07:11 sabato 27.11.2021
Settant’anni del NATO Defense College
Celebrato a Roma l’anniversario dell’unica istituzione di eccellenza accademica dell’Alleanza Atlantica
fotografie di: Giuseppe Lami

18-11-2021 - Il NATO Defense College (NDC), la principale istituzione accademica dell’Alleanza Atlantica, ha festeggiato i primi settant’anni di attivita’ questo giovedi 18 novembre. Una giornata simbolica e significativa allo stesso tempo, in quanto fu proprio in quella data che nel 1951 grazie a un’intuizione del generale Eisenhower, si posero le fondamenta per l’inizio di un luminoso percorso di istruzione strategica a favore dei futuri leader militari e civili della NATO.
Un’ importante ricorrenza, che abbinata alla 68esima edizione del seminario degli Anciens del College, mira a sottolineare il contributo fondamentale offerto all’Alleanza nel preparare i leader di oggi ad affrontare le sfide di domani, e che da sette decenni contribuisce a sviluppare una formazione militare professionale al passo con i tempi per i paesi alleati e partner.
L’evento, presieduto dal padrone di casa e comandante dell’NDC, il generale Olivier Rittimann ha visto la partecipazione del Segretario Generale della NATO Jens Stoltenberg e del ministro della Difesa Lorenzo Guerini. Dopo aver ricevuto gli onori militari da uno schieramento di rappresentanze interforze, la cerimonia e’ proseguita nell’Auditorium dell’NDC alla presenza delle più alte cariche civili e militari, tra cui il Capo di Stato Maggiore della Difesa, ammiraglio Cavo Dragone, il Chair del Military Committee ammiraglio Rob Bauer assieme al Military Committee della NATO e di numerose autorità dell’Alleanza Atlantica.
Dopo aver dato il benvenuto ai numerosi partecipanti, Rittimann ha ringraziato la platea, lasciando quindi il podio a Jens Stoltenberg, alla sua terza visita presso il NDC: “Vorrei iniziare ringraziando il generale Rittimann per la sua leadership. L'NDC è l’unica e sola istituzione della NATO in tema di eccellenza accademica e ricerca che offre un contributo duraturo alla nostra sicurezza condivisa, aiutando la nostra Alleanza ad adattarsi a un mondo in rapida evoluzione a rimanere all'avanguardia.” Ha detto Stoltenberg, elencando poi quelle che sono le attuali e future sfide per l’Alleanza Atlantica e come, tramite l’agenda 2030, la NATO si prepari a rimanere strategicamente rilevante. All’interno di questo mutevole scenario, ha rivolto il discorso verso l’Istituzione accademica della Nato: “Guardando a NATO 2030, il ruolo del College nello studio di nuovi approcci e nello sviluppo dei leader del futuro è più rilevante che mai”.
Guerini ha concluso la sequenza della cerimonia in rappresentanza del governo e della Difesa italiana: “E’ con grande orgoglio che celebriamo oggi il 70esimo anniversario di questo prestigioso istituto, che l’italia ha il privilegio di ospitare. Furono la lungimiranza e la visione strategica del generale Eisenhower, ad assegnare al College la funzione di preparare le leadership civili e militari della Nato. Da allora l’istituto ha fornito un contributo essenziale nel formare generazioni di funzionari e dirigenti a tutto vantaggio della nostra Alleanza, il cui capitale umano e’ una delle risorse per mantenerla vitale, adatta ai tempi e ai mutevoli scenari del contesto di sicurezza.” 
Il ministro il giorno prima aveva partecipato al NATO Industry Forum 2021, ove anche il segretario generale Stoltenberg era presente. In qual frangente Guerini ha sottolineato:”Il futuro della nostra superiorità industriale e militare dipenderà dalla volontà politica di perseguire l’innovazione attraverso la concentrazione sinergica degli investimenti in programmi ad alto contenuto tecnologico e forme di procurement cooperativo efficaci. 

Vale ovviamente anche il viceversa. Mi rivolgo ai rappresentanti dell’industria presenti in gran numero oggi: la NATO deve poter contare sulla sempre maggiore vocazione dell’imprenditorialità civile all’innovazione e alla ricerca. 

Mondo industriale che quindi deve farsi parte attiva in questa collaborazione, per sviluppare certamente capacità militari all’avanguardia ma anche per valorizzarne il contenuto di alto valore tecnologico, utilizzabile sicuramente anche per applicazioni civili. 

Ιnsieme dobbiamo tendere ad ottimizzare gli investimenti e, soprattutto, dobbiamo prevenire il rischio di dispersione del know how verso interessi antagonisti".
In linea con i topic principali dell’evento, la parte finale della giornata e’ stata dedicata al tema dell’Innovazione, con una discussione a due tra il vice segretario della NATO Mircea Geoana e il senior vice president di SpaceX Tim Hughes.
Redazione


Extrema Ratio Knives Division

Termina la quarta edizione della “Vardirex”
Si prefigge lo scopo di ottimizzare il supporto dell'Esercito in attività emergenziali...
Conclusa l’esercitazione ‘’Mangusta2021’’
Circa 700 militari impegnati nell’attività addestrativa condotta dalla Brigata...
E’ emergenza antisemitismo in Europa: occorre fermare atti ostili contro gli ebrei
Da Cracovia l’appello a non dimenticare e far in modo che la tragedia dell’Olocausto...
‘’Lo Giuro’’ degli allievi della Nunziatella
Alla presenza del ministro della Difesa Lorenzo Guerini la cerimonia svolta a...
Onore ai caduti di Kindu
L’ Aeronautica Militare ha commemorato a Pisa il sessantennale dell’Eccidio...
Kazungula Bridge accorcia l’Africa
Unisce il Botswana allo Zambia e sotto il ponte si uniscono le acque del Chobe...
Premio Bonifacio VIII
La città di Anagni è stata per due giorni capitale del messaggio di pace tra...
Passaggio di testimone al vertice dello Stato Maggiore della Difesa
L’ammiraglio Giuseppe Cavo Dragone subentra al generale Enzo Vecciarelli alla...
‘’A me la bandiera’’
L’ammiraglio di squadra Enrico Credendino è il nuovo Capo di Stato Maggiore...
Considerazioni del generale Giuseppe Morabito Membro del Direttorio della NATO Defence College Foundation
Carristi della Brigata “Ariete” in esercitazione multinazionale per la validazione dei livelli di prontezza di un reggimento di manovra statunitense
Gli operatori del Multinational CIMIC Group hanno condotto l’esercitazione in linea con gli standard della NATO
Il Comitato Bilaterale trae origine dall’accordo quadro ratificato dai due Paesi nel 2013
I Caschi blu italiani di UNIFIL hanno terminato il progetto di manutenzione e di illuminazione
Il 19 novembre scorso la giornata espositiva dedicata ai mezzi ed equipaggiamenti
Con velivoli F-35B di Marina e Aeronautica in piena sinergia interforze e interazione con gruppo portaerei britannico
Esercito e Associazione Nazionale Alpini si addestrano per la gestione delle pubbliche calamità