23:56 mercoledì 28.09.2022
Coronavirus: Aves operativa su tutto il territorio nazionale
L’Aviazione dell’Esercito di Viterbo importante centro nevralgico per le operazioni di soccorso (barella di biocontenimento ''Isoark N36'')
fotografie di: AVES

15-04-2020 - Nel pieno dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, le basi dell’Aviazione dell’Esercito di Viterbo rappresentano, anche per la loro posizione geografica, un importante centro nevralgico per le operazioni di soccorso su tutto il territorio nazionale. Proprio grazie a questa sua peculiarità, ai baschi azzurri di Viterbo è stata affidata la gestione di una barella di biocontenimento “Isoark N36” prontamente impiegabile in caso di necessità.
La barella Isoark N36 ha la capacità di trasportare un paziente in situazione di alto biocontenimento e si compone di uno spazio sovrapposto alla lettiga che trattiene gli agenti potenzialmente infettivi, a garanzia della protezione degli operatori e di altri soggetti. Tale dispositivo risulta idoneo all’alloggiamento all’interno di un aeromobile di soccorso, sia esso un aereo o un elicottero.
Per questo motivo l’Aviazione dell’Esercito ha predisposto assetti UH-412 e UH-90A del 3° Reggimento Elicotteri per Operazioni Speciali “Aldebaran” che, in collaborazione con il 7° Reggimento CBRN “Cremona” di Civitavecchia e con il Policlinico Militare “Celio” di Roma, formeranno un team specialistico di pronto intervento.
Nel contesto in cui l’urgenza si prefigura oramai come prassi quotidiana, i diversi reggimenti della Specialità impiegati nelle attività di supporto continuano a ricorrere ai propri mezzi e al proprio personale per raggiungere nel minor tempo possibile i nosocomi italiani, al fine di velocizzare la distribuzione dei materiali necessari alla lotta contro il virus che da mesi minaccia la salute nazionale. In questo particolare periodo, l’Esercito prosegue comunque le sue attività a tutela del Paese, anche mediante l’impiego dei suoi militari nell’Operazione “Strade Sicure”, rimodulata a seguito dell’attuale emergenza e che vede anche i baschi azzurri tra le parti attive nel controllo dei varchi aeroportuali, come quello di Torino Caselle.
Già a partire dallo scorso 24 febbraio, la Forza Armata spiega le proprie ali per raggiungere i luoghi del soccorso, mediante un piano di trasporto aereo e terrestre integrato a quello della Protezione Civile, predisponendo una serie di missioni ad ala fissa e rotante mirate al trasporto di materiale DPI, tamponi e personale sanitario. A oggi sono state attivate 30 missioni per un totale di circa 120 ore di volo, con elicotteri: UH-205 del 34° Distaccamento Permanente “Toro” di Venaria Reale (TO), UH-205 e RH-206C del Centro Addestrativo Aviazione dell’Esercito di Viterbo, CH-47 F del 1° Reggimento AVES “Antares”, UH-90A e HH-412 del 3° Reggimento Elicotteri per Operazioni Speciali “Aldebaran”, UH-90A del 7° Reggimento “Vega” di Rimini, nonché aerei Piaggio P-180 e Dornier 228 del 28° Gruppo Squadroni “Tucano” di Viterbo.
In prima linea anche il 3° Reggimento di Sostegno Aviazione dell’Esercito “Aquila” di Bergamo, impegnato nella gestione degli effetti relativi all’elevata incidenza della mortalità, in collaborazione con le Autorità Civili nell’ambito dell’Operazione “Fidelium”, nonché nel supporto logistico al personale specialistico della Federazione Russa. Al Sud, il 2° Reggimento Aviazione dell’Esercito “Sirio” continua nel suo lavoro di carico, scarico e stoccaggio di materiale sanitario giunto all’aeroporto di Lamezia Terme e destinato alla Protezione Civile della regione.
Su tutto il territorio prosegue senza sosta l’impiego operativo della Forza Armata a tutela dei cittadini, eseguendo gli ordini che la Sala Operativa del COI (Comando Operativo di Vertice Interforze) emana a seguito dei coordinamenti effettuati con gli altri dicasteri, nel difficile e attuale contesto che ci vede temporaneamente distanti ma sempre più uniti.
Redazione


Extrema Ratio Knives Division

Exit Tragedy, pensare che volevamo la pace per l'Afghanistan
Al Comune di Marino presentato il libro di Mussa e Papagni con la partecipazione...
Ali su Desenzano
Grande successo della manifestazione aerea sul lago di Garda organizzata sabato...
Difesa: Quarant'anni del Tornado
Atterrato per la prima volta il 27 Agosto 1982 nella base militare di Ghedi
Segredifesa all’AirShow 2022 di Zeltweg in Austria
Oltre 200 aeromobili ad ala fissa ed elicotteri provenienti da 20 nazioni in un...
I velivoli di quinta generazione preparano e fanno crescere le Forze Armate
Esercitazione ALARP di Aeronautica e Marina Militare nel Distaccamento Aeroportuale...
Missione in Bulgaria
Partito l’82° reggimento fanteria ‘’Torino’’, impiegato nella enhanced...
Prima missione operativa  per nave Thaon di Revel
L’unità sarà impegnata nelle missioni Atalanta in Oceano Indiano, EMASoH nello...
Navarm: collaborazioni con Marina Militare brasiliana
Il direttore degli Armamenti Navali del Segretariato Generale della Difesa e Direzione...
Difesa Europea, a Roma incontro bilaterale
Ne hanno discusso il capo di stato maggiore della difesa ammiraglio Giuseppe Cavo...
La regione del Kurdistan è presa di mira dall’Iran
Al NATO Defense College per il 141° Senior Course, alla presenza del Capo di Stato Maggiore della Difesa generale Cavo Dragone
''Fondamentale conoscere l’applicazione del DIU nei complessi contesti odierni nei quali operiamo'', ha detto il generale Figliuolo
Ultimato il progetto di rifacimento della sede comunale alla municipalità di Al Boustan nel Libano del Sud
Livorno, ultima tappa della campagne d’istruzione 2022 degli allievi dell’accademia navale
Il Presidente ucraino ha ringraziato gli Italiani per i sacrifici che anch’essi stanno sostenendo per difendere la libertà dell’Ucraina
Il generale Portolano ha intrattenuto numerosi e proficui incontri istituzionali con alcune tra le massime cariche della Difesa brasiliana
La Marine Nationale francese in visita presso la Corderia di Castellammare di Stabia