04:08 mercoledì 21.04.2021
Coronavirus: incominciate le vaccinazione dei militari alla Cecchignola
Quando saranno concluse le vaccinazioni dei militari, la struttura sarà al servizio dei cittadini
fotografie di: Cybernaua

23-02-2021 - Il primo presidio vaccinale anticovid della Difesa, costituito nella cittadella militare della Cecchignola, è operativo.
Incominciata il 22 febbraio scorso, la vaccinazione a favore dei [M]militari di tutte le Forze Armate in servizio a Roma e nel Lazio proseguirà nei giorni a venire.
Abbiamo visitato la postazione nell’area ''Bonivento'' della città militare della Cecchignola, sotto la supervisione dei medici militari, come descritto dal medico generale Antonio Battistini, comandante della Sanità e Veterinaria dell’Esercito, il quale ha spiegato che, all’interno dell’operazione Eos voluta dal ministro della Difesa Guerini, è organizzata la somministrazione di vaccini, di qualsiasi tipo essi siano, dalle otto della mattina alle ore venti.
Quando saranno concluse le vaccinazioni dei militari, la struttura sarà al servizio dei cittadini.
I vaccini sono conservati in un frigorifero che può mantenere la temperatura di -80 Gradi centigradi, permettendone la conservazione adeguata.
Abbiamo potuto seguire i militari nel percorso che incomincia con la misurazione della temperatura, proseguendo con la sanificazione di ogni persona che entri nella struttura; quindi in una tenda in cui i militari devono compilare format con i propri dati.
Proseguendo nel percorso, si giunge alla tenda dell’anamnesi, dopo la quale i militari entrano nella postazione designata alla vaccinazione. Suddivisa in alcune stanze, ove medici e assistenti inoculano il vaccino.
La procedura termina con il passaggio al posto ''Anagrafica vaccinale'', una tensostruttura designata alla raccolta dei dati che vengono trasmessi via rete, con i quali i vaccinati entrano a far parte del circuito informatico vaccinale regionale.
Ad ogni vaccinato, il medico raccomanda di tenere in considerazione eventuali alterazioni, anche minimi problemi, da riferire ai sanitari.
In questa prima fase, sarà vaccinato prioritariamente il personale militare impiegato nella gestione della pandemia e del comparto sanitario della Difesa, secondo il piano predisposto dal COI (Comando Operativo di Vertice Interforze).
Successivamente, con il supporto delle Autorità Sanitarie della Regione Lazio che interverranno con proprio personale, sarà aperto anche alla cittadinanza. La struttura comprende anche soluzioni per le persone con disabilità o con mobilità ridotta che avranno spazi e corsie dedicate.
La struttura lavorerà in stretta collaborazione con la ASL Roma 2 e l’Istituto Nazionale per le Malattie Infettive “L. Spallanzani”, secondo i criteri stabiliti dal Ministero della Salute, contribuendo così a completare il piano sanitario regionale.
Abbiamo incontrato il generale Saverio Pirro, del comando Logistico dell'Esercito, che ha curato l'allestimento dell'Hub sanitario trasformando la zona, da circuito di scuola guida ad area destinata a presidio militare, come voluto dal ministro Guerini, comprendendo anche un’area parcheggio interna per circa 240 autovetture.
Allestito in sole 3 settimane di lavoro dal Comando Logistico dell’Esercito con il contributo del 6° Reggimento Genio, del Reparto Operativo del Genio Infrastrutturale (ROGI), dell’8° Reggimento Trasporti “Casilina” e del 44º Battaglione di sostegno TLC "Penne", il Presidio sarà operativo tutti i giorni su due turni di 6 ore (dalle 07:00 alle 13:00 e dalle 14:00 alle 20:00h) e vedrà impiegati oltre a medici e infermieri, anche personale militare e civile dedicato alla gestione amministrativa e alla sicurezza.
La struttura, nata nell’area “Bonivento” dove già opera il Drive-through della Difesa che rimarrà attivo per l’effettuazione di tamponi, è allestita con moduli dedicati alle fasi di pre e post vaccinazione ed è dotata di 2 emergency room. 
Il ministro della Difesa Lorenzo Guerini visitando lo scorso 18 febbraio il Presidio vaccinale della Difesa alla Cecchignola, ha dichiarato: “Questo è un ulteriore e doveroso contributo del sistema della Difesa alla battaglia che il Paese sta conducendo contro il Covid. Le Forze Armate sono impegnate in uno sforzo corale, con la passione, la competenza e le capacità che le contraddistinguono. Ogni risorsa disponibile deve essere mobilitata per superare l’attuale situazione e vincere la battaglia contro il Covid e la Difesa non mancherà anche in questa fase di fornire il proprio sostegno intervenendo anche, in ausilio alla sanità civile che ancora una volta ringrazio, per la somministrazione dei vaccini".  E rivolgendosi al personale presente ha aggiunto: “ho ritenuto doveroso incontrare i nostri militari che, ancora una volta, silenziosamente, hanno dato prova di efficienza. Qui si tocca con mano quello che la Difesa, con flessibilità e tempestività, è in grado di mettere in campo grazie anche all'esperienza acquisita in questi anni nelle missioni all'estero. Grazie per il sostegno che state dando agli italiani operando con grande professionalità, anche per il programma di vaccinazione”.
Maria Clara Mussa


Extrema Ratio Knives Division

Lancio della Bandiera di Guerra del 183° “Nembo”
L’eroismo dei paracadutisti italiani porta alla liberazione della città di...
Quell'obbrobrio nel parco dei Castelli Romani
Testimonianza sulla situazione intollerabile che da anni permane immutabile nel...
Hanno giurato gli allievi della Scuola Militare ‘’Teulié’’
Nell’Istituto milanese alla presenza del ministro della Difesa Lorenzo Guerini...
3° Reos Aldebaran: uomini per la terza dimensione (Esclusiva)
Si addestrano ogni giorno per le missioni nelle emergenze in Patria e nei Teatri...
I 98 anni dell’Arma Azzurra
Celebrato a palazzo Aeronautica l’anniversario della costituzione dell'Aeronautica...
Conclusi ‘’Sea Trials’’, la portaerei Cavour può impiegare gli F-35B
Pietra miliare nel percorso di acquisizione della strategica capacità di impiego...
Truppe Alpine al passo con i tempi
Introdotte ad uso sperimentale presso i reggimenti alpini e-bike adatte per il...
 Tra Gibuti e Somalia, l’impegno italiano
 Il ministro della Difesa Lorenzo Guerini ha trascorso due giorni in visita al...
''Lo sport non vi dimentica''
La Marina Militare, nella giornata della memoria delle più di 1.000 vittime innocenti...
Operazione antidroga dei carabinieri in una delle più importanti piazze di spaccio d’Europa: 16 arresti
A Pratica di Mare sono state consegnate oltre 430 mila dosi di Vaxzevria (AstraZeneca)
Lo ha dichiarato la sottosegretaria alla Difesa Pucciarelli in visita al Gruppo Intervento Speciale a Livorno
Superata la valutazione periodica del Centro di Eccellenza NATO di Modellazione e Simulazione
That's what said Alexei Danilov, secretary of the National Defense and Security Council of Ukraine
Iniziativa dell’Ucsi Sicilia è inserita nel progetto per sensibilizzare gli operatori della comunicazione
Considerazioni nell'intervista con il generale Mario Arpino già capo dell’Aeronautica Militare dal 1995 al 1999 e poi della Difesa, sino al 2000
L'appassionato racconto dei tanti intervistati, lo abbiamo trasformato in questa interessante intervista