13:56 martedì 23.07.2024
''Olimpiadi dell’aria'', un sogno realizzabile
E' stato il tema del convegno organizzato martedì 28 maggio presso la Sala Capitolare del Senato della Repubblica
fotografie di: Cybernaua

29-05-2024 - L’argomento nuovo, interessante ha permesso di conoscere la proposta ambiziosa di voler istituire i ‘’Giochi olimpici dell’Aria’’, quale evento sportivo che mira a raccogliere le gare di tutti gli sport che si svolgono per l’appunto nell’aria: paracadutismo acrobatico, wingsuit flying, volo libero (Volo a Vela con aliante), deltaplano, mongolfiera, parapendio, bungee jumping, ecc.
Attività sportive di grande spettacolarità che, riunite nei nuovi Giochi olimpici dell’Aria proposti, si aggiungeranno, come nuove manifestazioni, alle competizioni olimpiche tradizionali che attualmente prevedono solo la “dimensione terrestre e la dimensione marittima” e le olimpiadi invernali che si svolgono su ghiaccio o neve conglomerando tutti gli sport invernali.

L’intervento del generale Euro Rossi, appassionato sostenitore del proprio progetto dedicato alla realizzazione delle Olimpiadi dell’Aria ha offerto un ampio panorama storico proiettato nel corso del convegno, su quanto accadeva nelle gare mondiali svolte agli albori del volo.
La sua relazione, “Una storia, un sogno … e un progetto” è incominciata con un filmato tratto da ‘’Il Giornale Luce’’, in cui abbiamo ammirato l’apparecchio ‘’Olimpia’’ protagonista nel 1939 nel Reale aeroporto di Sezze Littoria e lo svolgersi di competizioni che ben avrebbero potuto rappresentare gare olimpiche.
Rivedere immagini del vecchio filmato ha provocato una giusta emozione nel pubblico riunito nella sala capitolare del Senato della Repubblica.
Pubblico attento, per lo più proveniente dal mondo dell’Aeronautica, riunito ad apprezzare le idee, le proposte, i sogni che non non sono più soltanto da tenere in un cassetto perché hanno raggiunto ormai il tempo per essere trasformati in realtà.
Le Olimpiadi dell’aria offriranno agli atleti la possibilità di competere nelle attività sportive praticate nella dimensione aerea, ora protagonisti soltanto di gare e competizioni a livello mondiale.

Il convegno, organizzato su iniziativa della senatrice Lavinia Mennuni e aperto dal saluto del presidente dell'Aero club Italia Giuseppe Leoni e del presidente di OMNIA NOS Carmine De Pascale, ha offerto interessanti interventi, moderati da Federico Ciacchella Capo comunicazione e stampa dell’AeCI.

Gianpaolo Miniscalco, Direttore Generale Aero Club d’Italia ha illustrato gli impegni e le attività dell’AeCI, nelle attività sportive aviatorie senza motore.
Michele Scillia già Direttore della Segreteria Generale, Ufficio Affari Militari della Presidenza della Repubblica ed attuale Segretario Generale dell’Associazione Italiani nel Mondo (AIM) ha introdotto il tema relativo alla politica nello sviluppo delle attività sportive aviatorie nel sud Italia.
Infine, l’on. Calogero Pisano ha descritto le attività aeree del sud d’Italia, “Il volo senza motore ad Agrigento Città della cultura 2025”, auspicando, per il meridione, la creazione di un maggior numero di aeroporti per il volo sportivo.
Anche il senatore Roberto Meina, nel proprio intervento e saluto, ha speso parole a favore del progetto.

Nel chiudere i lavori del convegno, la senatrice Mennuni ha dichiarato di voler aprire un confronto su prossime Olimpiadi dell’Aria: “Ringrazio l’Aero Club d’Italia, i relatori, tutti i presenti per aver partecipato ed il generale Euro Rossi promotore di questa iniziativa. Credo sia importante intraprendere un percorso condiviso da tutto il mondo politico. Mi riferisco ai parlamentari, al ministro Abodi che vedrò a breve ed agli organizzatori con i quali vorrei effettivamente accendere un faro su discipline sportive interessanti che appartengono all’elemento dell’aria, che vedono impegnati uomini e donne in attività eccezionali, in cui dobbiamo credere”.

Nota

Oggigiorno gli sportivi che praticano le più disparate discipline agonistiche che si svolgono nella dimensione aerea si vedono esclusi dalla più importante vetrina dello sport mondiale che sono i Giochi olimpici.
Gli sport dell’aria vantano una base di atleti e appassionati in crescita a livello globale, dimostrando per la loro spettacolarità un significativo interesse anche del pubblico, quindi un'ulteriore opportunità per il successo dei Giochi olimpici.
Gli sport dell’aria offrono emozioni e spettacolarità al pubblico che rendono l'esperienza di gara unica, capace di catturare la loro l'attenzione, di tenerli con il fiato sospeso e generare ulteriore attrazione ed entusiasmo per questi giochi.
Tutti gli sport dell’aria prevedono che non vengano utilizzati ausili motoristici per le manifestazioni sportive. Questo mette tutti gli atleti che si cimentano in questi sport nelle stesse condizioni di gara, incarnando pienamente i valori olimpici di eccellenza, che sono il fair play, il rispetto delle regole e la valorizzazione delle capacità tecniche, fisiche e mentali dell’atleta.
Gli sport dell’aria possono essere praticati da atleti di qualsiasi genere, quindi è possibile organizzare gare che coinvolgono contemporaneamente atleti di gender differente, promuovendo quindi la diversità e l'inclusione all'interno del movimento olimpico.
Gli sport dell’aria, per loro natura, possono essere praticati in modo ecocompatibile, promuovendo la responsabilità ambientale e la sostenibilità e possono dare una nuova opportunità alla ricerca e alle industrie per migliorare le caratteristiche delle dotazioni sportive utilizzate, dei materiali impiegati e delle modalità di utilizzo, che prevedono solo l’utilizzo dell’abilità dell’atleta e lo sfruttamento delle condizioni naturali del momento quali il vento e la temperatura dell’aria.

L'introduzione delle nuove Olimpiadi dell’Aria tra i Giochi Olimpici rappresenterebbe un passo importante per il futuro del movimento olimpico. Le nuove Olimpiadi dell’Aria hanno il potenziale per attrarre nuovi spettatori, ispirare le nuove generazioni e lasciare un'eredità duratura, specialmente per le ricadute tecnologiche e l’innovazione in campo aviatorio.
Occorre, dunque, sensibilizzare le Istituzioni nazionali a farsi promotrici presso il CIO (Comitato Olimpico Internazionale), della proposta scaturita dal convegno.
Occorre seguirne lo sviluppo, affinché si arrivi alla istituzione dei Giochi olimpici dell’Aria che a tutti gli effetti meritano la dimensione olimpica.
Al sogno di Euro Rossi si addice il motto di Trilussa : Se insisti e persisti, raggiungi e conquisti.
Maria Clara Mussa


Extrema Ratio Knives Division

Esercitazione ‘’UNA ACIES 2024’’
Il Capo di Stato Maggiore dell’Esercito incontra a Monte Romano gli Ufficiali...
Extrema Ratio Roma per il Sistema Paese
‘’ERR Defence days’’ a Colle Salvetti, tecnologia e soluzioni per la Difesa...
‘’Afghanistan: situazione sotto controllo?’’
Convegno organizzato da ANPd’I, sezione ‘’Colline Romane’’ a Palazzo...
Cameri ‘’nozze d’argento’’ del comando aeroporto
Da venticinque anni il presidio è legato al territorio in una simbiosi perfetta...
Nat (North America Tour) 24 al via con la PAN
Gli MB-339PAN delle Frecce Tricolori sono arrivati in Quebec, prima tappa del...
G7: dalle stelle … alle sentine
Evento attesissimo, dai multiformi aspetti, dei quali il generale Carmelo Burgio...
Marina Militare celebra la propria Giornata
Cerimonia in commemorazione dell’impresa di Premuda del 10 giugno 1918
Arma dei Carabinieri al suo 210* anno dalla costituzione
Una cerimonia all'insegna della professionalità e dedizione in Patria e nelle...
Philippe Leroy, cieli blu
L’ultimo saluto al grande attore franco-italiano a Roma, avvolto dal paracadute...
Interessante ‘’elucubrazione’’ del generale Carmelo Burgio sugli insulti pubblici
Accusati di disastro ambientale per gli effetti di anni di esercitazioni militari nel poligono di Capo Teulada sono stati assolti
Avvicendamento del comandante dell’Operazione aeronavale europea EUNAVFOR MED alla presenza della sottosegretaria Rauti
Leader europeo nello sviluppo e produzione di missili mette in mostra e sue più significative capacità fornite alle forze armate
Interessante considerazione del generale Burgio sulla questione del ponte sullo stretto di Messina
Secondo il rapporto Bloomberg alcuni Paesi europei stanno valutando tale iniziativa
E il Parlamento che dovrebbe decidere di riesaminare le leggi sul sistema delle sanzioni, come dice il generale Burgio
incontri istituzionali con vertici militari e saluto ai militari italiani schierati nel Paese