20:37 domenica 16.01.2022
Infantry Multilevel Training
Addestramento multilivello per le LAF (Forze Armate libanesi) al combattimento in ambiente montano
fotografie di: UNIFIL

17-07-2021 - È terminata, presso il poligono di Naqoura, l’esercitazione conclusiva dell’Infantry Multilevel Training,  il corso multilivello di fanteria realizzato da ITALBATT, la componente operativa del contingente italiano in Libano nell'ambito della missione UNIFIL, a favore delle Forze Armate Libanesi (LAF).
 La presenza, tra il contingente schierato in Libano, delle unità delle Truppe Alpine, ha consentito ai caschi blu italiani di poter proporre ai militari della 5a Brigata delle LAF un’attività addestrativa complessa finalizzata al movimento e combattimento caratterizzato dalla verticalità.
 Sfruttando le capacità peculiari delle truppe da montagna della brigata “Taurinense”, gli alpieri del battaglione “Saluzzo” e una squadra di genieri del 32˚ reggimento Genio Guastatori hanno dapprima addestrato i militari libanesi alla discesa in corda doppia sia da torre di arrampicata sia su roccia, inserendo successivamente la manovra all’interno di una più ampia azione complessa, simulando l’incursione e la neutralizzazione della minaccia, con l'appoggio di unità di cavalleria e tiratori scelti. Due blindo Centauro del reggimento Nizza Cavalleria (1’) hanno coperto la manovra fornendo un'adeguata base di fuoco in caso di attivazione.
 Le caratteristiche di interoperabilità e di autonomia operativa proprie delle Truppe Alpine, hanno permesso quindi di aumentare la capacità delle LAF di interfacciarsi in modo coordinato con i contingenti stranieri, affinando le procedure di “Comando e Controllo”, la gestione della manovra e l'impiego combinato di armi ed equipaggiamenti.
 Estremamente soddisfatto il Capo di Stato Maggiore della 5a Brigata della LAF, che ha ringraziato il contingente italiano per la preziosa attività addestrativa svolta, necessaria per migliorare la preparazione dei militari libanesi, adeguandola sempre più all’impiego coordinato con le forze internazionali presenti nel sud del Libano.
 Il supporto alle Forze Armate Libanesi, insieme al monitoraggio della cessazione delle ostilità e all'assistenza alla popolazione, è infatti uno dei principali compiti assegnati al contingente italiano di UNIFIL nel rispetto della risoluzione 1701 del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite.
Redazione


Extrema Ratio Knives Division

Passeggiando per Roma
A volte si fanno incontri molto interessanti
A Pitti Uomo l’Esercito Italiano 
Il marchio Esercito rinforza la sua presenza al salone internazionale di moda...
Venti nuovi Ranger al 4°Battalpar
Nella Caserma “Duca” di Verona si è svolta la cerimonia di consegna dei brevetti...
Brigata Aosta in attività addestrativa
Esercitazione pluriarma a fuoco a Capo Teulada, con 800 militari e 65 mezzi da...
‘’Lo Giuro’’ nell’Accademia navale di Livorno
135 allievi e 7 allievi piloti hanno giurato fedeltà alla Patria iniziando formalmente...
Un faro per le donne di Kabul
Zonta contro l’apartheid di genere in Afghanistan: vicino alle donne afghane...
Ricorditi di me che son la Pia...
Focus sulla situazione delle donne afghane nella sala consiliare del Comune di...
Termina la quarta edizione della “Vardirex”
Si prefigge lo scopo di ottimizzare il supporto dell'Esercito in attività emergenziali...
Conclusa l’esercitazione ‘’Mangusta2021’’
Circa 700 militari impegnati nell’attività addestrativa condotta dalla Brigata...
È attiva la sezione dedicata, lo annuncia l’ASPMI Associazione Sindacale Professionisti Militari
A Roma e provincia arrestati presunti manigoldi...
L’Aeronautica Militare mette a disposizione mezzi ed equipaggi pronti a decollare in qualunque momento
Stefania Pucciarelli: il Comando in Capo Squadra Navale è saldo fulcro nazionale per operazioni sul mare e dal mare
Dopo un’intensa attività addestrativa finalizzata a rafforzare e implementare l’interoperabilità con gli assetti della coalizione
€260M contracts will see Leonardo play core role in E-scan radar for German and Spanish Typhoons
Guerini: ‘’Non scendiamo a compromessi sui nostri principi. Sostenere sovranità e integrità territoriale dell’Ucraina’’
Hanno lo scopo di individuare dei percorsi virtuosi di ricerca e sviluppo sui temi dell’innovazione tecnologica