10:21 martedì 18.06.2024

Recensioni

Home   >>  News - Recensioni   >>  Articolo
 ‘’Il filo nero. Il ritorno in Europa e in Occidente di nazismo e fascismo’’
Presentato l’ultimo volume del giornalista e documentarista Giuseppe Carrisi alla Biblioteca Regionale Universitaria di Messina
29-11-2022 - “Mi sono limitato a raccontare la storia, non ho preso posizione perché non sono uno storico, il mio libro racconta fatti conosciuti e provati” ha dichiarato Giuseppe Carrisi giornalista RAI, documentarista e autore del libro “Il filo nero. Il ritorno in Europa e in Occidente di nazismo e fascismo” Infinito edizioni, settembre 2022.
La presentazione del libro si è svolta davanti ad un pubblico numeroso e partecipe, nei locali della Sala Lettura della Biblioteca Regionale Universitaria di Messina.
Dopo i saluti istituzionali e l’ampia introduzione della direttrice della Biblioteca, dott.ssa Tommasa Siragusa che ha richiamato i moniti operati da Primo Levi e Albert Camus, ne “La Peste”, con una metafora, significante allegoria, a vigilare per evitare che il morbo possa di nuovo ammorbarci, la presentazione dell’autore e dei relatori fatta dal moderatore Domenico Interdonato.

Il prof. Dario Caroniti dell’Università di Messina ha evidenziato: “Il nazismo e il fascismo non sono contro la cultura, ma sono un errore della cultura, quasi tutti sono stati contaminati, pochissimi hanno avuto il coraggio di non schierarsi e in questo contesto anche tutti gli atenei allora si schierarono con il fascismo. Nel dopo guerra ci fu una riabilitazione generale, perché era necessario ripartire, c’era la necessità di chiudere e di coinvolgere in questa ripartenza anche la Germania. L’autore sente la responsabilità dei protagonisti della storia, a mio parere la responsabilità è del mondo culturale, pertanto non è corretto deresponsabilizzarci per accusare gli altri”.

Il prof. Roberto Sciarrone, “Sapienza” Università di Roma, ha evidenziato “Nell'ultimo capitolo del volume Carrisi cita Primo Levi sul valore della memoria oggi fondamentale soprattutto per le giovani generazioni. La storia del Novecento ci ha raccontato eventi terribili, siti come Dachau, ad esempio, sono la testimonianza di una parte degli orrori del secolo scorso commessi dall'uomo. Oggi come ieri bisogna però analizzare il fatto storico attraverso la sua lunga durata e le fonti archivistiche disponibili. Solo così possiamo comprendere avvenimenti complessi che hanno cambiato società, Stati e i rapporti geopolitici internazionali, nel tempo e nello spazio. Dall'armistizio di Compiègne alla Conferenza di Pace di Parigi, dagli orrori del nazi-fascismo alla Guerra Fredda, dalla "fine della storia" teorizzata da Francis Fukuyama allo "scontro di civiltà" di Samuel Huntington. Infine Putin che rispolvera paradigmi ormai obsoleti e la sua guerra nel cuore dell’Europa.  Ecco, forse alcuni sentimenti xenofobi, sovranisti e poco attenti alle minoranze non hanno mai cessato di ardere in un'Europa che oggi, come ieri, fa ancora i conti con il suo passato”.

Gli interventi hanno preparato e dato spazio all’autore Carrisi di poter rispondere e concludere un interessante dibattito che ha coinvolto il pubblico, con domande e momenti di riflessione. L’autore infine ha concluso con i ringraziamenti “da messinese che vive a Roma, ho sempre il piacere di ritornare in città, oggi mi avete fatto sentire il vostro caloroso affetto, grazie per la meravigliosa accoglienza che mi avete riservato”. “Gli eventi producono inevitabilmente una scia, per poterli commentare in maniera serena bisogna aspettare che l’effetto svanisca almeno oltre i 100 anni”, ha concluso il coordinatore Interdonato con i saluti finali.


Redazione
 
  


 
Nat (North America Tour) 24 al via con la PAN
Gli MB-339PAN delle Frecce Tricolori sono arrivati in Quebec, prima tappa del...
G7: dalle stelle … alle sentine
Evento attesissimo, dai multiformi aspetti, dei quali il generale Carmelo Burgio...
Marina Militare celebra la propria Giornata
Cerimonia in commemorazione dell’impresa di Premuda del 10 giugno 1918
  Recensioni
12-06-2024 - Tra i volumi racchiusi nella libreria di mio padre, accanito lettore di libri storici, apparve, un giorno, un...
24-04-2024 - Uno dei volti più noti del giornalismo italiano firma un'opera aggiornata per raccontare ai ragazzi le guerre...
17-04-2024 - “Signs Publishing nasce nel 2017 per passione più che per affari…” Con queste parole incomincia la lettera...
07-07-2023 - Prendere l’attualità del Mare Nostrum, raccontarla per provare a interpretarla dando un significato a cosa...
07-05-2023 - Davanti ad un pubblico attento e appassionato di aerei e di Marina Militare, venerdì 5 maggio scorso, al circolo...
06-01-2023 - “Noi, come allora, non ti vedremo, ma avvertiremo il profumo seducente della tua anima libera e scorgeremo,...
Rubriche
L’AMMI Associazione Nazionale Mogli Medici Italiani sbarca in forze a Lipari e istituisce...

Organizzato da “ASSORETIPMI – Associazione Reti di Imprese PMI”,  in collaborazione...
Tra i volumi racchiusi nella libreria di mio padre, accanito lettore di libri storici, apparve,...
Si è conclusa con successo la seconda edizione di ROMAEXPORT, il primo business matching...
L’Esercito Italiano, con il brand d’abbigliamento “Esercito Sportswear”, torna a...


Anche quest’anno l’Esercito torna alla Mille Miglia, storica manifestazione automobilistica...
Klarida Rrapaj ha avuto l’onore e la gioia di trovarsi nella prestigiosa Sala della Regina...