03:11 mercoledì 21.04.2021

Recensioni

Home   >>  Rubriche - Recensioni   >>  Articolo
Pionieri abruzzesi dell’aerosilurante
Un libro di Eugenio Sirolli che narra la Storia del ‘’siluro alato’’

29-03-2021 - È una storia del “Siluro Alato”, una potente arma navale con un nome dal sapore mitologico grazie forse alla definizione coniata da Gabriele d’Annunzio, padre nobile di un’arma vincente per l’Aeronautica italiana e per la specialità che ne derivò: quella degli aerosiluranti.
L’occasione per questa pubblicazione è offerta dalla celebrazione congiunta di due figli della terra d’Abruzzo che furono pionieri della specialità: Gabriele d’Annunzio, appunto, ed Eugenio Sirolli, che all’epoca fu compagno di volo proprio di Carlo Emanuele Buscaglia, e nonno dell’autore, suo omonimo.
Il libro, pubblicato dalla casa editrice LoGisma, ripercorre la nascita e la storia del nuovo sistema d’arma applicato all’aeronautica e i primi veri successi degli aerosiluranti, nonché il ruolo che ricoprirono da protagonisti i due conterranei.
Gabriele d’Annunzio come ideatore e comandante della Prima Squadriglia Navale Siluranti Aeree, del quale nell’opera sono state pubblicate diverse lettere, interessanti per capire l’importanza che il Vate attribuiva all’impiego del siluro nel corso delle operazioni belliche del Primo conflitto Mondiale.
Eugenio Sirolli, arruolatosi giovanissimo nella Regia Aeronautica, partecipò alle prime storiche imprese belliche degli aerosiluranti, nel 1940 su fronte libico, fino al conseguimento il 7 novembre 1940 della Medaglia d’argento “al valore militare sul campo”. Imprese che sono state ricostruite grazie agli articoli e altro materiale scritti dall’aviere marconista Giuseppe Dondi.
Una narrazione che abbraccia altri importanti personaggi che hanno contribuito alla storia degli aerosiluranti italiani:
Il comandante del Genio Aeronautico Alessandro Guidoni, che nel 1914 costruì un idrovolante con il quale effettuò il lancio di un simulacro di siluro e Carlo Emanuele Buscaglia, l’uomo simbolo degli aerosiluratori italiani, il nome più emblematico della specialità nella Seconda Guerra Mondiale, al quale fu dedicato una squadriglia denominata “Gruppo Buscaglia”.
Insomma un libro che rappresenta un omaggio a due abruzzesi accomunati da una storia singolare e che al tempo stesso racconta la storia del siluro alato che ha tutto il sapore delle imprese pionieristiche.
Nota
Eugenio Sirolli, pilota di aerei e idrovolanti, giornalista, storico dell’aeronautica. Ha collaborato con varie testate giornalistiche e televisioni tra cui RAI, TG5, DMAX. Non è un caso di omonimia se il nome dello scrittore è lo stesso di un protagonista del libro. Quando i genitori dell’autore scelsero quel nome, intendevano proprio far “rivivere” l’illustre familiare scomparso in guerra. Ci sono riusciti perfettamente visto che l’Eugenio scrittore, oltre al nome, ha ereditato dall’Eugenio pilota anche le passioni: prima fra tutte quella del volo.


Andrea Coco
 
  
  Recensioni
18-04-2021 - "Caos" (Bertoni Editore) il libro di poesie del giornalista e scrittore Angelo Barraco, scritto durante i suoi viaggi di lavoro e di piacere. Viaggi...
15-04-2021 - Con il lancio, prima di due missili tattici e poi di due missili balistici (vietati nelle sanzioni imposte alla Corea del Nord) il “dittatore” Kim...
10-04-2021 - Un titolo forte, per il libro che Vincenzo Sinapi ha scritto per risfogliare pagine di Storia, volutamente ignorata, che riguardano la vicenda della...
23-03-2021 - “La situazione di emergenza pandemica, sanitaria economica e sociale dell'Italia inoltre è tale che il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella,...
21-03-2021 - Tra le competenze del futuro, di cui, a detta di centri studi ed istituti di ricerca, ci dovrebbe essere maggiore necessità, oltre ai professionisti...
13-03-2021 - “Il futuro del terrorismo di matrice jihadista. Evoluzione della minaccia, strumenti di contrasto e strategie di prevenzione” è un testo curato...