17:39 sabato 28.11.2020

Politica

Home   >>  News - Politica   >>  Articolo
Difesa: approvato il documento programmatico pluriennale (dpp) della difesa per il triennio 2020 – 2022
Guerini: ''occorre puntare su prodotti innovativi in grado di contribuire all’ammodernamento dello strumento militare nazionale''
26-10-2020 - “Oggi più che mai, occorre puntare su prodotti innovativi in grado di contribuire all’ammodernamento dello strumento militare nazionale, assicurare elevati ritorni economici per il Paese e crescita occupazionale'' queste le parole del ministro della Difesa Lorenzo Guerini dopo l’approvazione del Documento Programmatico Pluriennale (DPP) della Difesa per il triennio 2020 – 2022 dove al suo interno è illustrato il piano di sviluppo complessivo dello Strumento militare e la modernizzazione delle Forze Armate.
Il documento, che costituisce lo strumento con cui il Ministro presenta al Parlamento e ai cittadini le linee di sviluppo e il bilancio della Difesa, per l’anno in corso e per il biennio successivo, tiene conto dei più recenti sviluppi dello scenario internazionale e dell’impatto del COVID-19 ed è stato redatto in un’ottica di sostenibilità finanziaria, di rafforzamento della dimensione interforze e di una crescente integrazione in ambito NATO e Unione Europea.
Le risorse destinate alla Difesa” – ha continuato Guerini - “rappresentano una leva strategica per l’economia del Paese, oltre che un indispensabile investimento per garantire la nostra sicurezza. Soprattutto in questa fase, dobbiamo perciò sviluppare pienamente l’intero potenziale esprimibile dall’Industria della Difesa, che rappresenta un importante motore per la ripresa, conciliando al meglio le esigenze delle Forze Armate con le necessità dell’Industria e dando priorità a quelle con maggiori effetti positivi sull’economia nazionale. Per questo le risorse che il Documento Programmatico Pluriennale destina ai nuovi programmi di previsto avvio si concentrano, per circa l’80%, sul comparto industriale nazionale”.
Il Documento Programmatico Pluriennale recepisce perciò appieno l’esigenza di rafforzare la nostra capacità di reagire alle crisi, continuando ad investire nei settori della Sicurezza e della Difesa, attraverso una visione di lungo periodo.
L’epidemia del coronavirus, oltre ad avere cambiato la vita degli italiani, ha anche mutato le prospettive economiche del Paese. Nel quadro della strategia complessiva di riforma e di sostegno alla crescita economica, il Governo sta elaborando iniziative per il rilancio degli investimenti pubblici e privati, incentrati sull’innovazione e sulla sostenibilità, alla quale anche la Difesa fornirà il proprio contributo.
Per questo motivo” - ha aggiunto il ministro - “bisogna allargare il dibattito sulla Difesa per far meglio comprendere ai nostri concittadini che nell’industria del settore dell’Aerospazio, della Difesa e della Sicurezza c’è un pezzo rilevante della competitività dell’Italia, che potrà garantire il futuro delle giovani generazioni e la nostra appartenenza alla sfera dei paesi più avanzati.”
In uno scenario internazionale caratterizzato da crescente instabilità, con inevitabili ricadute anche sulla nostra sicurezza, il Documento Programmatico Pluriennale punta, in particolare, alla rapida attuazione del processo di adeguamento dello Strumento militare per fare fronte ad ogni tipo di minaccia e in un’ottica indispensabile di bilanciamento tra le diverse componenti dell’Esercito Italiano, Marina Militare, Aeronautica Militare e Arma dei Carabinieri.
A fronte dell’emergere di tecnologie fortemente innovative, occorre poi investire in maniera crescente nella dimensione digitale. In tale quadro, il documento promuove lo sviluppo e l’acquisizione di capacità e sistemi, sempre più interconnessi e in grado di inter‐operare tra di loro, nonché trasversalmente in tutti e cinque gli attuali domini operativi (terrestre, marittimo, aereo, cibernetico e spaziale) e in un ambiente a sempre più spiccata connotazione digitale, dove determinanti si rivelano le capacità di Sorveglianza, raccolta di informazioni e Comando e Controllo, su cui occorre intervenire con convinzione'' ha ancora sottolineato Guerini.
Infine, a fronte di un quadro di riferimento decisamente mutato rispetto al 2012, quando venne varata la legge 244 in materia di revisione dello Strumento Militare, il Documento individua l’esigenza di aggiornare e adeguare la legge, pur preservandone l’impianto, alla luce del mutato contesto geostrategico e delle attuali esigenze delle Forze Armate. “La riduzione del personale, sia militare sia civile, sin qui operata impatta infatti oggi prevalentemente proprio sulle capacità complessive dello strumento militare'' ha detto il ministro.
Tra queste capacità restano centrali anche quelle relative agli arsenali, stabilimenti, poli di mantenimento ed enti militari a carattere industriale che devono essere sostenute anche attraverso nuove assunzioni” – ha poi rimarcato – “e diventare un’opportunità di sviluppo per il territorio, in sinergia con le istituzioni locali e le imprese”.
In quest’ottica si collocano le assunzioni, all’Arsenale di Taranto, di personale con profilo tecnico, previste nel prossimo triennio, e la stabilizzazione dei lavoratori precari del Genio Campale dell’Aeronautica Militare.
Il posticipo con cui, quest’anno, il Documento viene portato all’attenzione del Parlamento è dovuto, da un lato, alle inevitabili ripercussioni connesse all’emergenza COVID-19, dall’altro, all’esigenza di attendere la ripartizione delle risorse del "Fondo per gli investimenti delle Amministrazioni Centrali", di cui all’art. 1, comma 14 della L.d.B. 2020, al fine di assicurare il necessario bilanciamento al processo di adeguamento dello Strumento militare, contribuendo contestualmente a dare impulso all’azione di rilancio economico del Sistema-Paese.
Alcuni dei principali programmi per il prossimo triennio
Nuova Blindo Centauro 2, il Nuovo Elicottero da Esplorazione e Scorta, il Veicolo Tattico Leggero Multiruolo (VTLM2), il Veicolo Tattico Medio Multiruolo (VTMM – "ORSO") e il Sistema Individuale di Combattimento, per l’Esercito; la realizzazione della seconda nave di supporto logistico (LSS), la prosecuzione dell’acquisizione dei sottomarini U212NFS e l’avvio della fase di studio e sviluppo per i Cacciatorpediniere e i Cacciamine di Nuova Generazione, per la Marina Militare; la partecipazione al programma di cooperazione internazionale per lo sviluppo di un caccia di 6^ generazione (Tempest) per l’Aeronautica Militare e l’acquisizione del Veicolo Tattico Leggero Multiruolo/Veicolo Tattico Leggero (VTLM/VTL) e dell’elicottero leggero (LUH) per l’Arma dei Carabinieri, quest’ultimo destinato anche all’Esercito e, in prospettiva, alla Marina Militare.




Redazione
 
  


 
Se vuoi andare veloce vai da solo, ma se vuoi andare lontano vai in squadra
Nel calendario ''Aeronautica Militare 2021'' il racconto dell'impegno nei cieli...
Esploratori si addestrano in Sicilia 
La Brigata ''Aosta'' ha organizzato l’esercitazione di due settimane in provincia...
Marina Militare collabora con Ministero Sviluppo Economico
Impegno del Gruppo Operativo Subacquei insieme a nave Anteo a favore della collettività...
  Politica
27-11-2020 - A Roma, nella cornice del Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri, il comandante generale, gen. C.A. Giovanni...
27-11-2020 - Dopo aver rivolto i saluti al Capo di Stato Maggiore della Difesa, generale Vecciarelli, alla dott.ssa D’Agostino...
26-11-2020 - A Palma de Maiorca il 25 novembre scorso, il ministro della Difesa Lorenzo Guerini ha incontrato la ministra...
23-11-2020 - "Congratulazioni all'Arma dei Carabinieri e alla Magistratura per la brillante operazione antimafia in Sicilia"...
22-11-2020 - Da moltissimi anni, cioè dalla separazione, di fatto, in due stati, i rapporti politici di Taiwan con la Cina...
20-11-2020 - “Oggi, su delega del Ministro Lorenzo Guerini, ho firmato l’Addendum I all’Implementation Agreement...
Rubriche
Il Calendario 2021 dell’Aeronautica Militare verrà presentato mercoledì 25 novembre...
Nella “Sala Valadier” del Comando Legione Carabinieri “Lazio” a Roma, si è tenuta...
Ha avuto luogo nella la Caserma Romano di Bracciano, in forma ridotta, nel pieno rispetto...
In Memory of Nassiriya Project nasce nel 2007 per non dimenticare i Caduti Italiani, militari...
LIVORNO, 23 ottobre 2020. Con la deposizione di una corona d’alloro presso i monumenti...
Domenica 18 ottobre scorso le Frecce Tricolori hanno dato il via alla 15ª tappa del Giro...
Il 13 ottobre scorso, il generale Alessandro Veltri, commissario generale per le Onoranze...