21:13 venerdì 07.08.2020
Corso A.I.C.A (Addestramento Individuale al Combattimento Aeromobile)
Brigata ''Friuli'' introduce nuovo iter addestrativo aeromobile, essenza identificativa e requisito cardine per l’appartenenza al 66° reggimento
fotografie di: SME

17-07-2020 - Presso il 66° reggimento fanteria aeromobile “Trieste”, si è concluso il corso di Addestramento Individuale al Combattimento Aeromobile (A.I.C.A.), il primo organizzato secondo il nuovo iter recentemente approvato, volto a conferire al personale appartenente all’unità le capacità tecnico-tattiche che costituiscono l’essenza identificativa delle unità aeromobili.
Il nuovo iter, della durata di 10 settimane, introdotto dal comandante della Brigata “Friuli” generale Stefano Lagorio, prevede il superamento di un Test Pratico di Sbarramento (TPS1).
Ottenuto l’accesso al Corso di Aeromobilità di base e a quello di Aeromobilità avanzata, l’aspirante fante aeromobile acquisisce le capacità a confezionare e agganciare i carichi al gancio baricentrico di un aeromobile, ad effettuare il cosiddetto ‘target handover’ e ad apprendere le capacità di inserzione con le tecniche di discesa da elicottero mediante “rappelling” (discesa in corda doppia) e “fast roping” (canapone) in ambiente diurno e notturno. Il personale risultato idoneo, dopo aver ricevuto l’ambìto basco azzurro, viene assegnato alle compagnie operative del 1° battaglione aeromobile.
Le intense attività addestrative, considerata l’emergenza sanitaria relativa al Covid-19, sono state pianificate e condotte attuando le previste misure di contenimento e gestione dell’emergenza, con l’adozione dei previsti dispositivi di protezione individuale e garantendo il distanziamento tra i frequentatori. L'impiego massivo del sistema di simulazione di tiro, Fire Arms Training Simulator (FATS), ha permesso, inoltre al personale di consolidare gli elevati livelli addestrativi raggiunti nelle attività a fuoco individuali e di squadra condotte presso il Poligono militare di Foce Reno.
La Brigata Aeromobile “Friuli”, anche in un momento emergenziale, continua ad addestrare ed approntare il proprio personale, attività ineludibili che consentono alla Forza Armata di mantenere il necessario livello di “prontezza operativa” espressa negli oltre 20.000 militari impegnati quotidianamente nelle operazioni all’estero e sul territorio nazionale.
Redazione


Extrema Ratio Knives Division

Afghanistan: inaugurato il monumento ‘’Ariete’’ al TAAC-WEST
Le Brigate che si avvicendano nell’operazione “Resolute Support” a conclusione...
Giornata del Laureato 2020 a Torino
Gli Ufficiali del 197° Corso ''Tenacia'' del Comando per la Formazione e Scuola...
Nave Alliance rientra a Tromsø conclusa la campagna High North20
Conclusa la prima di tre campagne di ricerca in Artico del programma triennale...
Gare di volo in aliante
Nell’Aviosuperficie Avio Alfina in Castel Viscardo (TR) il trofeo di volo artistico...
Brigata ''Sassari'' dà il cambio ai ''Granatieri di Sardegna'' in Libano
Giunge a conclusione il mandato continuativo più lungo per un contingente italiano...
''Firephobia'', come affrontare le sommosse in Kosovo
Addestramento dei militari della forza NATO in missione KFOR per mantenere la...
Nuovi giovani piloti
Conclusa la seconda edizione di ''Progetto volo'', iniziativa dell'Aero Club di...
Cippo in memoria dei peacekeeper italiani caduti in Libano
L'Italia è impegnata nel mantenimento della pace in Libano sin dal 1979 nella...
Nel porto di Taranto ammara un idrovolante
Dopo un secolo, il mare pugliese rivede attività aerea/marittima; inizio di...
Tre navi della Marina Militare pronte ad operare insieme alla protezione Civile
Due C 130 J dell’Aeronautica Militare condurranno Vigili del fuoco e personale esperto di minacce CBRN
Nell’incontro con il Presidente Serraj Guerini ha detto: ’’Pronti a lavorare fin da subito a nuovo slancio della cooperazione’’
Insieme al presidente del consiglio presidenziale e premier del governo di accordo nazionale della Libia anche i membri del consiglio presidenziale
Militants based in Khurmato have occupied our village and its residents have been forcibly evicted
Esplose oltre 2.700 tonnellate di nitrato di ammonio. Il ministro della difesa Lorenzo Guerini in contatto telefonico con contingente italiano in Libano 
Accordo tra istituzioni per la razionalizzazione del patrimonio immobiliare in uso al Dicastero
Una considerazione del generale Giuseppe Morabito, membro del Direttorio della NATO Defence College Foundation