04:56 venerdì 13.12.2019

Manifestazioni ed Eventi

Home   >>  Rubriche - Manifestazioni ed Eventi   >>  Articolo


foto di: SMD
Al Senato un convegno sui valori dei militari
''I concetti di dovere, valore e merito nella società attuale, omaggio agli uomini e alle donne in uniforme''

15-11-2019 - L'11 novembre scorso, nella sala dell'Istituto di Santa Maria in Aquiro, una delle sedi istituzionali del Senato della Repubblica, si è tenuto un convegno organizzato dall'Ente di formazione, ricerca e studi "Jus et Pax" dedicato ai militari: "I concetti di dovere, valore e merito nella società attuale – Omaggio agli uomini e alle donne in uniforme", questo il titolo dell'incontro, moderato del giornalista Ettore Guastalla.
Sul sensibile tema si sono espressi, analizzandolo da varie angolature, autorevoli relatori quali il primo maresciallo Adolfo Parente che, in rappresentanza dell'Ordinario Militare, ha descritto, attraverso una dettagliata sintesi storica, il ruolo svolto dai cappellani militari nelle operazioni belliche e nelle missioni di pace.
Ha poi preso la parola il colonnello del Ruolo d'Onore Carlo Calcagni che ha testimoniato la personale esperienza vissuta affrontando la malattia contratta durante il servizio in operazioni, quale di pilota di elicotteri. 
Il tenente colonnello Gianfranco Paglia, Medaglia d'Oro al Valor Militare, ha risposto alle domande del moderatore, ripercorrendo i tragici eventi della missione in Somalia del 1993 quando a Mogadiscio i militari italiani subirono 3 vittime e numerosi feriti.
Francesco Frazzetta, presidente dell'Associazione Nazionale Insigniti dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana e Decorati ha descritto i compiti e le finalità del sodalizio. 
Il Commissario generale di Onorcaduti, generale Alessandro Veltri ha evidenziato come la costante presenza delle massime cariche istituzionali in occasione delle cerimonie per la resa degli Onori ai Caduti sia la conferma del rispetto, della tutela e della volontà di diffusione del culto della memoria da parte del nostro Paese ed ha espresso il seguente forte concetto: la memoria di chi ha donato la vita per la Patria è il vero atto costitutivo di uno Stato, è la sua vera Costituzione, quella scritta con il sangue. 
Veltri ha posto anche l'accento sulla missione del Commissariato Generale e di come l'Ente istituito nel 1919, da oltre cento anni, attraverso le sue quotidiane e sensibili attività, diffonda il culto della memoria dei Caduti in guerra e nelle missioni di pace, riunendo ed interpretando i più alti aspetti valoriali che sono a fondamento della Nazione e, ponendosi come elemento di collegamento tra le generazioni, di fatto, fornisce i capisaldi grazie ai quali lo Stato viene, dai propri cittadini, vissuto come Patria. 
Tra il pubblico, oltre ad autorevoli personalità, tra cui il sen. Gianfranco Rufa, promotore dell'iniziativa, Elisabetta Trenta già ministro della Difesa, Andrea Marini Sera, direttore dell'Ente organizzatore "Jus et Pax", c'erano anche numerosi giovani dell'Istituto San Bernardo dell'Abbazia di Casamari che hanno seguito gli interventi visibilmente emozionati e uscendone notevolmente arricchiti in termini etici e morali.


Redazione
 
  
  Manifestazioni ed Eventi
12-12-2019 - Il 12 dicembre scorso, a Firenze, in una maratona tecnologica di 48 ore che ha coinvolto start-up, sviluppatori e ricercatori, con il contributo di...
11-12-2019 - A Milano il 10 dicembre scorso, si è aperto a Palazzo Cusani il 2° Meeting Nazionale sulla Comunicazione dell’Esercito Italiano alla presenza del...
10-12-2019 - La Madonna di Loreto protegge gli aeronauti secondo la tradizione che risale al 1920: La casa abitata dalla famiglia della Vergina Maria era costituita...
09-12-2019 - Giovani start-up, sviluppatori e ricercatori in una maratona tecnologica per presentare soluzioni di assistenza virtuale ai sistemi ed equipaggiamenti...
07-12-2019 - Sono sei i caduti ignoti della Prima Guerra Mondiale che nel corso di una cerimonia solenne sono stati tumulati nel Sacrario Militare di Asiago (VI):...
07-12-2019 - Con la consegna degli attestati da parte del comandante del 3° Stormo, colonnello Francesco De Simone, lo scorso 29 novembre si è ufficialmente concluso...