20:50 domenica 16.01.2022
Venti nuovi Ranger al 4°Battalpar
Nella Caserma “Duca” di Verona si è svolta la cerimonia di consegna dei brevetti “Ranger” a 20 nuovi Operatori delle Forze Speciali dell’Esercito
fotografie di: Daniel Papagni

15-12-2021 - Alla presenza del comandante delle Forze Speciali dell’Esercito (COMFOSE), generale di Brigata Pietro Addis, i venti nuovi qualificati hanno ricevuto l’ambito brevetto “Ranger” da apporre sull’uniforme, entrando così a pieno titolo a far parte delle Forze Speciali dell’Esercito.
Suggestiva la scenografia creata dall’arrivo di alcuni dei giovani “brevettandi” in fast rope dall’elicottero NH 90 in hovering sul piazzale della caserma, rapidissimi poi a disporsi nello schieramento per gridare con i colleghi già allineati “1001, 1002, 1003, 1004, 1005… Mai Strac”… e attendere la chiamata per numero di brevetto.
A consegnare il brevetto e il pugnale con inciso il proprio numero, il generale Addis e il comandante del 4° Reggimento Alpini Paracadutisti “Ranger”, colonnello Fulvio Menegazzo.
Menegazzo, prima della consegna dei brevetti, ha voluto rivolgere il proprio ringraziamento alla società Extremaratio, produttrice del pugnale, per la sua vicinanza ai Ranger. Quindi, rivolgendosi ai ragazzi “Siate consapevoli e fieri del vostro dovere… ora vi aspettano anni di addestramento”.
La lama del “pugnale a 2 tagli” rappresenta simbolicamente l'appartenenza ad una ristretta cerchia di soldati d’élite, simbolo di coraggio e sacrificio, valori questi ultimi che già erano propri nelle storiche imprese del glorioso “Battaglione sciatori” impiegato nella seconda guerra mondiale.
Con la consegna dell’ambìto riconoscimento che trasforma i giovani alpini in operatori delle forze speciali, Ranger, anche il saluto di Addis rivolto alle famiglie presenti alla cerimonia: “Complimenti alle famiglie per essere presenti; la nostra è una scelta che coinvolge pesantemente, l’iter formativo è fatto di momenti selettivi in cui pretendiamo il meglio, in cui è indispensabile avere la preparazione individuale”.
Nota
Il percorso di selezione e formazione per diventare “Ranger” è molto impegnativo e mette a dura prova sia la resistenza fisica che mentale dell’aspirante operatore FS. Ha una durata di circa due anni al termine dei quali si diventa Operatori in grado di condurre Operazioni Speciali in ogni ambiente, soprattutto montano ed artico. Diventare “Ranger” significa vivere esperienze appassionanti e uniche, con la possibilità di una carriera avvincente e appagante in un Reparto di Forze Speciali Italiane tra i più conosciuti al mondo.


Il 4° Reggimento Alpini Paracadutisti “Ranger” è un reparto di Forze Speciali dell’Esercito composto da personale specificatamente selezionato e formato, particolarmente addestrato ed equipaggiato per condurre l’intero spettro dei compiti tipici delle “Operazioni Speciali”. L’unità coniuga le capacità tipiche della specialità da montagna (alpini) e delle aviotruppe (paracadutisti) e, tra le Forze Speciali dell’Esercito, è specificatamente designata e qualificata per condurre operazioni in ambiente montano e artico.
Maria Clara Mussa


Extrema Ratio Knives Division

Passeggiando per Roma
A volte si fanno incontri molto interessanti
A Pitti Uomo l’Esercito Italiano 
Il marchio Esercito rinforza la sua presenza al salone internazionale di moda...
Brigata Aosta in attività addestrativa
Esercitazione pluriarma a fuoco a Capo Teulada, con 800 militari e 65 mezzi da...
‘’Lo Giuro’’ nell’Accademia navale di Livorno
135 allievi e 7 allievi piloti hanno giurato fedeltà alla Patria iniziando formalmente...
Un faro per le donne di Kabul
Zonta contro l’apartheid di genere in Afghanistan: vicino alle donne afghane...
Ricorditi di me che son la Pia...
Focus sulla situazione delle donne afghane nella sala consiliare del Comune di...
Termina la quarta edizione della “Vardirex”
Si prefigge lo scopo di ottimizzare il supporto dell'Esercito in attività emergenziali...
Conclusa l’esercitazione ‘’Mangusta2021’’
Circa 700 militari impegnati nell’attività addestrativa condotta dalla Brigata...
E’ emergenza antisemitismo in Europa: occorre fermare atti ostili contro gli ebrei
Da Cracovia l’appello a non dimenticare e far in modo che la tragedia dell’Olocausto...
È attiva la sezione dedicata, lo annuncia l’ASPMI Associazione Sindacale Professionisti Militari
A Roma e provincia arrestati presunti manigoldi...
L’Aeronautica Militare mette a disposizione mezzi ed equipaggi pronti a decollare in qualunque momento
Stefania Pucciarelli: il Comando in Capo Squadra Navale è saldo fulcro nazionale per operazioni sul mare e dal mare
Dopo un’intensa attività addestrativa finalizzata a rafforzare e implementare l’interoperabilità con gli assetti della coalizione
€260M contracts will see Leonardo play core role in E-scan radar for German and Spanish Typhoons
Guerini: ‘’Non scendiamo a compromessi sui nostri principi. Sostenere sovranità e integrità territoriale dell’Ucraina’’
Hanno lo scopo di individuare dei percorsi virtuosi di ricerca e sviluppo sui temi dell’innovazione tecnologica