14:38 venerdì 22.01.2021
Nel porto di Taranto ammara un idrovolante
Dopo un secolo, il mare pugliese rivede attività aerea/marittima; inizio di una nuova era?
fotografie di:

18-07-2020 - Assistere all’ammaraggio di un idrovolante nel porto di Taranto crea emozione.
Un velivolo leggero anfibio “Legend 540” della Scuola Italiana Volo, ai comandi del pilota istruttore Graziano Mazzolari, decollato dal mare di Gallipoli, ha ammarato nel Mar Grande, transitando poi lungo il Canale Navigabile, attraversando lo storico Ponte Girevole e ormeggiandosi presso la banchina del Castello Aragonese.
L’originale iniziativa è stata promossa dall’ammiraglio Salvatore Vitiello, comandante del Comando Marittimo Sud, che ha accolto l’idrovolante – caratterizzato da una sgargiante livrea “rosso Ferrari” – insieme a Orazio Frigino, presidente dell’associazione Aviazione Marittima Italiana.
Vitiello ha dichiarato: “Non nascondo la mia grande emozione nel vedere un idrovolante ammarare ed attraversare il Canale Navigabile; questo evento ci ha riportato indietro di oltre un secolo, all’inizio del ‘900, quando gli idrovolanti a Taranto erano di casa grazie all’Idroscalo Bologna della Marina Militare, di stanza allora nel secondo seno del Mar Piccolo”.
Emozionato era anche Frigino che da anni dedica la maggior parte del proprio tempo a creare progetti per valorizzare gli idroscali italiani, sperando in un futuro di “trasporto interzonale ecosostenibile”.
Siamo onorati che un nostro idrovolante abbia potuto ammarare nel grandioso scenario del Mar Grande, ripercorrendo le rotte di velivoli e piloti italiani di addirittura un secolo fa”, ha così sottolineato il Frigino, “questa nostra presenza a Taranto ha costituito un ‘flight test’ per il progetto ‘SWAN’, interamente finanziato dall’Unione Europea, che prevede la realizzazione di infrastutture leggere sia a terra come mini terminal, sia in acqua con un pontile galleggiante per idrovolanti” ed ha continuato specificando che: “l’Autorità Portuale di Taranto, il Comune di Nardò, il Comune di Gallipoli sono partenariato con l’Autorità Portuale di Corfù e il Comune di Corfù, per il progetto interreg Greece–Italy”.
Nell’ambito del progetto SWAN, il dottor Luigi Siciliano, a nome del Comune di Nardò, è titolare dei ‘flight test’ sulle tre marine italiane e cinque greche; mentre l’Aviazione Marittima Italiana-Scuola Italiana Volo è affidataria.
I primi flight test, per verificare l’idoneità del sito per le operazioni idro di ammaraggio, ormeggio, manovra e decollo si sono svolti a Taranto.
A chiusura dell’’’intensa giornata aeromarittima’’, l’ammiraglio Vitiello ha donato al presidente Frigino un “Pumo”, il caratteristico portafortuna in ceramica con il logo del Comando Marittimo Sud, come buon auspicio per l’ambizioso progetto europeo “SWAN” (Sustainable Water Aerodrome Network), che tra l’altro prevede la realizzazione di una idrobase e di un mini terminal nella calata 1 del porto turistico di Taranto.
Maria Clara Mussa


Extrema Ratio Knives Division

‘’Leon’’ la lama venexiana
Storia di vita e di coltelli da combattimento militare creati dal Maestro Sandro...
1^ BAOS (brigata aerea operazioni speciali) da oggi nella nuova sede sull’aeroporto di Furbara
Generale Rosso: ‘’Una tappa fondamentale del processo di razionalizzazione...
Terminata la campagna ''Fari 2020''
La Marina Militare impegnata nella sicurezza dei segnalamenti per tutti i naviganti...
Esercito, l’impegno nel 2020
Più di 11.000 militari durante le festività in operazioni all'estero e sul territorio...
''Vaccino day'' 2020
La corsa per il programma europeo di vaccinazione collettiva ha impegnato le Forze...
Il ministro Guerini in visita in Kosovo
Ha trascorso la vigilia di Natale insieme ai militari italiani impegnati nella...
Nave Martinengo conclude operazione antipirateria
La fregata ha lasciato le acque del Golfo di Guinea, dove ha operato sin dal mese...
Addestramento nel Mediterraneo Orientale
La Marina Militare ha partecipato ad attività Passex
Buon Natale a chi lavora lontano
Il generale Enzo Vecciarelli ha visitato il contingente italiano che opera nella...
Lettera aperta di Riccardo Pedrizzi, presidente del Cts dell’Ucid al Presidente dell'Associazione bancaria Antonio Patuelli  
Il radar AESA da sorveglianza marittima aumenta le capacità dell’MQ-9B, sulla base della comprovata collaborazione tra GA-ASI e Leonardo
Tredici i piloti che hanno sostenuto l'esame per aeroplano e per elicottero
Passi in avanti nel progetto ‘’sbocchi occupazionali’’ con l’accordo di collaborazione tra Esercito Italiano e B-INIZIATIVE s.r.l.
Truppe Alpine dell’Esercito addestrano il personale per operare in montagna
Il generale Carmelo Burgio succede al generale Ilio Ciceri
L'opinione pubblica nel mondo sviluppato è o appare diffidente nei confronti della Cina, lo dice il generale Morabito, membro del Direttorio della NATO Defence College Foundation
Il vice presidente del governo di accordo nazionale della Libia in visita a Roma