01:47 domenica 24.10.2021

Recensioni

Home   >>  Rubriche - Recensioni   >>  Articolo


foto di: Cybernaua
Gli eroi del Tuscania
Un libro di Diego Scarabelli che rende giustizia al loro valore e alla loro dedizione

29-05-2021 - ‘’Se il destino è contro di noi, peggio per lui’’. E’ questo il motto dei carabinieri paracadutisti del Tuscania della brigata Folgore, che Diego Scarabelli ha magistralmente raccontato nel suo libro.
Già dalle prime pagine, l’autore riesce ad introdurre il lettore nello spirito che anima ‘’quelli del Tuscania’’, carabinieri, paracadutisti, gente pronta ad affrontare con ardimento e consapevolezza qualsiasi operazione in cui siano richiesti prontezza, coraggio e determinazione.
Valori che non si apprendono se non con lunghe ed estenuanti esperienze addestrative, di quelle che impegnano per giorni e notti in situazioni scabrose che un ''normale'' essere umano non sarebbe in grado affrontare.
L’autore ha avuto una eccellente idea nel far raccontare dagli stessi carabinieri del Tuscania le proprie attività, le missioni a cui hanno partecipato, le forti esperienze maturate nei più lontani angoli del mondo.
Non è, però, soltanto una serie di racconti personali.
E’ un intreccio ben congegnato di fatti accaduti nel tempo, partendo dal momento della fondazione del ‘’Tuscania’’.
Riferimenti precisi e documentabili, rendono il libro maggiormente autorevole, perché in esso è racchiusa la memoria storica.
E, poi, per chi come noi ha frequentato i contingenti italiani in cui operavano i Carabinieri del Tuscania, nelle numerose missioni in Afghanistan in Iraq, in Somalia, in Libano e in Kosovo, leggere le pagine di questo libro è come rivedere vecchi amici.
Alcuni sono indicati con i loro ‘’nick name’’: Zio (luogotenente Ugo Boschiero), Tex, Barabba, Nibbio (generale Massimo Deiana), Caino, Maschio, Skeggia, Danno, Lama, Piastra (Loreto Di Loreto); altri, invece, vengono riportati con i loro nomi propri.
Ed è allora che leggiamo il racconto del colonnello Gianluca Feroce (Ferox), conosciuto ad Herat e rivisto in altre numerose occasioni; del generale Leonardo Leso, che è stato comandante del GIS e del Tuscania, delle MSU (Multinational Specialized Unit) dell’Arma in Bosnia e Kosovo; del generale Carmelo Burgio che abbiamo avuto l’onore di intervistare, attuale comandante Interregionale “Podgora’’.
Ognuno di loro narra delle proprie attività, rendendoci partecipi e stimolando le nostre emozioni.
Ma, soprattutto, facendo un percorso storico degli avvenimenti a cui essi hanno partecipato, fatti che non sempre i Media hanno riportato per come realmente sono accaduti in Bosnia, in Kosovo, in Somalia o in Afghanistan.
Si legge d’un fiato questo libro; è scritto in modo scorrevole e, si avverte sin dall’inizio, con passione.
L’autore è uno studioso di storia e di attualità ed autore di ricerche e pubblicazioni sul crimine organizzato e sull’Arma dei carabinieri.
Il libro è stato pubblicato nell’ottobre del 2020 dalla casa editrice Longanesi










Maria Clara Mussa
 
  
  Recensioni
16-09-2021 - Digital Lobbying, Public affairs, advocacy, innovazione tecnologica e formazione. Questi – insieme a molti altri – i principali temi affrontati...
04-08-2021 - Nel Mediterraneo ci confrontiamo quotidianamente con la crisi libica, la questione turca e il pericolo jihadista ma soprattutto con le incertezze dell'Europa...
23-07-2021 - La Casa Editrice LoGisma ha curato la terza edizione della biografia di The Voice, di Gildo De Stefano, dedicata al cantante più famoso d’America,...
22-06-2021 - Si apre con un duro attacco di Riccardo Pedrizzi alla tassa di successione proposta dal Pd il nuovo numero di Intervento nella società , il trimestrale...
20-06-2021 - “…è possibile che, per lo stesso delitto, un tribunale penale e un tribunale civile emettano sentenze diametralmente opposte su cause e responsabilità....
16-06-2021 - E’ un libro ricco di aneddoti e di fatti storici non raccontati dai media, ma vissuti intensamente dall’autore, quello che Rubbettino ha pubblicato. ’L’assedio...