04:59 sabato 02.07.2022
Venti nuovi Ranger al 4°Battalpar
Nella Caserma “Duca” di Verona si è svolta la cerimonia di consegna dei brevetti “Ranger” a 20 nuovi Operatori delle Forze Speciali dell’Esercito
fotografie di: Daniel Papagni

15-12-2021 - Alla presenza del comandante delle Forze Speciali dell’Esercito (COMFOSE), generale di Brigata Pietro Addis, i venti nuovi qualificati hanno ricevuto l’ambito brevetto “Ranger” da apporre sull’uniforme, entrando così a pieno titolo a far parte delle Forze Speciali dell’Esercito.
Suggestiva la scenografia creata dall’arrivo di alcuni dei giovani “brevettandi” in fast rope dall’elicottero NH 90 in hovering sul piazzale della caserma, rapidissimi poi a disporsi nello schieramento per gridare con i colleghi già allineati “1001, 1002, 1003, 1004, 1005… Mai Strac”… e attendere la chiamata per numero di brevetto.
A consegnare il brevetto e il pugnale con inciso il proprio numero, il generale Addis e il comandante del 4° Reggimento Alpini Paracadutisti “Ranger”, colonnello Fulvio Menegazzo.
Menegazzo, prima della consegna dei brevetti, ha voluto rivolgere il proprio ringraziamento alla società Extremaratio, produttrice del pugnale, per la sua vicinanza ai Ranger. Quindi, rivolgendosi ai ragazzi “Siate consapevoli e fieri del vostro dovere… ora vi aspettano anni di addestramento”.
La lama del “pugnale a 2 tagli” rappresenta simbolicamente l'appartenenza ad una ristretta cerchia di soldati d’élite, simbolo di coraggio e sacrificio, valori questi ultimi che già erano propri nelle storiche imprese del glorioso “Battaglione sciatori” impiegato nella seconda guerra mondiale.
Con la consegna dell’ambìto riconoscimento che trasforma i giovani alpini in operatori delle forze speciali, Ranger, anche il saluto di Addis rivolto alle famiglie presenti alla cerimonia: “Complimenti alle famiglie per essere presenti; la nostra è una scelta che coinvolge pesantemente, l’iter formativo è fatto di momenti selettivi in cui pretendiamo il meglio, in cui è indispensabile avere la preparazione individuale”.
Nota
Il percorso di selezione e formazione per diventare “Ranger” è molto impegnativo e mette a dura prova sia la resistenza fisica che mentale dell’aspirante operatore FS. Ha una durata di circa due anni al termine dei quali si diventa Operatori in grado di condurre Operazioni Speciali in ogni ambiente, soprattutto montano ed artico. Diventare “Ranger” significa vivere esperienze appassionanti e uniche, con la possibilità di una carriera avvincente e appagante in un Reparto di Forze Speciali Italiane tra i più conosciuti al mondo.


Il 4° Reggimento Alpini Paracadutisti “Ranger” è un reparto di Forze Speciali dell’Esercito composto da personale specificatamente selezionato e formato, particolarmente addestrato ed equipaggiato per condurre l’intero spettro dei compiti tipici delle “Operazioni Speciali”. L’unità coniuga le capacità tipiche della specialità da montagna (alpini) e delle aviotruppe (paracadutisti) e, tra le Forze Speciali dell’Esercito, è specificatamente designata e qualificata per condurre operazioni in ambiente montano e artico.
Maria Clara Mussa


Extrema Ratio Knives Division

Difesa Europea, a Roma incontro bilaterale
Ne hanno discusso il capo di stato maggiore della difesa ammiraglio Giuseppe Cavo...
A Bolzano il ministro Guerini incontra l’omologo romeno Vasile Dîncu
Cerimonia al monumento degli eroi romeni della Grande Guerra presso il cimitero...
Esercitazione Odescalchi 2022
Esercito Italiano e Svizzero, Aeronautica Militare, Vigili del Fuoco e Protezione...
Festa della Marina Militare 2022
Il 161esimo anniversario della Marina Militare si è celebrato nella splendida...
BATR-CAEX 22-1 dell’AVES
Conclusa l’esercitazione collettiva dell’Aviazione dell’Esercito, evento...
208 anni di meritoria dedizione alla nazione
A Roma nella caserma ''Salvo D'Acquisto''Celebrato il 208° Annuale di Fondazione...
Dieci anni di VH-139 nell'Aeronautica Militare
Celebrati con una cerimonia goliardica nell'hangar del 31° Stormo aeroporto di...
Conclusa l’esercitazione ‘’Mare aperto 2022’’
Svolta dal 3 al 27 maggio, ha coinvolto più di 4.000 militari di diverse Forze...
Nuovi Ranger al 4° Alpipar
Professionisti al passo con le più moderne tecnologie e sistemi d'arma hanno...
Alcune ulteriori informazioni sulla creazione scientifica di Elettronica Group
Ripreso il dialogo sulla cooperazione tra i NAD dei due Paesi che dal 2014 non avevano avuto più occasione di incontrarsi
Era stato costruito dall'Associazione Nazionale Alpini in accordo con il Ministero della Difesa.
Ingresso di Finlandia e Svezia: dimostrazione di forte coesione tra Alleati, con ricadute anche sul piano delle collaborazioni industriali
From a //news.un.org
Il contingente italiano continua l'opera di vicinanza e sostegno alla popolazione del sud del Libano
Il sottosegretario Mulé in visita al contingente italiano e al ministro della Difesa Libanese
A MIND (Milano Innovation District) Elettronica Group insieme a Lendlease presenta l’innovazione per la nuova vita dopo l’emergenza pandemica