20:53 venerdì 07.08.2020
Stabilimento Farmaceutico militare di Firenze, orgoglio d'Italia
Lo ha detto il ministro della Difesa Lorenzo Guerini nel corso della sua visita
fotografie di: Ministero Difesa

25-06-2020 - “Il Paese è orgoglioso di voi; lo Stabilimento Chimico Farmaceutico di Firenze rappresenta un'eccellenza italiana e durante questa emergenza Coronavirus, ancora una volta, ha svolto un ruolo fondamentale confermando le sue incredibili potenzialità” così ha esordito il ministro della Difesa Lorenzo Guerini rivolgendosi al personale militare e civile, nel corrodeva sua visita, accolto dal sindaco di Firenze Dario Nardella, dal prefetto Laura Lega e dal direttore generale dell'Agenzia Industria Difesa Gian Carlo Anselmino.
Dal 17 marzo, con un decreto approvato in Consiglio dei Ministri, lo stabilimento ha iniziato a produrre gel disinfettante, oltre 65.000 litri prodotti fino ad oggi destinati per gli ospedali del Nord Italia, con una media raggiunta a regime di circa 3. 000 litri al giorno. Per l’emergenza Coronavirus, inoltre, il Ministero della Salute ha autorizzato lo Stabilimento alla produzione dell'idrossiclorochina, farmaco normalmente impiegato per malattie tipo l'artrite reumatoide e usato per via sperimentale nel trattamento curativo per Covid.
"Questo virus ci ha dimostrato come sia necessario puntare maggiormente sulla sanità militare”- ha detto Guerini.
"In questo sforzo collettivo le donne e gli uomini della Difesa, impegnati per il controllo del territorio, negli ospedali con i medici militari e personale sanitario, nei trasporti logistici hanno dato una prova straordinaria di professionalità, spirito di sacrificio e umanità. La Difesa si conferma una grande famiglia che interpreta e affronta le sfide della contemporaneità, anche dal punto di vista industriale, grazie all'impegno quotidiano di tutti coloro che ne fanno parte e la onorano; adesso bisogna guardare avanti, l'Italia deve ripartire nella sua dimensione economica, occupazionale e educativa anche con la ripresa fondamentale delle scuole.”
Nota
Lo Stabilimento è un’unità produttiva dell’Agenzia Industrie Difesa che opera sotto il diretto controllo del Ministero della Difesa ed è a Firenze dal 1931. 
In questa Officina Farmaceutica dello Stato vi lavorano 85 persone tra cui 37 civili ed è l'unica ad essere autorizzata dall'Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA) a produrre medicinali per uso umano. Durante questa emergenza non ha mai smesso di produrre, senza scopo di lucro, “farmaci orfani”, ritenuti non economicamente sostenibili da parte delle case farmaceutiche. Al momento, sono prodotti e distribuiti 6 medicinali con i quali vengono trattati circa 3000 pazienti affetti da patologie rare e croniche.
L'Istituto ha collaborato anche in passato con Istituto Superiore della sanità per la produzione di alcuni medicinali come le compresse di ioduro di potassio per il disastro di Chernobyl del 1986, la soluzione ai Retinoidi e compresse di Melatonina per la sperimentazione della multiterapia Di Bella (1998-2001) e l’antivirale Oseltamivir fosfato per la pandemia da virus dell'influenza aviaria  (2009-2017).
Inoltre, presso lo Stabilimento avviene la produzione di cannabis per uso medico, unici ad essere autorizzati e le varietà prodotte e distribuite sono due (FM1 ed FM2). La produzione, inizialmente calcolata su 100 kg/anno, oggi è di circa 150/kg all’anno.
L’Agenzia Industria Difesa nell'emergenza Covid è stata impegnata, inoltre, nella produzione di ventilatori presso l'azienda Siare di Bologna con l'invio di 25 tecnici specializzati della Difesa e con la produzione di mascherine chirurgiche, avviato da qualche settimana, presso lo Stabilimento "Le Spolette" di Torre Annunziata (Na). 
Redazione


Extrema Ratio Knives Division

Afghanistan: inaugurato il monumento ‘’Ariete’’ al TAAC-WEST
Le Brigate che si avvicendano nell’operazione “Resolute Support” a conclusione...
Giornata del Laureato 2020 a Torino
Gli Ufficiali del 197° Corso ''Tenacia'' del Comando per la Formazione e Scuola...
Nave Alliance rientra a Tromsø conclusa la campagna High North20
Conclusa la prima di tre campagne di ricerca in Artico del programma triennale...
Gare di volo in aliante
Nell’Aviosuperficie Avio Alfina in Castel Viscardo (TR) il trofeo di volo artistico...
Brigata ''Sassari'' dà il cambio ai ''Granatieri di Sardegna'' in Libano
Giunge a conclusione il mandato continuativo più lungo per un contingente italiano...
''Firephobia'', come affrontare le sommosse in Kosovo
Addestramento dei militari della forza NATO in missione KFOR per mantenere la...
Nuovi giovani piloti
Conclusa la seconda edizione di ''Progetto volo'', iniziativa dell'Aero Club di...
Cippo in memoria dei peacekeeper italiani caduti in Libano
L'Italia è impegnata nel mantenimento della pace in Libano sin dal 1979 nella...
Nel porto di Taranto ammara un idrovolante
Dopo un secolo, il mare pugliese rivede attività aerea/marittima; inizio di...
Tre navi della Marina Militare pronte ad operare insieme alla protezione Civile
Due C 130 J dell’Aeronautica Militare condurranno Vigili del fuoco e personale esperto di minacce CBRN
Nell’incontro con il Presidente Serraj Guerini ha detto: ’’Pronti a lavorare fin da subito a nuovo slancio della cooperazione’’
Insieme al presidente del consiglio presidenziale e premier del governo di accordo nazionale della Libia anche i membri del consiglio presidenziale
Militants based in Khurmato have occupied our village and its residents have been forcibly evicted
Esplose oltre 2.700 tonnellate di nitrato di ammonio. Il ministro della difesa Lorenzo Guerini in contatto telefonico con contingente italiano in Libano 
Accordo tra istituzioni per la razionalizzazione del patrimonio immobiliare in uso al Dicastero
Una considerazione del generale Giuseppe Morabito, membro del Direttorio della NATO Defence College Foundation