04:09 giovedì 18.08.2022
Ricorditi di me che son la Pia...
Focus sulla situazione delle donne afghane nella sala consiliare del Comune di Marino di Roma
fotografie di: Gelli e Papagni

27-11-2021 - La giornata internazionale contro la violenza sulle donne è stata celebrata nel Comune di Marino con un incontro organizzato nell’Aula consiliare, in presenza di numerosi cittadini e autorità locali che hanno apprezzato i vari interventi sul tema toccando differenti situazioni, tutte però ricondotte alla condizione della donna ed al rispetto dei suoi diritti.
Con un minuto di silenzio, il sindaco di Marino Stefano Cecchi ha commemorato la recente tragica scomparsa della concittadine Anna Maria Ascolese, la maestra dell’Istituto Anne Frank, uccisa quest’anno dal suo compagno, lasciando sconvolta tutta la Città.
Il tema della violenza sulle donne è stato magistralmente trattato dal professor Aldo Onorati che, sottolineando il titolo della manifestazione “Ricorditi di me che son la Pia…” ha offerto un breve ma affascinante excursus del passo dantesco che riguarda Pia de’ Tolomei, incontrata da Dante nel Purgatorio: “Nessuna giustificazione può essere trovata per l’uccisione di Pia de’ Tolomei, nata a Siena e morta violentemente in Maremma, come ben sa l’uomo che l’aveva chiesta in sposa e le aveva dato l’anello nunziale…, era una moglie esemplare e, nonostante tutto, nei versi poetici di Dante, mai trapela rancore per il suo assassino…Pia de’ Tolomei”, ha sottolineato Onorati “è stata l’unica anima che si è preoccupata di Dante, al pari di una madre. A lui chiede, infatti, di parlare di lei al mondo solo dopo essersi riposato dalla grande fatica”, così il professor Onorati che, concludendo il suo intervento, ha fatto notare come Dante abbia dato della donna un’immagine meravigliosa, paradisiaca.
Come la cultura possa fare tanto per contribuire ad accrescere la consapevolezza del rispetto per la donna, è stato sottolineato dall’assessore alla cultura Pamela Muccini. Ricordando donne del passato vittime della violenza, quali Beatrice Cenci, nobildonna romana, vittima di abusi da parte del padre che venne giustiziata con l’accusa di parricidio nel 11.09.1599 ed Artemisia Gentileschi anche lei vittima di violenza da parte del suo maestro d’arte, Muccini ha ribadito: “ Prendiamo spunto dalla loro forza per proseguire in questa lotta contro tutte le ingiustizie e le violenze”.
Da Ambra Badini, dell’Osservatorio Violenza e Suicidi, son state espresse parole di apprezzamento per la sensibilità mostrata dall’amministrazione comunale nei confronti delle azioni di ascolto messe in atto dall’osservatorio stesso, con l’intenzione di poter operare nel territorio con uno sportello dedicato.
Sabrina Minucci, vice sindaco con delega ai Servizi Sociali, ha dichiarato: “Abbiamo celebrato sempre questa giornata, lo abbiamo fatto con la Casa della Famiglia. Quest’anno, però, il 25 novembre non è solo la giornata internazionale contro la violenza sulle donne, ma è la giornata di Annamaria Ascolese, della quale abbiamo già parlato e che vogliamo ricordare con il suo sorriso indimenticabile sul volto”.
Ed ha aggiunto: “Un pensiero va anche ai papà soli, spesso in difficoltà economica per la perdita del posto di lavoro. Anche a loro voglio pensare, perché le discriminazioni non hanno genere e coinvolgono tutti gli esseri umani. Solo pensando in questi termini potremo sperare in una società migliore”.
L’attuale situazione delle donne afghane, ritornate sotto il controllo degli integralisti islamici, è stata introdotta da Maria Clara Mussa, inviata di guerra e direttrice di Cybernaua.it InformAction Magazine e dal maggiore dell’Esercito Italiano Silvia Greco, che hanno commentato la serie di immagini di “Afghan-instant”, video realizzato da Loredana Gelli, con una serie di scatti del fotoreporter in aree di crisi Daniel Papagni nel corso di numerose missioni in Afghanistan a fianco dei soldati della coalizione internazionale.
Con il ritorno al governo del Paese degli aquiloni dei talebani, subentrati dopo l’abbandono della Nato, l’Afghanistan è sotto l’attenzione del mondo proprio per la ferocia con cui sono trattate le donne.
La situazione delle donne afghane è sempre stata poco rispettosa dei loro diritti, ma ora è davvero tragica ed è importante che questo aspetto non cada nel dimenticatoio. E’ necessario essere solidali. Loro hanno bisogno di noi, non lasciamole sole!” ha affermato Maria Clara Mussa.
//www.cybernaua.it/video/video.php?idvideo=238
Il maggiore Greco ha anche sottolineato come le Forze Armate italiane considerino le donne militari in modo paritetico rispetto i colleghi uomini, nel rispetto dei diritti dell’individuo, sia esso uomo o donna, e con gli stessi doveri ed impegni di lavoro, in un sistema che risulta essere migliore rispetto ad altri Paesi.
//www.cybernaua.it/news/newsdett.php?idnews=9296
L’incontro è stato anche l’occasione per conoscere l’Associazione Viva Vittoria Roma, la cui responsabile Maria Barbino ha raccontato la storia e il messaggio insito nei “Quadrotti” in lana lavorati a mano, ognuno da una donna diversa e cuciti insieme con un filo rosso, che hanno decorato la scalinata interna e la sala consiliare di Palazzo Colonna ed il cui ricavato delle donazioni raccolte è devoluto a favore delle Associazioni Differenza Donna e Casa della Misericordia di Sant’Eustachio di Roma.
Redazione


Extrema Ratio Knives Division

Missione in Bulgaria
Partito l’82° reggimento fanteria ‘’Torino’’, impiegato nella enhanced...
Prima missione operativa  per nave Thaon di Revel
L’unità sarà impegnata nelle missioni Atalanta in Oceano Indiano, EMASoH nello...
Navarm: collaborazioni con Marina Militare brasiliana
Il direttore degli Armamenti Navali del Segretariato Generale della Difesa e Direzione...
Difesa Europea, a Roma incontro bilaterale
Ne hanno discusso il capo di stato maggiore della difesa ammiraglio Giuseppe Cavo...
A Bolzano il ministro Guerini incontra l’omologo romeno Vasile Dîncu
Cerimonia al monumento degli eroi romeni della Grande Guerra presso il cimitero...
Esercitazione Odescalchi 2022
Esercito Italiano e Svizzero, Aeronautica Militare, Vigili del Fuoco e Protezione...
Festa della Marina Militare 2022
Il 161esimo anniversario della Marina Militare si è celebrato nella splendida...
BATR-CAEX 22-1 dell’AVES
Conclusa l’esercitazione collettiva dell’Aviazione dell’Esercito, evento...
208 anni di meritoria dedizione alla nazione
A Roma nella caserma ''Salvo D'Acquisto''Celebrato il 208° Annuale di Fondazione...
Un Ferragosto indimenticabile per chi ama l'Afghanistan che un anno fa è stato abbandonato
Ricevuto dal generale di Corpo d’Armata Pietro Serino, Capo di Stato Maggiore dell’Esercito
E attinga alle riserve culturali e politiche del suo mondo, ha dichiarato Riccardo Pedrizzi in una nota stampa
Rahimullah Haqqani, uno dei membri più anziani del gruppo, è stato ucciso in un attacco suicida a Kabul.
Il contingente italiano continua il proprio impegno in supporto alla popolazione
Pubblichiamo un comunicato stampa dell'Associazione Nazionale Alpini a firma del presidente Favero
Lo ha detto il ministro della Difesa Guerini dopo l'approvazione definitiva disegno di legge su revisione strumento militare
La Brigata Cavalleria Pozzuolo del Friuli cede il controllo del settore a guida italiana alla Brigata Meccanizzata Aosta