02:51 lunedì 24.06.2024
Nella giornata del ricordo dei caduti militari e civili
A Marino, nel Museo civico Umberto Mastroianni, un convegno sulla battaglia di El Alamein in ricordo del concittadino Alfredo Natalicchi ''Leone della Folgore''
fotografie di: Daniel Papagni

13-11-2022 - Il 12 Novembre, ‘’Giornata del ricordo dei Caduti militari e civili nelle missioni internazionali per la pace’’ e giorno del diciannovesimo anniversario del tragico attentato di Nassiriya in cui persero la vita diciannove nostri connazionali, si è svolto a Marino (Roma), nel salone del Museo Civico ‘’Umberto Mastroianni’’, il convegno dedicato all’80° Anniversario della Battaglia di El Alamein voluto e organizzato dal Comune di Marino in collaborazione con ANPd’I Colline Romane.
Occasione per rendere onore al concittadino marinese Alfredo Natalicchi “Leone della Folgore “ commemorato dai convenuti e dai suoi familiari.
Dopo l’intervento di benvenuto da parte della vice sindaco Sabrina Minucci che ha ricordato Natalicchi evocando i valori che son sempre stati e sono alla base della dedizione dei paracadutisti della Brigata Folgore verso la Patria, a costo dell’estremo sacrificio, la parola è passata al presidente dell’ANPd’I colline romane, Gilberto Montebello che, dopo aver ricordato il sacrificio dei valorosi Leoni della Folgore nella battaglia di El Alamein e reso anche onore alla strage di Nassirya avvenuta in un lontano 12 novembre mai dimenticato, ha commosso il pubblico leggendo la preghiera del paracadutista.
E’ stata poi la volta del professor Federico Ciavattone, direttore del Centro Studi di Storia del paracadutismo militare dell’ANPd’I, ad illustrare in modo chiaro e coinvolgente i giorni in cui si svolsero i movimenti tattici in Egitto, teatro degli scontri, per arrivare all’attacco ultimo dei britannici contro la Divisione Folgore che mai si arrese.
Il generale Enrico Pollini, segretario generale ANPd’I, ha quindi descritto una sua ricerca dedicata ad eroi ed eroismi dei paracadutisti italiani ad El Alamein.
Il finale dell’incontro ha avuto un momento di emozione, allorché i famigliari del marinese Alfredo Natalicchi, caduto nella sabbia di El Alamein, hanno ricevuto dalle mani del generale Pollini la targa commemorativa realizzata dall’Amministrazione comunale della città di Marino, dedicata al suo concittadino.
Anche il fotoreporter di Cybernaua InformAction Magazine, Daniel Papagni, paracadutista Folgore, ha voluto, in chiusura della cerimonia, raccontare un aneddoto in memoria di un altro eroe della Folgore, reduce della battaglia di El Alamein Santo Pelliccia, diventato un mito per tutti i paracadutisti.
Nota

La ''Preghiera del Paracadutista'' letta da Montebello fu ideata e scritta la notte dopo il primo lancio in Tarquinia anno 1942 da Padre Giovanni Scantamburlo, cappellano della Folgore a El Alamein

''Signore grande Iddio, vivo nello spazio infinito, dove il dovere per la Patria in armi ci ha fatto sbocciare come candidi fiori con i nostri paracadute, ascolta:
Guida e proteggi l’ardimentoso volo, come quello delle aquile piombanti sulla preda, e fa di noi, e da a noi la fulminea e travolgente irruenza di frecce, scoccate dall’arco teso del nostro valore, più potente del rombo dei nostri apparecchi. Come nebbia al sole, davanti a noi siano dissipati i nostri nemici, ed il nostro piede calpesti sempre vittorioso la meta che l’anima ha sognato. Candida sempre, come la bianca seta del nostro paracadute, sia la nostra fede e indomito il nostro coraggio. La nostra vita giovane e’ tua, per quel caro e benedetto suolo latino, dove sono piantati i nostri focolari e fioriscono i nostri destini. Se e’ scritto che cadiamo, sia! Ma da noi, seminati dalla morte, sprezzata dalla nostra audacia, balzino gagliardi a falange, da ogni goccia del nostro sangue, figli e fratelli innumeri, sempre orgogliosi del nostro immortale passato, sempre degni del nostro immancabile avvenire. Benedici, Signore, la nostra Patria.Signore, le nostre famiglie. Signore, le nostre mamme, le nostre spose, sorelle, fidanzate: Signore, i nostri cari! Per loro, nell’alba o nel tramonto, sempre, la nostra vita, Signore, per noi il tuo glorificante sorriso. E cosi sia !''
Maria Clara Mussa


Extrema Ratio Knives Division

Cameri ‘’nozze d’argento’’ del comando aeroporto
Da venticinque anni il presidio è legato al territorio in una simbiosi perfetta...
Nat (North America Tour) 24 al via con la PAN
Gli MB-339PAN delle Frecce Tricolori sono arrivati in Quebec, prima tappa del...
G7: dalle stelle … alle sentine
Evento attesissimo, dai multiformi aspetti, dei quali il generale Carmelo Burgio...
Marina Militare celebra la propria Giornata
Cerimonia in commemorazione dell’impresa di Premuda del 10 giugno 1918
Arma dei Carabinieri al suo 210* anno dalla costituzione
Una cerimonia all'insegna della professionalità e dedizione in Patria e nelle...
Philippe Leroy, cieli blu
L’ultimo saluto al grande attore franco-italiano a Roma, avvolto dal paracadute...
Parata del 2 Giugno a Roma ‘’Festa della repubblica’’
Pioggia battente sul pubblico numeroso che applaudiva il passaggio delle forze...
Diciamo addio a Philippe Leroy
‘’In Afghanistan con Philippe Leroy’’, tratto dal libro “Exit Tragedy....
''Olimpiadi dell’aria'', un sogno realizzabile
E' stato il tema del convegno organizzato martedì 28 maggio presso la Sala Capitolare...
''L’Italia è sempre stata divisa, dai Guelfi e Ghibellini ai fans di Coppi e Bartali''... sostiene il generale Carmelo Burgio
‘’Se devo dire la mia sull’autonomia, esordisco che andrebbe abolito pure lo Statuto Speciale della Sicilia’’, così esordisce il generale Carmelo Burgio
Convegno internazionale dedicato alla prospettiva italiana verso il Mediterraneo nel quadro europeo e atlantico
Con un po' di ironia ma anche con un po' di Storia, le considerazioni del generale Burgio
70 oppositori politici anti-talebani si incontreranno la prossima settimana a Vienna*
‘’Capitai più volte in quella terra, che qualcuno chiama Israele e altri Palestina’’, racconta il generale Carmelo Burgio
’'Non mi unisco alle critiche circa l’opportunità di aver portato in Parlamento Europeo una pluripregiudicata’’ dichiara il generale Carmelo Burgio
Doppio appuntamento istituzionale a Firenze per la sottosegretaria alla Difesa Isabella Rauti