21:16 venerdì 07.08.2020
Cambio al vertice dell’Unità di KFOR
Nuovo comandante italiano del Regional Command West in Kosovo
fotografie di: KFOR

15-07-2020 - Il 15 luglio scorso, si è svolta la cerimonia di avvicendamento alla guida del Regional Command West (RC-W), alla presenza dell’ambasciatore d’Italia Nicola Orlando e del comandante di KFOR, generale di Divisione Michele Risi, accompagnato dal vice comandante della missione NATO, generale elvetico Laurent Michaud
Il colonnello Natale Gatti ha ceduto al pari grado Gianluca Figus il comando dell’unità multinazionale composta da militari italiani di Esercito ed Aeronautica - oltre che da contingenti austriaci, moldavi, sloveni, turchi, polacchi e svizzeri - che opera nel settore ovest del Kosovo. 
I militari del 5° reggimento artiglieria terrestre “Superga” dell' Esercito di stanza a Portogruaro (Venezia) subentrano quindi agli uomini e alle donne del 17° reggimento artiglieria contraerei “Sforzesca” con sede a Sabaudia (Latina), che hanno completato il proprio mandato in Kosovo.
Nel periodo compreso tra dicembre e luglio, gli artiglieri del 17mo hanno contribuito a garantire sicurezza, stabilità e libertà di movimento nel proprio settore di operazione, secondo il mandato della Risoluzione 1244 delle Nazioni Unite del 1999, favorendo il processo di dialogo tra Serbia e Kosovo promosso dall’Unione Europea. 
Le attivita’ del Regional Command West sono continuate anche durante l’emergenza COVID19 che ha interessato la regione balcanica, senza influire sulla capacita’ operativa della missione KFOR. I militari italiani e delle altre sei nazioni hanno assunto tutte le misure di prevenzione raccomandate dall’Organizzazione Mondiale della Sanita’ nel condurre le operazioni, tra cui spiccano la protezione del Monastero Serbo-Ortodosso di Visoki-Decane – unico sito sorvegliato dalla missione NATO – e il pattugliamento dell’area di responsabilita’ attraverso centinaia di pattuglie motorizzate e appiedate, condotte anche in collaborazione con la polizia del Kosovo”, ha sottolineato Gatti nel ringraziare i propri militari per l’impegno dimostrato durante il mandato del 17mo reggimento. 
Notevole e’ stato il sostegno fornito in modo imparziale dal contingente italiano alle istituzioni e alle comunita’ locali attraverso 18 donazioni di personal computer, arredi scolastici, e materiali didattici. Importante anche il contributo dato dal Regional Command West alla risposta locale al COVID-19, con la distribuzione alle autorita’ sanitarie e di polizia del Kosovo di apparecchiature mediche e dispositivi di protezione individuale.
Gli artiglieri del 5° tornano nei Balcani dopo circa 7 anni e sono pronti a contribuire, in collaborazione con le istituzioni del Kosovo, alla sicurezza della regione ovest, in una fase delicata come quella in corso, caratterizzata dall’emergenza COVID-19 che non compromettera’ la capacita’ della missione KFOR di condurre operazioni”, ha dichiarato Figus, assumendo la guida del Regional Command West.
Redazione


Extrema Ratio Knives Division

Afghanistan: inaugurato il monumento ‘’Ariete’’ al TAAC-WEST
Le Brigate che si avvicendano nell’operazione “Resolute Support” a conclusione...
Giornata del Laureato 2020 a Torino
Gli Ufficiali del 197° Corso ''Tenacia'' del Comando per la Formazione e Scuola...
Nave Alliance rientra a Tromsø conclusa la campagna High North20
Conclusa la prima di tre campagne di ricerca in Artico del programma triennale...
Gare di volo in aliante
Nell’Aviosuperficie Avio Alfina in Castel Viscardo (TR) il trofeo di volo artistico...
Brigata ''Sassari'' dà il cambio ai ''Granatieri di Sardegna'' in Libano
Giunge a conclusione il mandato continuativo più lungo per un contingente italiano...
''Firephobia'', come affrontare le sommosse in Kosovo
Addestramento dei militari della forza NATO in missione KFOR per mantenere la...
Nuovi giovani piloti
Conclusa la seconda edizione di ''Progetto volo'', iniziativa dell'Aero Club di...
Cippo in memoria dei peacekeeper italiani caduti in Libano
L'Italia è impegnata nel mantenimento della pace in Libano sin dal 1979 nella...
Nel porto di Taranto ammara un idrovolante
Dopo un secolo, il mare pugliese rivede attività aerea/marittima; inizio di...
Tre navi della Marina Militare pronte ad operare insieme alla protezione Civile
Due C 130 J dell’Aeronautica Militare condurranno Vigili del fuoco e personale esperto di minacce CBRN
Nell’incontro con il Presidente Serraj Guerini ha detto: ’’Pronti a lavorare fin da subito a nuovo slancio della cooperazione’’
Insieme al presidente del consiglio presidenziale e premier del governo di accordo nazionale della Libia anche i membri del consiglio presidenziale
Militants based in Khurmato have occupied our village and its residents have been forcibly evicted
Esplose oltre 2.700 tonnellate di nitrato di ammonio. Il ministro della difesa Lorenzo Guerini in contatto telefonico con contingente italiano in Libano 
Accordo tra istituzioni per la razionalizzazione del patrimonio immobiliare in uso al Dicastero
Una considerazione del generale Giuseppe Morabito, membro del Direttorio della NATO Defence College Foundation