10:19 lunedì 06.02.2023

Notizie dal Mondo

Home   >>  News - Notizie dal Mondo   >>  Articolo
Difendiamo il diritto di vivere delle donne
Non è sufficiente tagliare una ciocca di capelli, occorre urlare con loro
30-12-2022 - Assistiamo ad una politica schizofrenica che si affanna ad inviare armi in Ucraina, Paese satellite degli USA e invaso dalla Russia, ma che non muove un dito contro il disastro che incombe sulle donne in Iran ed in Afghanistan, vittime di uomini che governano esaltati.
Gesti teatrali non mancano.
Ma non credo che gli ‘’ayatollah’’ iraniani o il ministero “per la promozione della virtù e la prevenzione del vizio” istituito dai talebani in Afghanistan siano sensibili al taglio delle ciocche dei capelli delle donnine occidentali.
Ogni Paese occidentale con sede diplomatica in Iran dovrebbe far sentire il proprio disappunto in modo chiaro e minacciare la sospensione dei rapporti con l’Iran, se il governo iraniano non rispetta la voce delle donne e degli uomini che chiedono libertà e democrazia, lottando contro il sistema repressivo che permea ogni struttura sociale.
Anche nei confronti della popolazione tutta dell’Afghanistan dominato dai talebani (individui fanatici ed ignoranti) occorre agire, subito .
Non è sufficiente dichiararsi vicini alle donne, ai bambini ed agli uomini che stanno subendo la più grave catastrofe umanitaria del mondo; non serve inginocchiarsi o tagliarsi i capelli.
Alle donne afghane è stato imposto di “non vivere”: è proibito loro di lavorare, studiare, partecipare alla vita sociale (se mai i talebani ne permettano una). Non è una questione che si possa risolvere inviando messaggi di cordoglio alle donne: occorre urlare con loro contro il dominio di uomini brutali, ignoranti, codardi.
Ogni governo occidentale deve agire.
Intanto in Afghanistan donne coraggiose lanciano la campagna "TuttI o nessuno" contro il divieto di istruzione delle ragazze (fonte pajhwok.com)
Il governo afghano ad interim ha recentemente vietato l'istruzione superiore femminile a livello nazionale, il che ha suscitato critiche nazionali e internazionali.
Gruppi e reti di donne afgHane e alcuni attivisti dei social media hanno lanciato la campagna sui social media - Tutto o nessuno - per esprimere la loro preoccupazione contro il divieto di istruzione delle ragazze in Afghanistan.
Shafiqa Khapalwak, attivista afghana dei social media sul suo account Twitter, ha scritto che domani sarebbe stata lanciata una grande campagna per proteggere le donne afghane e i diritti dalla sharia.
Ha detto: “Le ragazze afghane sperano che tutti i loro connazionali ascoltino questa voce di verità e giustizia. Per tutti quei figli e figlie del Paese che affrontano la morte, ma osano ancora alzare la voce”.
Habiba Ashna Marhon, altra attivista afghana sui social media, ha pubblicato la foto di una giovane ragazza con la didascalia "Tutti o nessuno".
Ha detto: “Questa sorella mi ha scritto, non aveva molti soldi per comprare delle penne e scrivere questo slogan, e poi lo cuce su un grande pezzo di stoffa. ”Ha chiesto a tutti gli afghani di partecipare a questa campagna.
L'ex docente dell'Università di Kabul Mahboob Shah Mahboob sul suo Twitter ha scritto uniamoci a tutte le sorelle in questo viaggio, alziamo la voce e proteggiamo le donne dall'ignoranza.
Gulali Safi ha scritto che le donne non hanno diritto allo studio e al lavoro ma possono mendicare insieme ai loro fratelli.
Mohammad Afzal Zarghoni ha scritto che un gran numero di famiglie emigreranno in Iran e Pakistan per il bene dell'istruzione dei propri figli.
Shams Iklas ha scritto che sono state l'istruzione e la conoscenza a fornire all'essere umano l'abilità di raggiungere il punto più alto della creazione che è il rispetto del culto religioso.
Rahim Jami ha scritto che è stato dimostrato che l'istruzione è obbligatoria per uomini e donne. Ogni individuo che impedisce alle persone di compiere questo atto obbligatorio commette un grosso peccato.
Lo sviluppo arriva con l'istruzione universitaria, ma l'istruzione scolastica oltre la sesta classe è vietata per le ragazze in Afghanistan.
Il governo afghano ad interim ha recentemente vietato l'istruzione superiore femminile a livello nazionale, il che ha suscitato critiche nazionali e internazionali.
//pajhwok.com/2022/12/29/all-or-none-drive-launched-against-girls-education-ban/?mc_cid=14cf5e2bf0&mc_eid=73d70a589f




Maria Clara Mussa
 
  


 
Difesa: “Chinook” compie 50 anni
Il glorioso elicottero CH-47 “Chinook” compie 50 anni nell’AVES (Aviazione...
Difesa: ‘’Rudis Trium’’
Attività addestrativa di ''Personnel Recovery’' svolta presso 5° Reggimento...
A Roma per i diritti delle donne afghane
Manifestazione in piazza SS Apostoli contro le pesanti restrizioni del governo...
  Notizie dal Mondo
01-02-2023 - All’eliporto del Quartier Generale della missione delle Nazioni Unite in Libano, si è svolta la cerimonia...
01-02-2023 - Grande successo per una serie di lanci spaziali di Spacemind, divisione spazio della società NPC di Imola (Bologna)....
29-01-2023 - Nei giorni scorsi il primo ministro armeno Nikol Pashinyan ha dichiarato che l’Azerbaigian conduce una “politica...
27-01-2023 - Il comandante della Missione NATO-KFOR, generale di Divisione Angelo Michele Ristuccia, ha presieduto la cerimonia...
26-01-2023 - Leonardo e Safran Helicopter Engines hanno annunciato oggi la loro collaborazione per accrescere ulteriormente...
26-01-2023 - Niamey (Niger), 25 gennaio 2023. All’interno della Base Aerienne 101 dell’Aeronautica Militare del Niger,...
Rubriche
L'auto della strage di Capaci in cui morì Giovanni Falcone è stata esposta a Crotone. Io...
Raccontare il Sinodo di una Chiesa in cammino anche nella società, essere testimoni di...
Audrey Azoulay, direttrice generale dell'UNESCO, ha deciso di dedicare la Giornata internazionale...
La FIR (Federazione Italiana Rugby) e l’Esercito Italiano hanno sottoscritto a Roma una...
La comunità afghana a Roma si è riunita nell’ambasciata della Repubblica islamica di...
Annunciate le date di “Fly Future 2023”: la seconda edizione dell’unico evento nazionale...
Venerdì 20 Gennaio prossimo ore 18.00, al via la prima edizione  del premio artistico...