06:36 domenica 24.01.2021
Esercito Italiano in supporto dei comuni piemontesi
I Genieri Alpini del 32° reggimento Guastatori intervenuti nella rimozione dei detriti in Piemonte a seguito dell’alluvione di ottobre
fotografie di: brigata Taurinense

18-12-2020 - È terminata in questi giorni a Garessio e Ormea in provincia di Cuneo e a Balocco, Casanova Elvo e Buronzo nel Vercellese la prima fase dei lavori a favore dei comuni piemontesi pesantemente colpiti dall’alluvione di inizio ottobre.
Dopo le necessarie ricognizioni e gli studi tecnici, i militari del 32° Reggimento Genio Guastatori dell’Esercito Italiano hanno concluso le prime attività di rimozione dei detriti e di pulizia degli alvei fluviali, rese necessarie dopo i primi interventi urgenti già svolti dalle comunità locali.
Nel cuneese i genieri alpini hanno rimosso di legname accumulatosi nell’alveo del Rio Bianco, affluente del Tanaro, potendo così ripristinare il corretto flusso delle acque e salvaguardando la tenuta degli argini e dell’alveo stesso. In provincia di Vercelli, invece, sono stati rimossi detriti, tronchi e rami nell’area golenale del torrente Cervo, nel settore compreso tra il ponte ferroviario e quello dell’Autostrada A4.
A questi primi interventi faranno seguito analoghe attività di pulizia straordinaria di corsi d’acqua nelle province di Vercelli, Novara e Verbania.
I Genieri Alpini, adottando tutte le necessarie cautele e la massima attenzione anche ai protocolli di sicurezza governativi legati al Covid-19, hanno operato in coordinamento con le Autorità locali e le attività sono state gestite da una Sala Operativa presso la sede del 32° Reggimento Genio Guastatori in Fossano.
Sotto la direzione del Comando Truppe Alpine (Comando multifunzione d’area per tutto il nord-ovest), gli assetti della Brigata Alpina “Taurinense” – già impegnati in molteplici attività concorsuali, fornite per il contrasto alla pandemia da COVID-19, nel quadro del generale supporto dell’Esercito e delle Forze Armate al sistema “Paese”, quali l’allestimento di tensostrutture presso gli ospedali, l’effettuazione di tamponi rapidi presso i Drive Through Difesa (DTD) e il trasporto interospedaliero di pazienti, sono costantemente pronti ad intervenire su attivazione delle Prefetture o della Sala Operativa della Regione Piemonte con i propri nuclei di Pronto Intervento.
Negli ultimi anni, il sistema di gestione delle fasi emergenziali complesse, che vede operare gli Enti locali, la Protezione Civile, i Vigili del Fuoco e le Forze Armate ha visto un’implementazione della pianificazione e del coordinamento delle operazioni, resa ancor più efficace da numerose esercitazioni interforze e interagenzia, tese ad integrare l’impiego congiunto di assetti militari e civili da proiettare sul terreno a seguito di eventi calamitosi. Tra queste, le esercitazioni “Vardirex” (Various Disaster Relief Management Exercise) e “Altius”, condotte in Piemonte dalle Truppe Alpine dell’Esercito che hanno schierato, in stretta sinergia con i principali attori della gestione delle emergenze, assetti specialistici, mezzi e materiali tecnici in grado di operare con precisione ed efficacia nel coordinamento e nell’intervento a favore della popolazione.
Redazione


Extrema Ratio Knives Division

‘’Leon’’ la lama venexiana
Storia di vita e di coltelli da combattimento militare creati dal Maestro Sandro...
1^ BAOS (brigata aerea operazioni speciali) da oggi nella nuova sede sull’aeroporto di Furbara
Generale Rosso: ‘’Una tappa fondamentale del processo di razionalizzazione...
Terminata la campagna ''Fari 2020''
La Marina Militare impegnata nella sicurezza dei segnalamenti per tutti i naviganti...
Esercito, l’impegno nel 2020
Più di 11.000 militari durante le festività in operazioni all'estero e sul territorio...
''Vaccino day'' 2020
La corsa per il programma europeo di vaccinazione collettiva ha impegnato le Forze...
Il ministro Guerini in visita in Kosovo
Ha trascorso la vigilia di Natale insieme ai militari italiani impegnati nella...
Nave Martinengo conclude operazione antipirateria
La fregata ha lasciato le acque del Golfo di Guinea, dove ha operato sin dal mese...
Addestramento nel Mediterraneo Orientale
La Marina Militare ha partecipato ad attività Passex
Buon Natale a chi lavora lontano
Il generale Enzo Vecciarelli ha visitato il contingente italiano che opera nella...
Arvydas Anušauskas ha visitato il distaccamento italiano di Šiauliai impegnato nella missione in Lituania
I Predator dell'Aeronautica Militare hanno raggiunto il traguardo di 55.000 ore di volo totali
Il ministro Guerini incontra Claudio Catalano, A.D. di Iveco Defence Vehicles (DV),
Otto giovani ''marinai'' da oggi fanno parte delle forze speciali della Marina Militare
Lettera aperta di Riccardo Pedrizzi, presidente del Cts dell’Ucid al Presidente dell'Associazione bancaria Antonio Patuelli  
Il radar AESA da sorveglianza marittima aumenta le capacità dell’MQ-9B, sulla base della comprovata collaborazione tra GA-ASI e Leonardo
Tredici i piloti che hanno sostenuto l'esame per aeroplano e per elicottero
Passi in avanti nel progetto ‘’sbocchi occupazionali’’ con l’accordo di collaborazione tra Esercito Italiano e B-INIZIATIVE s.r.l.