02:15 venerdì 26.04.2019
Il Natale dei cittadini con le stellette
Il sottosegretario di Stato alla Difesa Raffaele Volpi in visita ai militari dell’operazione ‘’mare sicuro’’ e del contingente della MIASIT
fotografie di: Giuseppe Lami

24-12-2018 - Il periodo delle feste natalizie, per chi è obbligato a trascorrerle lontano dagli affetti famigliari, come accade ai militari impegnati nelle missioni di pace e di controllo della sicurezza internazionale, è forse il momento meno felice dell’anno. Almeno a nostro avviso, abituati a considerare la cerchia famigliare come il luogo in cui il Natale debba essere celebrato.
I contingenti italiani impegnati in teatri internazionali ed i loro rispettivi comandanti, che stanno dunque vivendo questo periodo in terre lontane, meritano il nostro rispetto e tutta la considerazione, dovuti verso il loro impegno professionale.
Ricordiamo che attualmente l’Italia è impegnata in 35 missioni, di cui 33 internazionali in 23 Paesi quali: Niger (MISIN), in Egitto (MFO), Somalia (MIADIT), Mali (EUTM), Libano (UNIFIL), Afghanistan (RS), Iraq-Kuwait (Prima Parthica), Turchia (SAGITTA), Al-Minhad (Task Force air), Lettonia (EFP), Kosovo, (KFOR), EUNAVFORMED, Mare Sicuro.
E’ in questo periodo che maggiormente si svolgono viaggi istituzionali, con i quali i politici italiani portano ai militari in missione che trascorreranno le prossime festività natalizie in teatro operativo, i saluti e gli auguri del Governo italiano.
Venerdì 21 dicembre, il sottosegretario di Stato alla Difesa Raffaele Volpi, accompagnato dal Capo di Stato Maggiore della Marina Militare, ammiraglio Valter Girardelli, ha portato gli auguri del Governo agli equipaggi dell’Operazione Mare Sicuro e al personale impegnato nella Missione bilaterale di assistenza e supporto in Libia MIASIT.
A bordo della fregata Carabiniere, sede del comando tattico dell’Operazione Mare Sicuro, Volpi è stato ricevuto dall’ammiraglio di Squadra Donato Marzano, comandante in Capo della Squadra Navale, e dal contrammiraglio Flavio Biaggi, comandante tattico dell’Operazione Mare Sicuro, e si è congratulato con l’equipaggio per il quotidiano impegno nel Mar Mediterraneo, a tutela della difesa e sicurezza nazionale e internazionale
Sabato 22 dicembre, si è poi trasferito a Misurata per incontrare i militari del contingente impegnato nella missione bilaterale MIASIT tra cui i fanti di Marina della Brigata Marina San Marco, inquadrati nella Task Force Ippocrate, impiegati dallo scorso settembre con il compito di garantire la sicurezza della base e dell'ospedale da campo italiano.
A ricevere la delegazione il comandante della missione, generale Domenico Ciotti. Durante la visita, Volpi ha avuto modo di incontrare alcune autorità militari locali esprimendo loro sentimenti di vicinanza ed amicizia: “…l’importanza di testimoniare la vicinanza del nostro governo al popolo libico è avvalorata da un sentimento di profonda amicizia che ci unisce come popoli. L'ottimo lavoro svolto dalla Marina e dalla Guardia Costiera libica è l'inizio di un lavoro di vicinanza senza pensare esclusivamente al business…conoscere e capire cosa accade in Libia serve a costruire insieme il percorso da perseguire per il bene dei due paesi lasciando la priorità all'Italia di essere un partner privilegiato. ... il Mediterraneo non divide…UNISCE”.
L’incontro si è concluso con una nota di speranza "Voi siete i protagonisti di un progetto che deve essere d'esempio per le altre regioni del paese...la differenza fra stringersi la mano ed abbracciarsi dopo un incontro significa avere un rapporto di amicizia”.
 Sia il sottosegretario Volpi che l'ammiraglio Girardelli nei vari incontri con i contingenti e gli equipaggi hanno sottolineato come gli uomini e le donne delle Forze Armate, “cittadini con le stellette” hanno il privilegio di svolgere una professione entusiasmante ma al contempo complessa.
 Una professione che richiede grande dedizione ed elevato spirito di sacrificio e di servizio nei confronti della collettività. I due rappresentanti della difesa hanno pertanto ringraziato tutti i militari per il lavoro svolto soprattutto in questi giorni di festa, trascorsi lontano da casa e dagli affetti familiari.
 
Approfondimenti
 
Operazione Mare Sicuro rappresenta la risposta della Difesa alle disposizioni del Governo a seguito dell'aggravarsi della crisi libica. Dal 12 marzo 2015, è stato schierato in mare un Dispositivo aeronavale con la missione di svolgere, in applicazione della legislazione nazionale e accordi internazionali vigenti, attività di presenza, sorveglianza e sicurezza marittima nel Mediterraneo centrale.
Operazione bilaterale di assistenza e supporto in Libia (MIASIT) – Task Force Ippocrate
Nell’ambito della collaborazione e del supporto fornito dalle autorità italiane a quelle del governo di accordo nazionale libico nel processo di stabilizzazione del paese e a seguito di specifica richiesta libica al governo italiano, il Parlamento autorizzò nel 2016 lo schieramento di una struttura ospedaliera campale nell’area di Misurata a partire dal 2017. L’operazione, dal 1° gennaio 2018, è stata riconfigurata nell’ambito delle attività di supporto sanitario e umanitario previste dalla “Missione bilaterale di assistenza e supporto in Libia”. La Task Force dislocata presso il sedime dell’aeroporto militare di Misurata consta di circa 300 militari.
Maria Clara Mussa


Extrema Ratio Knives Division

Folgore! Basco grigio verde per il 9° reggimento Col Moschin
Ricordando il plotone speciale e la successiva compagnia speciale, embrione delle...
ReaCT, il terrorismo sotto la lente d'ingrandimento
Con il patrocinio del ministero della Difesa, presentato l'Osservatorio sul radicalismo...
Interesse nazionale è anche prendersi la briga di spiegare
‘’Gli Italiani e la Difesa’’, indagine IAI-LAPS sulle minacce alla sicurezza...
Difesa collettiva, interoperabilità e interforze per il Sistema Paese
Una giornata dedicata alla Marina Militare e al suo ruolo nel comparto della Difesa,...
Il ''dual use'' nel ''Vigorous Warrior 2019''
Una dimostrazione della collaborazione dello strumento militare, in cooperazione...
Sistema Paese, il futuro sta nell'integrazione tra Industria e Difesa
Se n'è parlato al convegno ''La Difesa come volano di crescita dell'economia...
Live-Virtual and Constructive, Ce.Si.Va.
A Civitavecchia il Centro di Simulazione e Validazione dell'Esercito: un ruolo...
Cambio al comando della scuola di Fanteria 
Dopo oltre tre anni alla guida della scuola di fanteria il generale Massimo Mingiardi...
Inaugurato il NATO SFA COE
Il Centro di Eccellenza della NATO per la Security Force Assistance,progetto nato...
La strada è sistemata, ma tante ancora hanno bisogno di essere rimesse a posto
Il generale Marlow visita Camp Arena, ove l’Italia addestra la polizia della provincia di Herat
I velivoli italiani hanno effettuato 145 sortite per un totale di circa 250 ore di volo addestrativo
Le Autorità hanno invitato i residenti di Tajoura ad abbandonare la propria casa e cercare rifugio presso parenti o amici
Sarà presentato alla Camera dei Deputati al convegno ''Difesa e Sicurezza: prevenire il radicalismo per contrastare il terrorismo’' alla presenza della ministra Trenta
Primo “scramble” operativo nell’ambito della missione NATO di Air Policing sul Montenegro attivata lo scorso giugno con comando in Spagna  
Le attività di controllo, ricerca e arresto di malavitosi dei carabinieri non hanno sosta, allerta giorno e notte per la sicurezza dei cittadini
Apprendiamo dalla sua pagina di Facebook che ha intrapreso il viaggio per visitare la base italiana nel Corno d'Africa