01:07 domenica 24.10.2021

Lettere a Cybernaua.it

Home   >>  Rubriche - Lettere a Cybernaua.it   >>  Articolo
Crotone e la fascia ionica per il territorio
Riceviamo e pubblichiamo un comunicato del Comitato Cittadino Aeroporto Crotone

16-12-2019 - Il prossimo 20 dicembre un coro di voci, da Crotone e dalla fascia ionica, parlerà di trasporti e del diritto alla mobilità di fatto limitato dalle carenze infrastrutturali della nostra terra.
Associazioni di cittadini nate sulle tematiche di infrastrutture specifiche si alterneranno ad associazioni che, seppur indirettamente, vivono o meglio subiscono i disagi provocati dall'assenza di quei mezzi di trasporto che, invece, esistono in altre zone d’Italia.
L'associazione “Basta vittime sulla ss 106” con il presidente Fabio Pugliese parlerà dell'eterna incompiuta: la ss 106, che da anni provoca dolore e lutti nelle nostre famiglie.
L'associazione Ferrovie in Calabria con il suo presidente Roberto Galati non si limita soltanto a difendere questa infrastruttura monitorando anche i vari interventi e partecipando ai vari eventi sul tema, ma cerca di invogliare i cittadini a riprendere quei treni che, seppur sulla fascia ionica siano presenti unicamente come littorine, in alcuni casi viaggiano vuoti.
Ci sarà il Comitato Cittadino Aeroporto Crotone a fare da collante sui vari argomenti anche perché non si può pensare ad un aeroporto che non sia collegato con i treni e con una strada.
Cercheremo, quindi, di affrontare il problema dei trasporti ponendo le basi per l’adozione di un documento unitario da sottoporre a chi ha il compito di amministrare la nostra terra affinché si concretizzi un cronoprogramma che tuteli il diritto alla mobilità dei cittadini della fascia ionica, con scadenza a 3 e 10 anni.
Un progetto che dia soluzione ai problemi della nostra terra; parleremo, infatti, con l’associazione “Vivere sorridendo” di sanità, soffermandoci sull’importanza dei mezzi di trasporto in un territorio in cui ammalarsi è un ulteriore dramma laddove prendono vita i cosiddetti viaggi della speranza. Viaggi strazianti, disagiati e interminabili che alle preoccupazioni dei problemi di salute aggiungono altri pensieri a causa dell'assenza di voli e treni per le principali città italiane dove sono ubicati quei poli sanitari di eccellenza di cui la Calabria ancora è priva.
Spesso si parla di turismo a Crotone ed in questo contesto abbiamo conosciuto gli Amici del tedesco che da anni sono paladini della nostra città soprattutto in Germania.
Con loro abbiamo promosso il volo per Norimberga riuscendo ad informare con eventi mirati la cittadinanza e cercando di far capire l'importanza di esser collegati all'Europa.
Oggi il volo per Norimberga è solo un ricordo; dopo una riconferma è stato annullato a causa della riduzione dell'operatività di Ryanair su quel l’aeroporto tedesco.
Sarà con noi presente anche il comandante della Capitaneria di Porto Giovanni Greco che ci parlerà del nostro porto e delle sue potenzialità; infatti, grazie al porto anche nel 2020 avremo un'importante presenza di tedeschi nella città pitagorica.
Infine, ci saranno i ragazzi Costarella e Loprete dell’Istituto Tecnico Trasporti e Logistica Mario Ciliberto che, seguiti dalla professoressa di navigazione aerea Maria Grazia Cristofaro, illustreranno l’operato di questa scuola e di come la presenza di un aeroporto sul nostro territorio potrebbe fornire una maggior preparazione agli studenti crotonesi permettendo loro di acquisire importanti competenze che nel mondo del lavoro possono fare la differenza.
Queste sono le premesse che in circa 50 giorni porteranno a vivere un grande appuntamento sul tema dei trasporti.
Un evento che inizialmente era programmato nella sala comunale, richiesta con largo anticipo nella prima metà del mese di novembre ma successivamente, a seguito delle dimissioni dell’ex sindaco Ugo Pugliese, negata dal commissario prefettizio Tiziana Costantino che ha ritenuto dare riscontro negativo alla nostra richiesta solo pochi giorni fa, impedendoci di fatto di poter parlare di questi problemi nella casa dei crotonesi tutti.
Questo gesto del commissario prefettizio ci ha messo in seria difficoltà e ci ha molto amareggiato soprattutto perché assunto in netto contrasto con le dichiarazioni di disponibilità pronunciate proprio all’indomani dalla nomina; solo grazie alla BCC del Crotonese abbiamo trovato una nuova sala in cui svolgere il nostro convegno. Speriamo di cuore che la distanza dal centro non influenzi negativamente la partecipazione dei cittadini.
I prossimi mesi saranno importantissimi per l’aeroporto, la ss 106 e la ferrovia e dobbiamo cercare di fare squadra e lottare insieme per essere liberi di partire e di tornare!


Comitato Cittadino Aeroporto Croton
 
  
  Lettere a Cybernaua.it
31-05-2021 - Abbiamo appreso con tanto rammarico dal comunicato stampa della Prefettura di Crotone del 22 maggio in cui il Prefetto esterna molta soddisfazione circa...
13-05-2021 - Caro/a Amico/a, Collega, come sicuramente saprai, ogni aspirante aviatore che ha conseguito o ha cercato di conseguire la mitica ”Aquila” di pilota...
13-12-2020 - Il Sindacato ‘’Marinai e Guardiacoste’’, nell'ambito del Concorso denominato "luoghi del cuore" indetto dal FAI (Fondo Ambiente Italiano), auspica...
06-12-2020 - Passare dalle dichiarazioni ai fatti lo chiede Cittadinanzattiva e il comitato di protesta Adesso basta, i Siciliani pagano all’Anas 11 milioni di...
15-06-2020 - Visto la gravità della situazione dei trasporti nella provincia Crotonese e su tutta la fascia ionica. Dopo un confronto con il presidente della Provincia...
07-05-2020 - In tutto il territorio nazionale l’Esercito è impiegato sia per la gestione dell'emergenza sanitaria sia per il controllo del territorio, mettendo...