17:18 domenica 23.02.2020
Il “tagliacarne “ a Volandia
Il Museo che ospita l'F104 ricevuto in prestito dal museo di Berlino è collocato nel circuito dei grandi musei internazionali
fotografie di: R. Allesina

12-02-2020 - “Il Tagliacarne”, cosi’ il settimanale “Oggi” defini’ l’F104 in un articolo, allorché il velivolo entrò in servizio, all’inizio degli anni 60’ del XX secolo
Era così definito perché si discostava dai velivoli della generazione passata, caratterizzati da linee arrotondate; il 104, infatti,aveva linee nette ed angoli molto incisivi, tali da farlo assomigliare appunto ad un coltello da carne.
In seguito gli furono attribuiti altri pseudonimi: quello, diciamo ufficiale, di Starfigther (cacciatore di stelle); poi spillone, fabbricatore di vedove e bara volante.
A Volandia, l’8 febbraio scorso ne è stato presentato uno, prestato dal museo di Berlino, nei colori della Luftwaffe tedesca che ne aveva in linea ben 955.
Il presidente della fondazione Volandia Marco Reguzzoni ha tenuto a sottolineare che questo velivolo è il 104esimo esposto nel museo e che la collaborazione con il museo di Berlino colloca Volandia nel circuito dei grandi musei internazionali.
Ha poi preso la parola il comandante Franco Bonazzi, a raccontare la sua indimenticabile esperienza di pilota dello spillone.
Bonazzi, giovane capitano pilota nel 1959, è stato il primo italiano a volare sull'F104G, quando fu inviato dal Reparto Sperimentale, insieme ad un ingegnere, presso la famosa base di Edwars in California. Lì si trovarono con collaudatori belgi, olandesi, canadesi e tedeschi.
Di tedeschi ce ne furono addirittura due, ai quali la Lockheed, produttrice dell'F 104, offrì un corso propedeutico per svilupparne la futura produzione presso stabilimenti in Italia, in Germania e in Canada; scelta quest’ultima avvenuta in base al programma MAP (military aid program).
Va ricordato che il 104 in Italia, oltre ad essere molto amato dai piloti, ha rappresentato per l’industria aeronautica nazionale un notevole salto di qualità recuperando quel gap tecnologico venutosi a creare dopo la seconda guerra mondiale.
Ruby Allesina


Extrema Ratio Knives Division

Per assicurare pace e sicurezza
Familiarization Italia-Ghana-Malesia nella missioni UNIFIL la cui caratteristica...
Interazione e cooperazione nel dialogo Italia Russia
Al centro delle discussioni la Libia e l'iniziativa dell'unione Europea nell'embargo...
I VFP1 del 3° blocco 2019 hanno giurato
Oltre 800 Volontari del 17° Reggimento “Acqui” hanno prestato giuramento...
''Efficienza sistemica e rilevanza complessiva''
Il Concetto Strategico del Capo di Stato Maggiore della Difesa generale Enzo Vecciarelli...
Welcome on board
EasyJet ha presentato il primo Airbus A321neo a Malpensa, aeroporto centrale...
Ammodernare l'Esercito è urgente
Sottosegretario Calvisi: lo sviluppo tecnologico e l’innovazione dei sistemi...
Addestramento per le Forze di Sicurezza afghane
Undici corsi svolti dai militari italiani in missione in Afghanistan, per un totale...
Il Presidente Sergio Mattarella a Palazzo Esercito
Ha incontrato i soldati dell’Operazione Strade Sicure e salutato in collegamento...
Tanti libri all'''Acqua Alta'' di Venezia
L'ADA consegna alla nota libreria veneziana i numerosi libri raccolti nel corso...
Calvisi: grazie all’ammiraglio Enrico Credendino In bocca al lupo all’ammiraglio Fabio Agostini
Corona virus: terminata la quarantena nella città militare per i cinquantacinque rientrati dalla Cina con il volo militare. Rientrano gli Italiani dal Giappone
Presentazione a Roma del 1° Rapporto sul terrorismo e sul radicalismo in Europa
Il contingente italiano del TAAC-W dona materiale tecnico e d’ufficio al Dipartimento per gli Affari Femminili di Herat
Il ministro della Difesa Lorenzo Guerini incontra Masrour Barzani, primo ministro del Governo Regionale del Kurdistan
The Prime Minister of the Kurdistan Region met in Rome with the Prime Minister of Italy Giuseppe Conte
Il ministro della Difesa, Lorenzo Guerini, ha preso parte alla 56^ edizione della Munich Security Conference 2020
Il ministro della Difesa Lorenzo Guerini a Bruxelles per la riunione dei ministri della difesa della NATO: soddisfazione per i risultati