03:45 sabato 02.07.2022
Difesa Europea, a Roma incontro bilaterale
Ne hanno discusso il capo di stato maggiore della difesa ammiraglio Giuseppe Cavo Dragone e l'omologo francese generale Thierry Burkhard
fotografie di: Daniel Papagni e SMD

24-06-2022 - Il Circolo Ufficiali delle Forze Armate, giovedì 23 giugno scorso, ha ospitato la conferenza stampa di presentazione dell’incontro di lavoro svolto nella stessa giornata tra il Capo di Stato Maggiore della Difesa, ammiraglio Giuseppe Cavo Dragone, e il suo omologo francese, generale Thierry Burkhard.
Obiettivo dell’incontro è stato il rafforzamento e l’ampliamento dei rapporti di cooperazione tra i due Stati Maggiori e la firma del documento quadro per la cooperazione bi-laterale tra Italia e Francia (ITA – FRA Military Cooperation Framework), discendente dal Trattato del Quirinale.
Alcune ore prima, l’ammiraglio Cavo Dragone, ospite dell’ambasciata francese a Roma, aveva ricevuto dalle mani del generale Burkhard, l’onorificenza di Ufficiale della Legion d’Onore, insignitagli dal Presidente della Repubblica Francese.
L’incontro bilaterale tra i due capi di stato maggiore della Difesa, come ha dichiarato Cavo Dragone in conferenza stampa, è stato soddisfacente: “È stata una giornata importante per le nostre Forze Armate e per la nostra difesa: abbiamo firmato un documento di importanza strategica, il Military Cooperation Framework, ovvero la cornice concettuale entro la quale si svilupperanno le future aree di collaborazione tra Francia e Italia.”
I due CHOD (Chief of Defence) hanno anche discusso della situazione nel Sahel, regione di importanza strategica per la sicurezza dell’area mediterranea; dello strategic compass dell’Unione Europea, a cui entrambe le nazioni vogliono dare concretezza nel minor tempo possibile; infine, hanno affrontato un tema importante per il Concetto strategico della NATO, che secondo i due capi di Stato Maggiore necessita di una revisione per un approccio più strutturato che tenga conto, oltre che dei tre domini operativi tradizionali, terrestre, marittimo e aereo, anche di quello cyber, spaziale e cognitivo.
Proprio sul tema del concetto strategico della NATO sono state rivolte le nostre domande ai due generali.
A Burkhard abbiamo chiesto se, in caso di estrema necessità, la Francia possa mettere a disposizione dei Paesi alleati europei il suo sistema nucleare, essendo l’unico Paese in Europa a possederlo.
Mentre a Cavo Dragone abbiamo chiesto quale margine di libertà e di iniziative proprie abbia l’Europa, e in particolare se l’Italia, nel rispetto del concetto strategico della Nato, abbia proposte particolari sull’implementazione militare in Unione Europea sul progetto della Bussola Strategica.
"Ottimi i rapporti tra i nostri Paesi in ogni settore delle Forze Armate. Dobbiamo lavorare in maniera concertata e sinergica", ha detto Burkhard, "abbiamo strumenti operativi finalizzati alla sicurezza. Le nostre Forze Armate lavoreranno in partenariato".
Cavo Dragone ha risposto: “La bussola strategica è un grande passo per dare corpo all’Unione Europea. Credo che per concretizzare questi intendimenti necessiti una profonda analisi da parte dei professionisti, di coloro che poi domani dovranno gestire lo strumento che è in fase di gestazione; la stessa struttura del sistema dell’Unione Europea va analizzato, orientandolo ad una connotazione più adempiente ad una struttura di comando che risponda ad una precisa catena di decisori; il comitato militare probabilmente andrà ristudiato perché oggi giorno è ben diversa la struttura dell’Alleanza da quella dell’UE, che necessita di revisione seria…
Le risposte nel video: //www.cybernaua.it/video/video.php?idvideo=252
Maria Clara Mussa


Extrema Ratio Knives Division

Difesa: Segredifesa al DIMDEX in Qatar
Importante appuntamento biennale nel settore della difesa, tra i più grandi eventi...
Paura o speranza per le donne afghane?
Presentato ''Exit tragedy Pensare che volevamo la pace per l'Afghanistan'' nell'ambasciata...
DIFESA, Guerini: ‘’Putin fermi l’aggressione all’Ucraina’’
L’Italia contribuisce a rafforzare la deterrenza; con Ungheria cooperazione...
Missione in Libano: I Lagunari alla guida di Unifil Italbatt
Il Reggimento ''Serenissima'' al quarto mandato nella missione in Libano
Lo stato dell'arte per rispondere ai requisiti per la Difesa
Il Segretario Generale della Difesa e Direttore Nazionale degli Armamenti generale...
''Dagger Guard'' per Folgore e Airborne
L'186° reggimento paracadutisti Folgore si addestra con il 54th Brigade Engineer...
Dodici anni fa: terremoto di Haiti e intervento di nave Cavour a supporto della popolazione
Marina Militare e Fondazione Francesca Rava NPH Italia Onlus ancora insieme per...
Forze Armate: Aeronautica e Marina oggi sposi
integrazione interforze e multidominio degli F-35B della Marina Militare e dell’Aeronautica...
UNIFIL: Leonte XXX, addestramento con i contingenti stranieri
I Caschi Blu italiani del Gruppo Squadroni di Italbatt della missione in Libano...
Alcune ulteriori informazioni sulla creazione scientifica di Elettronica Group
Ripreso il dialogo sulla cooperazione tra i NAD dei due Paesi che dal 2014 non avevano avuto più occasione di incontrarsi
Era stato costruito dall'Associazione Nazionale Alpini in accordo con il Ministero della Difesa.
Ingresso di Finlandia e Svezia: dimostrazione di forte coesione tra Alleati, con ricadute anche sul piano delle collaborazioni industriali
From a //news.un.org
Il contingente italiano continua l'opera di vicinanza e sostegno alla popolazione del sud del Libano
Il sottosegretario Mulé in visita al contingente italiano e al ministro della Difesa Libanese
A MIND (Milano Innovation District) Elettronica Group insieme a Lendlease presenta l’innovazione per la nuova vita dopo l’emergenza pandemica