeronautica, abbiamo dunque assistito alla presentazione dell’Arma Azzurra da parte dei comandanti degli Alti Comandi dell'Aeronautica, il Comando della Squadra Aerea, il Comando Logistico ed il Comando delle Scuole.
Sono state illustrate le capacità peculiari e le attività svolte dall'Aeronautica Militare direttamente dalla viva voce degli uomini e delle donne dell'Arma Azzurra, con una novità importante: la collaborazione con l'Istituto Statale Sordi di Roma che ha garantito il servizio di interpretariato in diretta Italiano/LIS (lingua dei segni italiana).
All’iniziativa, voluta dal sottosegretario di Stato alla Difesa, Angelo Tofalo erano presenti la ministra della Difesa Elisabetta Trenta, il sottosegretario alla Difesa, Raffaele Volpi, il Capo di Stato Maggiore della Difesa, generale Enzo Vecciarelli, il Capo di Stato Maggiore dell'Aeronautica, generale di Squadra Aerea Alberto Rosso, il comandante logistico, gen. S.A. Giovanni Fantuzzi, il comandante della Squadra Aerea, gen. S.A. Gianni Candotti ed il comandante delle Scuole AM, il gen. S.A. Aurelio Colagrande.
Trenta, nel raccontare l'Aeronautica Militare, ha evidenziato come, in 96 anni di vita, abbia assolto in modo completo ed efficace tutti i suoi compiti istituzionali, perfettamente integrata nell'ambito dello strumento militare nazionale e sempre più apprezzata anche nel contesto internazionale:
"L'Aeronautica Militare è oggi un elemento di pregio della Difesa italiana che il mondo ci invidia. Un'eccellenza che va tutelata e promossa, e che viaggia di pari passo con il posizionamento competitivo dell'industria nazionale di settore, soprattutto nel panorama internazionale.
l’Aeronautica Militare è sempre più sinonimo di eccellenza tecnologica che grazie alla sinergia tra l’Agenzia Spaziale Italiana, il centro Italiano Ricerche Aerospaziale e il Consiglio Nazionale delle Ricerche ha permesso in meno di un secolo, alle sue donne e uomini di varcare la soglia dello spazio extra-atmosferico, a tal proposito rinnovo i miei auguri al colonnello Luca Parmitano che lo scorso sabato è partito per la Stazione Spaziale Internazionale dove assumerà il ruolo di comandante. Ringrazio quindi tutti gli uomini e le donne della Famiglia Azzurra per quanto fa al fine di contribuire alla sicurezza del nostro Paese
“.
E, rivolgendosi ai tanti studenti presenti, provenienti dalla Facoltà di Ingegneria Aerospaziale dell'Università di Roma, dall'Università LUISS, dal Liceo D'Annunzio di Corropoli, dall'Istituto Statale per non Udenti di Roma, ha detto: "Siete il nostro futuro e avrete la responsabilità di contribuire a fare dell'Italia un Paese ancora più grande“. 
L’intervento di Volpi descrivendo la professionalità, la competenza ed i valori che animano gli uomini e le donne in uniforme, ha sottolineato come i soldati italiani siano apprezzati nel mondo:
"Siamo ritenuti affidabili dagli alleati perché la nostra capacità di stare nei teatri è unica. La sensibilità dei nostri militari è riconosciuta universalmente ed anche nei paesi dove agiamo non veniamo percepiti come invasori, perché la nostra umanità è unica“. 
A sua volta, Vecciarelli, ha definito l'Aeronautica Militare "una splendida realtà che, operando in sinergia con le altre Forze Armate consorelle e le altre realtà dello Stato, contribuisce in modo significativo a fare della Difesa un forza ed una risorsa per il Paese“.
Rosso, ha riassunto l'impegno quotidiano della Forza Armata al servizio della collettività:
"Il nostro è un grande lavoro di squadra svolto con orgoglio e professionalità ogni giorno senza soluzione di continuità. 44.000 uomini e donne, civili e militari di cui 1200 piloti, poco più di 500 aerei ed elicotteri per svolgere i compiti a noi assegnati. I velivoli operano da 20 aeroporti, volando circa 100.000 ore l'anno. Un impegno importante, numeri significativi che dicono qual è lo sforzo dell'Aeronautica per assolvere, con le altre Forze Armate, il proprio compito
Ed ha quindi passato la parola ai tre comandanti, che con il supporto di interessanti filmati e videoclip, hanno descritto in modo chiaro le competenze e le attività dei vari settori dell’Arma Azurra.
Tanti i temi che sono stati trattati, con un linguaggio semplice e diretto, durante le due ore di interventi: dalla Difesa Aerea alla Cyber Security, dall'importanza dell'addestramento a quello della logistica, dal concorso delle capacità ISR (intelligence, sorveglianza e ricognizione) alle operazioni di ricerca e soccorso per salvare vite umane, dallo Spazio all' impiego nelle operazioni fuori dai confini nazionali, fino ad esplorare le molteplici professionalità della Forza Armata e le svariate possibilità di far parte della grande famiglia dell'Aeronautica Militare. 
Ed a chiusura dell'incontro, la presenza del cosmonauta tenente colonnello Walter Villadei, ha dato l'opportunità di ricordare l'attuale attività dell'astronauta Luca Parmitano sulla ISS (Stazione Spaziale Internazionale) che orbita attorno alla Terra ogni 90 minuti e di rimarcare come l'impegno in ambito aerospaziale sia una delle grandi prerogative dell'Aeronautica Militare.
Maria Clara Mussa


Extrema Ratio Knives Division

‘’Arab Geopolitics after the Caliphate. How to exit the fragmentation trap’’
Questo il tema della conferenza organizzata dalla NDCF (NATO Defense College Foundation)...
Un popolo è formato, plasmato anche grazie alla memoria
‘’’Culto della Memoria – Diffusione, tutela e rispetto’’ al Centro...
Argentina e Italia per una settimana enogastronomica
Nell’aeroporto di Fiumicino in area di imbarco E degustazione di ricette tipiche...
Il valore della marittimità
Presentato a Palazzo Marina il programma del ''Regional Seapower Symposium'' forum...
“Innovation day”: evoluzione delle strategie di cambiamento nelle organizzazioni
Illustrato, alla presenza del Sottosegretario di Stato alla Difesa, On. Angelo...
Intelligenza Artificiale, ma l’uomo sempre al centro di ogni processo
Sarà possibile rendere più umana e più etica la società dell’Intelligenza...
''Interagency Effort 2019''
Durata dal 2 al 13 settembre con l’obiettivo di schierare sul campo un Posto...
Jesolo Air Show 2019
Protagonista della manifestazione l'AMX che lo scorso 13 settembre ha compiuto...
Soldato Pelliccia, presente!
L’ultimo saluto al Leone della Folgore a Roma, nella cappella del policlinico...
L'India consegna all'Afghanistan due elicotteri Mi-24V che sostituiscono i quattro donati in precedenza negli anni 2015-2016
La Brigata Aosta impegnata nella missione UNIFIL inaugura una ristrutturazione infrastrutturale a favore delI’stituto Tecnico di Bint Jubayl
A colloquio con il generale Mario Arpino, sull'attuale situazione del programma di ammodernamento dell'Aeronautica e delle esigenze operative
Il Regional Command West dona un ponte Bailey alla municipalità di Deçan/Dečani, in Kosovo
Occasione per parlare direttamente a tutto il personale militare e civile degli Enti, esprimendo il proprio ringraziamento per il lavoro svolto
Il Gruppo Supporto di Aderenza (GSA) si addestra alla condotta di attività mirate a garantire la libertà di movimento delle unità di KFOR
Il Contingente Italiano e l’Arma dei Carabinieri, impegnati nella missione UNIFIL, portano per la prima volta in Libano la Terapia Multisistemica in Acqua
Lo leggiamo in una nota dell'Ufficio Stampa dell'ammiraglio Giuseppe De Giorgi, già capo di Stato maggiore della Marina Militare