13:06 venerdì 17.09.2021
Infantry Multilevel Training
Addestramento multilivello per le LAF (Forze Armate libanesi) al combattimento in ambiente montano
fotografie di: UNIFIL

17-07-2021 - È terminata, presso il poligono di Naqoura, l’esercitazione conclusiva dell’Infantry Multilevel Training,  il corso multilivello di fanteria realizzato da ITALBATT, la componente operativa del contingente italiano in Libano nell'ambito della missione UNIFIL, a favore delle Forze Armate Libanesi (LAF).
 La presenza, tra il contingente schierato in Libano, delle unità delle Truppe Alpine, ha consentito ai caschi blu italiani di poter proporre ai militari della 5a Brigata delle LAF un’attività addestrativa complessa finalizzata al movimento e combattimento caratterizzato dalla verticalità.
 Sfruttando le capacità peculiari delle truppe da montagna della brigata “Taurinense”, gli alpieri del battaglione “Saluzzo” e una squadra di genieri del 32˚ reggimento Genio Guastatori hanno dapprima addestrato i militari libanesi alla discesa in corda doppia sia da torre di arrampicata sia su roccia, inserendo successivamente la manovra all’interno di una più ampia azione complessa, simulando l’incursione e la neutralizzazione della minaccia, con l'appoggio di unità di cavalleria e tiratori scelti. Due blindo Centauro del reggimento Nizza Cavalleria (1’) hanno coperto la manovra fornendo un'adeguata base di fuoco in caso di attivazione.
 Le caratteristiche di interoperabilità e di autonomia operativa proprie delle Truppe Alpine, hanno permesso quindi di aumentare la capacità delle LAF di interfacciarsi in modo coordinato con i contingenti stranieri, affinando le procedure di “Comando e Controllo”, la gestione della manovra e l'impiego combinato di armi ed equipaggiamenti.
 Estremamente soddisfatto il Capo di Stato Maggiore della 5a Brigata della LAF, che ha ringraziato il contingente italiano per la preziosa attività addestrativa svolta, necessaria per migliorare la preparazione dei militari libanesi, adeguandola sempre più all’impiego coordinato con le forze internazionali presenti nel sud del Libano.
 Il supporto alle Forze Armate Libanesi, insieme al monitoraggio della cessazione delle ostilità e all'assistenza alla popolazione, è infatti uno dei principali compiti assegnati al contingente italiano di UNIFIL nel rispetto della risoluzione 1701 del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite.
Redazione


Extrema Ratio Knives Division

Settantacinquesimo anniversario della Scuola di Volo di Galatina
La cerimonia della consegna dei brevetti agli allievi piloti militari italiani...
Completata la ‘’Opreh level 2’’
L’esercitazione a supporto della missione KFOR ha coinvolto le truppe dei Paesi...
Per mare, per terram
Celebrati i Cinquant’anni della presenza a Brindisi della Brigata Marina San...
Operazione ‘’Aquila Omnia’’ conclusa
Chi sono i militari che hanno contribuito a salvare numerosi cittadini afghani...
Mission accomplished
Rientrati in Patria i militari italiani impegnati nell'Operazione ''Aquila omnia''...
In fuga da Kabul
Intervistati alcuni Afghani imbarcati sul C 130 dell'Aeronautica Militare che...
Comando Operazioni Aerospaziali
Il ministro della Difesa Lorenzo Guerini al centro di Comando e Controllo della...
La Regina dei mari in sosta a Port Mahon
Nella cittadina spagnola la 1ª tappa della campagna d’istruzione 2021 degli...
''Esercito Sportswear'' successo a Pitti uomo
Ospite di Fortezza da Basso a Firenze, Difesa-Servizi S.p.A nel mondo della moda...
Per conoscerne le potenzialità nel campo della sperimentazione e della simulazione addestrativa
L’incontro con il Segretario di Stato alla Difesa del Regno Unito segue quello avvenuto l’11 giugno scorso ad Augusta a bordo di Nave Cavour
Ne parla il generale Giuseppe Morabito Membro del Direttorio della NATO Defence College Foundation
Un velivolo da trasporto KC-767A del 14° Stormo ha portato 10 ton di materiale alla popolazione colpita da terremoto
Esercitazione interforze nella base ''Green Hill'' di Naqoura, in Libano, missione UNIFIL
Con la Difesa britannica saranno sviluppati sistemi di protezione di nuova generazione per i velivoli militari del Regno Unito
Firmata l'intesa di collaborazione tra il generale Bertoncello e il Rettore Cuzzocrea
Visita istituzionale del sottosegretario alla Difesa Giorgio Mulè al 32° Reggimento carri della Brigata “Ariete”