23:19 domenica 01.08.2021

L'intervista con...

Home   >>  Rubriche - L'intervista con...   >>  Articolo
Giornata donne scienza
Amalia Ercoli-Finzi, ‘’il dubbio e’ l’anima dell’innovazione’’

11-02-2021 - Fondazione Leonardo-Civiltà delle Macchine intervista la scienziata della missione Rosetta: “ora le donne hanno più spazio
Non c’è nessun campo della ricerca in cui le donne non possano lavorare come o meglio degli uomini”. Con queste parole Amalia Ercoli Finzi, prima donna a laurearsi in ingegneria Aeronautica in Italia, tra un mese 84 anni, ricorda con Fondazione Leonardo-Civiltà delle Macchine la Giornata internazionale delle donne nella scienza. Considerata una delle maggiori esperte di ingegneria aerospaziale, è convinta che le cose siano migliorate rispetto al passato.
 “Quando ero giovane la presenza delle donne era davvero inesistente, adesso un po’ ci siamo. Aeronautica, spazio, meccanica, erano le roccaforti degli uomini. Le racconto un aneddoto: quando mi sono laureata volevo fare una tesi un po’ particolare, e allora mi sono rivolta a chi lavorava su questo argomento affinché mi prendesse come tesista. Ma sono stata rimandata indietro perché ero una donna. E’ sempre stato così. Le donne hanno solo bisogno di opportunità. Penso sia indispensabile la figura di un mentore, di un tutor, che le aiuti a superare le difficoltà e ad accrescere la loro autostima. Guardi, i momenti di sconforto capitano a chiunque, compresi gli uomini. Ma gli uomini non hanno dubbi sul fatto di essere capaci, le donne sono piene di dubbi ed è un esercizio che serve moltissimo. Il dubbio è l’anima dell’innovazione, l’importante è che non la blocchi”.
Il link all’intervista completa: //www.fondazioneleonardo-cdm.com/it/news/giornata-internazionale-delle-donne-nella-scienza-conversazione-con-amalia-ercoli-finzi-prima-donna-a-laurearsi-in-ingegneria/
Amalia Ercoli Finzi ha passato una vita a studiare le comete, non da ultimo occupandosi della missione spaziale Rosetta alla quale tra l’altro ha contribuito in modo decisivo anche l’allora Finmeccanica con le sue tecnologie.
A questo proposito ha aggiunto: “Le comete sono bellissime. Hanno il fascino di passarci vicino, arrivano da lontano da un mondo buio e silente e improvvisamente si svegliano e ritornano verso il sole che le attira e poi le lascia andare di nuovo. Il Gruppo che oggi è Leonardo ha costruito un gioiello di tecnologia per studiarle. Lo abbiamo fatto lavorare sulla cometa con una precisione estrema, quasi 11 anni dopo che era partito. Cos’è questo, se non la perfezione?

Redazione
 
  
  L'intervista con...
06-07-2021 - Vogliamo ricordare quanto avvenuto l’8 giugno scorso, in occasione del volo del Boeing KC con a bordo 42 giornalisti italiani che da Pratica di Mare...
23-03-2021 - E’ sempre interessante scambiare opinioni, conversare con il generale Mario Arpino, già capo dell’Aeronautica Militare dal 1995 al 1999 e poi della...
18-01-2021 - Trent’anni fa, fra gennaio e febbraio del 1991, la Guerra del Golfo vedeva la sua fine con la liberazione del Kuwait, stato di cui in pochi avevano...
08-01-2021 - Dopo aver assistito, tramite le emittenti televisive, alle manifestazioni di protesta dei supporter del Presidente Trump nella giornata del 6 gennaio...
03-10-2020 - Il nuovo M-346 Fighter Attack, che ha avuto il suo ‘’Battesimo del volo’’ lo scorso 13 luglio, effettuando con successo il suo primo...
29-08-2020 - Abbiamo avuto un interessante conversazione con il generale Mario Arpino, (già capo dell’Aeronautica dal 1995 al 1999 e poi della Difesa, sino al...