02:38 giovedì 21.03.2019

Manifestazioni ed Eventi

Home   >>  Rubriche - Manifestazioni ed Eventi   >>  Articolo
Raduno Nazionale dei Granatieri di Sardegna
Le Associazioni Combattentistiche e d’Arma contribuiscono con fatti concreti a portare avanti i valori di fratellanza, democrazia e libertà, trasmettendoli alle nuove generazioni

23-04-2018 - Il sottosegretario di stato alla difesa Domenico Rossi ha partecipato “quale granatiere tra i granatieri” al 33esimo raduno nazionale dell’associazione Granatieri di Sardegna svolto a Forte dei Marmi per ricordare i 961 granatieri toscani caduti nella prima Guerra Mondiale
Nel vivo del centenario della Vittoria, Rossi ha ricordato quanti sono caduti nel primo conflitto mondiale, “non ci sono guerre che vanno celebrate, ogni conflitto bellico è causa di morte, distruzione e povertà; ecco perché le nostre donne e uomini con le stellette sono impegnati nelle missioni oltre i confini nazionali a salvaguardia della pace, della democrazia e della sicurezza”.
A Forte dei Marmi si è conclusa con il caldo abbraccio della cittadinanza ai Granatieri dell’Esercito, una tre giorni di manifestazioni che ha visto migliaia di persone invadere la città con sfilate e il carosello storico.
“Ogni volta che partecipo a cerimonie come questa dove centinaia di militari in servizio e in congedo assieme a familiari e  amici si riuniscono, mi chiedo sempre quale sia il motivo di tanto entusiasmo”, ha detto Rossi nel suo intervento, “La risposta è sempre la condivisione dei valori di democrazia, pace e il significato di Patria”.
Rossi, già sottocapo di stato maggiore dell’esercito, è stato l’87esimo comandante della brigata Granatieri si Sardegna al suo comando da settembre 2000 a settembre 2001. 
Nel concludere, ha poi espresso parole di apprezzamento all’Associazione Nazionale Granatieri di Sardegna per l’organizzazione del raduno, ricordando l’importanza di tutte le Associazioni Combattentistiche e d’Arma che “contribuiscono con fatti concreti a portare avanti i valori di fratellanza, democrazia e libertà, trasmettendoli alle nuove generazioni". 
Nota
Eredi dell’antico Reggimento delle Guardie, creato dal duca Carlo Emanuele II di Savoia, i Granatieri di Sardegna rimangono gli ideali continuatori ed i depositari della più antica tradizione di gloria dell'Esercito Italiano, che hanno confermato in tutti i conflitti nei quali sono state chiamate al dovere le bandiere dei corpi: dalle guerre risorgimentali ai due conflitti mondiali, sino alla difesa di Roma ed alla Guerra di Liberazione. Oggi i Granatieri sono professionisti, protagonisti attivi nelle molteplici e complesse operazioni della Difesa per la sicurezza del Paese, a sostegno della stabilità e della pace internazionale.




Redazione
 
  
  Manifestazioni ed Eventi
20-03-2019 - Il 19 marzo scorso, presso l’aula magna di Palazzo Arsenale, sede del Comando per la Formazione e Scuola di Applicazione dell’Esercito a Torino,...
19-03-2019 - Al match tra Italia e Francia, giocato sabato scorso allo Stadio Olimpico, la Difesa ha partecipato con atleti dei gruppi sportivi militari, paralimpici...
19-03-2019 - Il 18 marzo scorso, firmata a Palazzo Arsenale il rinnovo della convenzione fra il Comando per la Formazione e Scuola di Applicazione dell’Esercito...
14-03-2019 - Il 14 marzo scorso, nell’Aula “M.O.V.M. Capitano Veterinario Paolo Braccini” del Centro Militare Veterinario di Grosseto (CEMIVET), è stato presentato...
12-03-2019 - Il 10 marzo scorso, trenta atleti della Scuola sottufficiali dell’Esercito hanno partecipato alla 45ª edizione della Roma-Ostia Half Marathon, sulla...
11-03-2019 - Circuiti stampati, microprocessori, led, ma anche cellulari, computer, video, robot e droni. Saranno questi i protagonisti di “Expo Elettronica”,...