02:52 lunedì 24.06.2024
La memoria e l’onore
Battaglia del Check Point Pasta commemorata nella Basilica di Santa Maria degli Angeli e dei Martiri a Roma
fotografie di:

02-07-2023 - "Oggi ricordiamo i nostri Caduti a Mogadiscio del 2 luglio del 1993, un episodio che racconta il coraggio dei soldati italiani e della continuità con cui l’Italia si è sempre adoperata per aiutare Paesi amici, bisognosi di sicurezza, libertà, pace”, ha detto il ministro della Difesa, Guido Crosetto, in occasione del trentesimo anniversario della battaglia del Check Point Pasta di Mogadiscio, allorché l’Italia era in Somalia quale parte di una coalizione internazionale su mandato ONU, per dare il suo contributo alla stabilizzazione del Paese dilaniato dalla guerra civile.

"Oggi siamo qui per evitare che il ricordo svanisca, per onorare la memoria di quegli uomini. Ricordiamo con commozione, riconoscenza, rispetto il sottotenente Andrea Millevoi, il sergente maggiore Stefano Paolicchi, il caporale Pasquale Baccaro, insigniti di Medaglia d’Oro al Valor Militare , caduti eroicamente sul campo" ha affermato il Ministro Crosetto e ha aggiunto: "Esprimiamo la nostra vicinanza a tutti coloro che, nonostante le gravi ferite riportate, sono ritornati in salvo alle loro famiglie e ai loro affetti, anche grazie all’eroismo di chi era al loro fianco. Persone come quelle che oggi ci onorano della loro presenza: il tenente colonnello Gianfranco Paglia, Medaglia d’Oro al Valor Militare; il generale Paolo Riccò, medaglia d’Argento al valor Militare, allora al comando della XV Compagnia paracadutisti Diavoli Neri”.
"La nostra sicurezza è frutto del loro coraggio" ha aggiunto Crosetto "e i nostri militari sono davvero fra i migliori ambasciatori dell'Italia nel mondo, dell’Italia migliore: ambasciatori di sicurezza e di libertà, perché senza sicurezza non c’è libertà".

Anche la sottosegretaria alla Difesa Isabella Rauti era presente alla Santa Messa: “Trent’anni fa, il 2 luglio 1993, la battaglia del check point ‘Pasta’ in Somalia. Nello scontro a fuoco, avvenuto nel vecchio pastificio a Mogadiscio, persero la vita le Medaglie d'Oro al Valor Militare Andrea Millevoi, Stefano Paolicchi e Pasquale Baccaro del contingente italiano impegnato in quella terra lontana per scongiurare una guerra che avrebbe devastato il Paese, un servizio reso al popolo somalo. Oggi, nel loro ricordo, onoriamo tutti i nostri caduti che, per mantenere fede al giuramento prestato, hanno sacrificato la propria vita nelle missioni di pace e di stabilità nel mondo e chi, sopravvissuto, porta sul proprio corpo ferite visibili e invisibili. Ferite che ne hanno per sempre cambiato la vita. Mantenere viva la memoria, custodirla ostinatamente, anno dopo anno, è un nostro dovere morale nei confronti di ciascuno di loro. Un impegno di pace al quale non possiamo, non vogliamo e non dobbiamo sottrarci. Perché memoria e ricordo sopravvivono a tutto ed a tutti. Un abbraccio speciale al tenente colonnello Gianfranco Paglia, Medaglia d’Oro al Valor Militare, atleta paralimpico, che era lì con il 183esimo reggimento paracadutisti ‘Nembo’, esempio di altruismo, coraggio e tenacia”, ha dichiarato Rauti, a margine della funzione religiosa.

Nota
La ricorrenza è stata commemorata con la Santa messa celebrata nella Basilica di Santa Maria degli Angeli officiata dall'’Ordinario militare per l’Italia Santo Marcianò. Alla cerimonia erano presenti anche il vice presidente del Senato Maurizio Gasparri, il Capo di Stato Maggiore della Difesa, ammiraglio Giuseppe Cavo Dragone, il Capo di Stato Maggiore dell'Esercito Generale C.A. Pietro Serino, il Capo di Stato Maggiore dell'Aeronautica, generale di S.A. Luca Goretti, il comandante Generale dell'Arma dei Carabinieri, generale di C.A. Teo Luzi ed il Comandante Generale della Guardia di Finanza generale, C.A. Andrea De Gennaro, il Sottocapo di Stato Maggiore della Difesa e decano in servizio dei paracadutisti generale C.A. Carmine Masiello, insieme ad autorità civili e religiose.
Maria Clara Mussa


Extrema Ratio Knives Division

Cameri ‘’nozze d’argento’’ del comando aeroporto
Da venticinque anni il presidio è legato al territorio in una simbiosi perfetta...
Nat (North America Tour) 24 al via con la PAN
Gli MB-339PAN delle Frecce Tricolori sono arrivati in Quebec, prima tappa del...
G7: dalle stelle … alle sentine
Evento attesissimo, dai multiformi aspetti, dei quali il generale Carmelo Burgio...
Marina Militare celebra la propria Giornata
Cerimonia in commemorazione dell’impresa di Premuda del 10 giugno 1918
Arma dei Carabinieri al suo 210* anno dalla costituzione
Una cerimonia all'insegna della professionalità e dedizione in Patria e nelle...
Philippe Leroy, cieli blu
L’ultimo saluto al grande attore franco-italiano a Roma, avvolto dal paracadute...
Parata del 2 Giugno a Roma ‘’Festa della repubblica’’
Pioggia battente sul pubblico numeroso che applaudiva il passaggio delle forze...
Diciamo addio a Philippe Leroy
‘’In Afghanistan con Philippe Leroy’’, tratto dal libro “Exit Tragedy....
''Olimpiadi dell’aria'', un sogno realizzabile
E' stato il tema del convegno organizzato martedì 28 maggio presso la Sala Capitolare...
''L’Italia è sempre stata divisa, dai Guelfi e Ghibellini ai fans di Coppi e Bartali''... sostiene il generale Carmelo Burgio
‘’Se devo dire la mia sull’autonomia, esordisco che andrebbe abolito pure lo Statuto Speciale della Sicilia’’, così esordisce il generale Carmelo Burgio
Convegno internazionale dedicato alla prospettiva italiana verso il Mediterraneo nel quadro europeo e atlantico
Con un po' di ironia ma anche con un po' di Storia, le considerazioni del generale Burgio
70 oppositori politici anti-talebani si incontreranno la prossima settimana a Vienna*
‘’Capitai più volte in quella terra, che qualcuno chiama Israele e altri Palestina’’, racconta il generale Carmelo Burgio
’'Non mi unisco alle critiche circa l’opportunità di aver portato in Parlamento Europeo una pluripregiudicata’’ dichiara il generale Carmelo Burgio
Doppio appuntamento istituzionale a Firenze per la sottosegretaria alla Difesa Isabella Rauti