03:03 domenica 24.10.2021
Operazione ‘’Aquila Omnia’’ conclusa
Chi sono i militari che hanno contribuito a salvare numerosi cittadini afghani
fotografie di: Cybernaua e Difesa

02-09-2021 - Il 31 Agosto, con l’arrivo del C130 J e del Boeing KC 767, sono rientrati tutti i militari che erano rimasti in terra afghana per contribuire al recupero di personale civile e per mettere in salvo i 5.011 cittadini afghani che ora si trovano al sicuro in Italia. Hanno lavorato giorno e notte nell’aeroporto di Kabul, sfidando la situazione creata dai taliban, ormai al potere in Afghanistan e rischiando, insieme ai numerosi richiedenti aiuto, le conseguenze di attacchi.
Negli occhi stanchi ma soddisfatti delle donne e degli uomini scesi dal velivolo e accolti dal ministro della Difesa Guerini, non è stato difficile riconoscere la gioia di essere di nuovo a casa.
Soldati impiegati nell’Operazione Aquila Omnia, il ponte aereo Roma-Kabul, del Comando Operativo di Vertice Interforze (COVI), al comando del generale Luciano Portolano.
Sono stati oltre 1500 i militari italiani. Personale del Joint Force HQ (JFHQ), del Comando Operazioni Forze Speciali (COFS), della Joint Evacuation Task Force (JETF), della Joint Special Operation Task Force (JSOTF), del Comando Operazioni Aerospaziali AM (COA), della 46^ Brigata Aerea, del 14° Stormo dell’Aeronautica Militare, della Task Force Air di Al Salem (Kuwait).
Tra le risorse messe in campo all’interno del sedime aeroportuale della capitale afghana, hanno operato i Paracadutisti dell’Esercito Italiano del 187° Reggimento della Brigata “Folgore”, i militari del Reparto Comando Supporti Tattici della Brigata “Granatieri di Sardegna", i Fucilieri dell'aria del 9° e del 16° Stormo dell'Aeronautica Militare e team delle altre Forze Armate.
Il loro impegno ha garantito la sicurezza delle operazioni di imbarco e identificazione dei cittadini afghani che nel corso dei venti anni di “Missione di pace” hanno collaborato con il contingente nazionale come interpreti, o lavoratori impiegati nelle basi.
A tutti loro, il ministro Guerini ha rivolto il proprio ringraziamento a nome del governo e dell’Italia.
All’operato dei nostri militari, silenzioso e costante, va il plauso e la gratitudine di tutta l’Italia; professionalità, sacrificio e una straordinaria umanità che sono riconosciuti tutti”.
Non vogliamo dimenticare gli altri assetti operativi impegnati nell’operazione Aquila Omnia e che hanno lavorato in Italia per accogliere i rifugiati: tutti i militari delle Forze Armate e dei Carabinieri preposti alla accoglienza e gestione presso lo scalo aeroportuale di Fiumicino e per il trasferimento dei cittadini afghani presso apposite strutture alloggiative individuate dai Ministeri della Difesa e dell’Interno e dislocate su tutto il territorio nazionale. Importante anche il contributo fornito dal Dipartimento della Protezione Civile, dalle Regioni, dalla Guardia di Finanza, dalla Croce Rossa Italiana, da ADR-Aeroporti di Roma, da numerose associazioni e dall’Onlus 9 che ha contribuito all’evacuazione con alcuni voli civili.
Maria Clara Mussa


Extrema Ratio Knives Division

XXII Trofeo dei presidenti Sezione Alpini Alto Adige
Giunto alla ventiduesima edizione ha visto gareggiare più di un centinaio di...
Testimonianza sul campo anti greenpass
A Roma la partecipazione di famiglie con bambini sul passeggino, anziani e cani...
Calendario Aeronautica Militare 2022, l’evoluzione tecnologica
Gen. Rosso: ‘’L’Aeronautica di oggi è il frutto del lavoro e dell’investimento...
La Brigata Folgore alla Falcon Leap 21
I paracadutisti dell’Esercito Italiano in Olanda per un’esercitazione multinazionale...
I primi dieci anni di Difesa Servizi S.p.A.
Celebrata la ricorrenza a Venezia con il videomessaggio del ministro della Difesa...
‘’Vertigo 2021’’ nello scenario delle Cinque Torri
L’Esercito dispone di unità specializzate, in grado di eccellere nelle rispettive...
‘’Seafuture’’: inaugurazione alla presenza del ministro della Difesa
Il lancio di due paracadutisti del COMSUBIN ha dato il via alla cerimonia di inaugurazione...
''Grifone 21'' conclusa l'esercitazione di Ricerca e Soccorso
Organizzata dall’Aeronautica Militare con il supporto del Corpo Nazionale Soccorso...
Auguri alla Pan che compie sessant’anni
L’anniversario delle Frecce Tricolori celebrato a Rivolto alla presenza del...
Il ministro della Difesa ha partecipato alla sessione di lavoro sul tema Difesa Europea, promossa dall’Alto Rappresentante della UE Josep Borrell
 
Considerazione del generale Giuseppe Morabito Membro del Direttorio della NATO Defence College Foundation
Il generale di Brigata Beniamino Vergori cede il comando della Brigata Paracadutisti “Folgore” al fratello parigrado Roberto
Necessario assicurare assistenza umanitaria e promozione diritti umani per tutti per non tornare indietro di 20 anni
Il consiglio dei ministri ha deliberato le nomine
Vi ha partecipato il sottosegretario di Stato alla Difesa Giorgio Mulè, in video conferenza
Centro Veterani della Difesa, ove donne e uomini altamente qualificati e motivati assistono chi è stato vittima di incidenti in servizio
Per proseguire nel  percorso di reciproca collaborazione per la valorizzazione ed il rilancio della cultura del mare e della tutela ambientale